CHIRURGIA SEGMENTO POSTERIORE

CHIRURGIA SEGMENTO POSTERIORE

_
iten
Codice
73057
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9283 ORTOTTICA ED ASSISTENZA OFTALMOLOGICA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/30
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ORTOTTICA ED ASSISTENZA OFTALMOLOGICA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento ha lo scopo di illustrare l'anatomia, fisiologia e le patologie della componente vitreoretinicha. 

Inizia con la descrizione delle più comuni metodiche diagnostiche cliniche e strumentali e si completa con la descrizione delle procedure chirurgiche e delle loro complicanze.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Comprendere le basi teoriche e i criteri della chirurgia oftalmica per le patologie per le quali è richiesta una specifica assistenza oftalmica e saper comprendere i principali quadri clinici delle patologie maxillo-facciali rilevanti per l'apparato oculare.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il Corso ha i seguenti obbiettivi:
Insegnamento dell’anatomia e della fisiologia del vitreo e della retina.
Insegnamento dei processi d’invecchiamento del complesso vitreo/retinico.
Insegnamento della fisiopatologia vitreo/retinica nelle patologie di interesse chirurgico.
Descrizione delle procedure diagnostiche cliniche e strumentali.
Descrizione della procedure terapeutiche chirurgiche.
Descrizione delle eventuali complicanze postchirurgiche e dei percorsi riabilitativi postchirurgici.

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali tenute dal docente per un totale di 10 ore e con l’ausilio di
diapositive. Presenza in sala operatoria per seguire dal vivo le procedure chirurgiche nell'ambito del tirocinio pratico.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’esame del paziente con distacco di retina
Terapia chirurgica del distacco di retina:
• Chirurgia episclerale
• Pneumoretinopessia
• Vitrectomia
• Sostituti vitreali
Patologie dell’interfaccia vitreo-retinica
Chirurgia della vitreo-retinopatia diabetica

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Agli studenti viene consegnato il materiale didattico (diapositive) utilizzato dal docente nel corso delle lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali tenute dal docente per un totale di 10 ore e con l’ausilio di
diapositive. Presenza in sala operatoria per seguire dal vivo le procedure chirurgiche nell'ambito del tirocinio pratico.

 

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

E' necessaria l'iscrizione all'esame dal sito: https://servizionline.unige.it/studenti/esami/

Modalità di accertamento

L’esame verte sui temi trattati durante le lezioni.In particolare vengono valutati la conoscenza acquisita e la capacità di comprensione degli argomenti trattati e di applicazione nell’ambito clinico.Vengono accertati l’autonomia di giudizio raggiunta e l’abilità comunicativa attraverso l’
utilizzo di una terminologia corretta e la capacità di esporre le caratteristiche dei quadri clinici,i percorsi diagnostici, terapeutici e riabilitativi in modo tale che siano facilmente comprensibili ai pazienti che vengono loro affidati.
Viene inoltre valutata la capacità di apprendimento tale da permettere un ulteriore approfondimento degli argomenti a loro insegnati.