BIOMECCANICA DEL PIEDE

BIOMECCANICA DEL PIEDE

_
iten
Codice
67443
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9284 PODOLOGIA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-EDF/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PODOLOGIA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’Ortopedia e Traumatologia  è parte fondamentale della preparazione culturale e professionale  del PODOLOGO; le patologie dell’apparato locomotore rappresentano la più ampia parte di impegno professionale nel futuro lavorativo. La conoscenza completa, appropriata al proprio profilo professionale, delle patologie dell’apparato locomotore, di elezione e di emergenza traumatologica, in special modo dell'arto inferiore e del piede, è il target del modulo di insegnamento.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere i fondamenti della chirurgica relativa al trattamento delle affezioni dell'apparato locomotore e le principali patologie ortopediche. Conoscere: • lesioni da traumi, maggiore complessità dei quadri clinici • distorsione, sublussazione, lussazione, frattura • distrazione muscolare, lesione muscolare,r ottura tendinea Conoscere il sistema di controllo antigravitario (sistema posturale o di equilibrio) che consente all'uomo di assumere la postura eretta e di spostarsi nello spazio. Conoscere sistema miofasciale, sistema tonico posturale, deambulazione bipodale. Conoscere le forze esterne ambientali per eccellenza: la gravità, la reazione dal suolo e l'attrito, l'elica a passo variabile.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscere  le basi della meccanica teorica  applicarle allo studio del corpo e delle attività motorie umane. Oltre ai principi della cinematica, della statica e della dinamica, viene introdotto anche lo studio della meccanica del continuo e dei materiali dedicati alla biomeccanica del corpo umano.  Sistema miofasciale, sistema tonico posturale, deambulazione bipodale. Patologia biomeccanica del piede: sindromi pronatorie; sindromi supinatorie; insufficienza di I raggio (alluce valgo, allux limitus, alluce rigido); le matatarsalgie; le talalgie; le sindromi compartimentali; le sindromi canalicolari, etc.). 

Modalità didattiche

Lezione frontale con discussione interattiva

PROGRAMMA/CONTENUTO

Insegnamento   :  BIOMECCANICA PER PODOLOGIA   II anno II semestre

Docente   Prof. Molfetta

 

Principi generali di Biomeccanica

Vettori e Leve

Fiosologia e Biomeccanica generale delle articolazioni

Biomeccanica della deambulazione

Biomeccanica del Piede e della caviglia

Biomeccanica del ginocchio e dell'anca

Biomeccanica del rachide.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Patologia dell’apparato locomotore – Pacini Editore

        Morlacchi Mancini – Ortopedia e Traumatologia

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: lmolfetta@libero.it

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale con discussione interattiva

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgono nel 2° semestre.

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto + Orale

L'esame viene svolto in forma scritta in itinere e convalidato oralmente. L'esame sarà valutato ijn trentesimi con il superamento dello stesso all'acquisizione di un punteggio pari ad almeno 18/30

Esame orale nell’ambito del test di valutazione integrato con voto che fa media  ponderata  con gli altri docenti

Modalità di accertamento

L'esame permetterà di verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento previsti attraverso la valutazione critica delle conoscenze acquisite nonchè attraverso la capacità del candidato di ottenere soluzioni di specifici problemi di biomeccanica del piede in ambito podologico.

Lo studente dovrà dimostrare di conoscere  il programma  stabilito. Il docente comprenderà nel colloquio il possesso della disciplina.