PRINCIPALI MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE E CARATTERISTICHE CLINICO-DIAGNOSTICHE

PRINCIPALI MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE E CARATTERISTICHE CLINICO-DIAGNOSTICHE

_
iten
Codice
68017
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA (L/SNT1) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/11
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INFERMIERISTICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Introduzione alle malattie cardiovascolari, il loro impatto sulla salute pubblica, l’eziologia e l’epidemiologia. Il ruolo dell’infermiere nell’assistenza al paziente cardiopatico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) 

L’insegnamento si pone l’obiettivo di :

Comprendere i principali concetti di anatomia, fisiologia e fisiopatologia dell’apparato cardiovascolare

Identificare i principali fattori di rischio per lo sviluppo delle malattie cardiovascolari

Saper riconoscere i principali segni e sintomi espressione di patologia cardiovascolare

Identificare l’iter diagnostico appropriato per il riconoscimento delle malattie cardiovascolari

Conoscere i principali strumenti diagnostici e il ruolo dell’infermiere nel loro utilizzo

Descrivere i più importanti trattamenti terapeutici per la cura delle malattie dell’apparato cardiovascolare

 

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: 

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di :

Conoscere le  basi di anatomia, fisiologia e fisiopatologia dell'apparato cardiovascolare. Riconoscere segni e sintomi delle principali malattie cardiovascolari. Applicare le principali metodiche diagnostiche, con particolare riferimento all'elettrocardiogramma ed all'Ecocardiogramma ed al ruolo dell'infermiere nelle specifiche diagnostiche.

Descrivere e classificare la cardiopatia ischemica, l'insufficienza cardiaca, le principali aritmie rapide e lente, le valvulopatie. Indicare il trattamento chirurgico delle valvulopatie con particolare riferimento al tipo di protesi utilizzate. Valutare criticamente il trattamento della cardiopatia ischemica dal punto di vista cardiologico e cardiochirurgico.

Classificare le patologie del circolo arterioso e venoso .  

PREREQUISITI

Conoscenza  di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare

Modalità didattiche

Lezioni frontali e interattive, esempi di casi clinici

PROGRAMMA/CONTENUTO

Principali metodiche diagnostiche, con particolare riferimento all'elettrocardiogramma ed all'Ecocardiogramma. Ruolo dell'infermiere nelle specifiche diagnostiche. Cenni sui principali trattamenti farmacologici.

La cardiopatia ischemica: la coronarografia e l'angioplastica. L'insufficienza cardiaca. Cenni sulle principali aritmie rapide e lente. Cenni sui pacemaker mono- e bicamerali. Cenni sulle patologie pericardiche. Cardiochirurgia: Le valvulopatie. Trattamento chirurgico delle valvulopatie: protesi meccaniche e biologiche. Trattamento chirurgico della cardiopatia ischemica. Cenni sul trapianto e sui nuovi device. Cenni sulle principali cardiopatie congenite. Ruolo dell'infermiere.

Chirurgia vascolare: le patologie del circolo arterioso: stenosi ed aneurismi. Correzione chirurgica. Le patologie del circolo venoso: trombosi e flebiti . Correzione chirurgica. Ruolo dell'infermiere.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Smeltzer Susanne C.-Bare Brenda G.-Hinkle Janice L. BRUNNER SUDDARTH ” Infermieristica Medico Chirurgica” Volume 1 e 2 - Casa editrice Ambrosiana , IV edizione, Milano 2010

DAL CAPITOLO 26 (Funzione cardiovascolare, circolatoria ed ematica) al CAPITOLO 31 (Accertamento ed assistenza a persone affette da disordini vascolari e della circolazione periferica 

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ANNAMARIA MUNICINO'

MARCO MORI

MICHELA NARDINI

CINZIA NASO

LUCA PARENTI

LAURA AMBRA NICOLINI

FEDERICO MORELLI

MALGORZATA KAROLINA MIKULSKA

PAOLA GNERRE

MANUELE FURNARI

RICCARDO GORETTI

ALICE LARONI

MAURIZIO MIGLINO

MARIALISA MARCONI

ANDREA PARODI

SERGIO PARODI

DANIELA SANFELICI

ANNAMARIA SACCONE

MARINELLA SANTACROCE

RODOLFO TASSARA

GIORGIO VERSARI

LUCIA VASSALINI

ALESSANDRA RUBAGOTTI

GIOVANNA RIZZO

MONICA PIVARI

ALESSANDRO PERAZZO

OMAR RACCHI

ROBERTA RAPETTI

TOMMASO REGESTA

LUCA FOPPIANI

ALBERTO AGLIALORO

ANDREA BELTRAME

MASSIMILIANO BASSO

MARCO BENASSO

MASSIMO BONA

EMILIA BOSSI

CHIARA BONGIOANNI

GIUSEPPE BARBERA

FABRIZIO BALLARI

STEFANIA ARTIOLI

PIETRO AMERI

CARLO ASCHELE

LUCIA BACIGALUPO

MAURIZIO BALESTRINO

GIORGIO BADINO

ANNA BOVERO

FULVIO BRAIDO

FRANCESCO DE MERRA

MARIA ROSANNA CREDENTINO

PAOLA D'ELIA

MARIA MONICA DI GAETANO

GIUSEPPINA FERA

DANIELE FARININI

ISABELLA CEVASCO

ROBERTA CENTANARO

STEFANO BURLANDO

LUCIA BRIATORE

MARCO CANEPA

STEFANO CARRO

GIOVANNI CENDERELLO

CLAUDIO VISCOLI

DIEGO FERONE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali e interattive, esempi di casi clinici

INIZIO LEZIONI

04/04/2018

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PRINCIPALI MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE E CARATTERISTICHE CLINICO-DIAGNOSTICHE

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite quiz a risposta multipla su supporto informatico

Modalità di accertamento

Le domande del quiz sono sviluppate con la finalità di valutare la capacita di apprendimento e analisi delle tematiche affrontate in aula.