DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE

_
iten
Codice
73141
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 3° anno di 9287 TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PED/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere principali meccanismi patogenetici e quadro clinico delle gravi cerebrolesioni in età evolutiva, soprattutto in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale e alla integrazione ed agli scopi dei diversi interventi riabilitativi. Impostare l'indagine psicomotoria tramite osservazione specifica al fine di progettare correttamente l'intervento terapeutico e riconoscere l'area di potenziale sviluppo entro cui collocarlo. Saper descrivere i modi di azione e la qualità dell'interazione e della comunicazione non verbale attraverso la valutazione e la corretta impostazione del setting (caratterizzato da elementi quali lo spazio, il tempo gli oggetti e l'attitudine corporea specifica). Conoscere i principali interventi terapeutici e riabilitativi dei disturbi neurocognitivi, neuropsicologici e neurolinguistici in età evolutiva, soprattutto nell'ottica di collaborazione con l'equipe riabilitativa neuropsichiatrica multidisciplinare. Conoscere le principali metodologie didattiche e di intervento educativo, l’uso di modelli teorici e metodologici derivanti dalle ricerche pedagogiche, filosofiche, psicologiche e sociali e i possibili interventi formativi in relazione ai modelli di pratica educativa codificati dalla ricerca corrente. Progettare ed attuare procedure rivolte all'inserimento e al benessere sociale dei soggetti portatori di disabilità e di handicap neuropsicomotorio e cognitivo attraverso le discipline dello spettacolo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi formativi:

Fornire agli studenti una descrizione relativa all’uso di metodologie derivanti dalle ricerche pedagogiche.

Far acquisire gli elementi caratterizzati delle principali metodologie didattiche, segnalando i rischi e le potenzialità di alcune specifiche situazioni educative.

Analizzare insieme i possibili interventi formativi in relazione ai modelli di pratica educativa codificati dalla ricerca corrente.

Risultati di apprendimento:

Conoscere le più importanti metodologie didattiche derivanti dalle ricerche pedagogiche 

Riconoscere alcune situazioni educative particolarmente problematiche 

Spiegare i principali elementi caratterizzanti alcuni efficaci metodi educativi, relativi ai bisogni educativi speciali

Comparare alcuni possibili interventi educativi in relazione ai modelli di pratica educativa

Applicare le metologie didattiche adeguate alle specifiche situazioni educative

 

 

Modalità didattiche

Visione di slides e brevi filmati, analisi di materiali didattici

PROGRAMMA/CONTENUTO

Definizione dei concetti di handicap, disabilità e vulnerabilità attraverso un breve excursus storico della Pedagogia Speciale. Inclusione e lavoro di rete; Analisi dei principali strumenti e metodi dell'educazione speciale (Diagnosi Funzionale, Piano Educativo Individualizzato, ecc.). Panoramica riguardo ai Bisogni Educativi Speciali, ai Disturbi Specifici dell'Apprendimento e alle principali medodologie didattiche; L'alleanza educativa per includere e prendersi cura.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

S. Armani (2018) Benessere e intercultura. Nuove prospettive per favorire l'inclusione di malati e migranti disabili. Milano, Franco Angeli

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Durante il periodo delle lezioni prima o dopo le lezioni stesse oppure su appuntamento, scrivere a samantha.armani@unige.it

Commissione d'esame

ELISA DE GRANDIS (Presidente)

LUCIA SCIARRETTA

FRANCESCA PASSANO

FRANCESCA MARIA BATTAGLIA

LEZIONI

Modalità didattiche

Visione di slides e brevi filmati, analisi di materiali didattici

INIZIO LEZIONI

Autunno 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Domande aperte orali