INFERMIERISTICA NEI PROCESSI EDUCATIVI NELLA PREVENZIONE

INFERMIERISTICA NEI PROCESSI EDUCATIVI NELLA PREVENZIONE

_
iten
Codice
67790
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
4 cfu al 1° anno di 9276 INFERMIERISTICA (L/SNT1) IMPERIA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/45
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (INFERMIERISTICA)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Introduzione all’infermieristica ed all’assistenza alla persona, definizione delle principali cause di patologia e di morte, introduzione del concetto di prevenzione e al concetto di nursing.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Identificare i fattori di rischio nella popolazione e promuovere stili di vita sani.

Attivare processi educativi rivolti alla persona e alla famiglia attraverso l’educazione terapeutica.

Riconoscere gli elementi del processo educativo rivolto alla persona sana, malata e alla famiglia.

Identificare le responsabilità dell’infermiere e le fonti normative di riferimento.

Descrivere i principi e valori fondanti il codice deontologico.

Identificare le diagnosi infermieristiche e il processo di nursing.

Delineare le caratteristiche delle scale di valutazione nell’identificazione dei problemi assistenziali.

Modalità didattiche

Lezioni interattive, lavoro a piccoli gruppi, esercitazioni

PROGRAMMA/CONTENUTO

I  Problemi prioritari di salute PPS analisi e contestualizzazione.

Concetto di: persona, salute, malattia, stress ed omeostasi e ambiente  secondo la disciplina infermieristica.

Introduzione alla disciplina del nursing.

Approccio Olistico.

La teoria dei bisogni umani di A. Maslow e V. Henderson

Gli  attuali orientamenti normativi  nell’esercizio professionale:

Profilo professionale  (D.M. 739/94)Legge 42/99 Legge 509/99 ordinamenti didattici  dei Corsi di  laurea Legge 251 2000 Legge n° 1 2002L.43/06

Il Codice Deontologico

Pianificare, attuare e valutare l’assistenza infermieristica in partenariato con i beneficiari ed utilizzando modelli teorici convalidati.

Pianificare e realizzare in un’ottica interprofessionale, interventi di prevenzione della malattia e diagnosi precoce rivolti al singolo e alla collettività.

La formulazione e l’utilizzo della diagnosi infermieristiche nella pianificazione assistenziale.

Documentare la pianificazione assistenziale attraverso strumenti cartacei e informatizzati.

La valutazione del bisogno delle cure del corpo attraverso l’osservazione e l’esame fisico della persona.

I principi di base della metodologia scientifica e le fasi del processo di pianificazione assistenziale.

La tipologia dei dati e delle fonti, modalità e strumenti della raccolta e la  registrazione dei dati.

Le abilità fondamentali nell’effettuare l’anamnesi infermieristica: abilità assistenziale , ascolto attivo, empatia.

Pianificare, attuare e valutare l’assistenza infermieristica in partenariato con i beneficiari

ed utilizzando modelli teorici convalidati.

 

Pianificare e realizzare, in un’ottica interprofessionale, interventi di prevenzione della malattia e diagnosi precoce, rivolti al singolo e alla collettività.

La formulazione e l’utilizzo delle diagnosi infermieristiche nella pianificazione assistenziale.

Documentare la pianificazione assistenziale attraverso strumenti cartacei ed informatizzati

I bisogni di assistenza infermieristica

Il bisogno di riposo e sonno.

Il bisogno di mobilizzazione. Definizione di mobilità, deficit della mobilità.

I fattori che possono influire sulla mobilità.

Le scale per la  valutazione della  mobilità

Posture e tecniche di mobilizzazione della persona.

La sindrome da  immobilizzazione:

complicanza a carico della psiche e degli apparati neurologico, muscolo-scheletrico, cardiovascolare, respiratorio, urinario ed intestinale.

Le scale di valutazione del rischio di lesioni da pressione.

La prevenzione  e la classificazione delle lesioni da pressione.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

L. Sasso, A. Bagnasco, C. Gagliano -INFERMIERISTICA GENERALE E CLINICA  Mc Graw Hill Milano 2012– 3 edizione  utilizzabile per il triennio di Corso;

G. Barbieri –A. Pennini - LA RESPONSABILITÀ DELL’INFERMIERE:DALLA NORMATIVA ALLA PRATICA - Carocci Faber,2008;

 

BIBLIOGRAFIA DI APPROFONDIMENTO:

J.F. D’Ivernois, R. Gagnayre, Educare il Paziente. Un approccio pedagogico, Ed. Mc Graw Hill, Milano, II edizione, 2006;

P. Lattarulo, Bioetica e deontologia professionale;

L. Benci, MANUALE GIURIDICO PROFESSIONALE PER L’ESERCIZIO DEL NURSING Mc Graw Hill Milano  – utilizzabile per il triennio (Ultima Edizione);

Fernando Savater, Etica per un figlio. Bari, Laterza 1992;

Il Codice deontologico dell’infermiere;

Il Piano Sanitario Nazionale/ Il Piano Sanitario Regionale;


Si intende di riferimento la bibliografia necessaria ai fini di sostenere l’esame degli insegnamenti MED/45 nell’ambito dei Corsi Integrati del I anno.

Si intende di approfondimento la bibliografia necessaria per finalizzare lo studio autonomo relativo  ai crediti relativi gli insegnamenti MED/45 del primo anno

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento su appuntamento via mail: l.sasso@unige.it

Ricevimento: Si riceve previo appuntamento via mail: milko.zanini@edu.unige.it

Ricevimento: Si riceve previo appuntamento via mail: annamaria.bagnasco@unige.it

Ricevimento: Si riceve previo appuntamento via mail: roberta.centanaro@hsanmartino.it

Ricevimento: Si riceve previo appuntamento via mail: gianluca.catania@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni interattive, lavoro a piccoli gruppi, esercitazioni

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto: Quiz a risposta multipla, in modalità informatica.

Lo studente dovrà individuare la risposta corretta tra le 4 risposte proposte.

Il test di Infermieristica nei processi educativi nella prevenzione è composto da 30 domande. LAP (Livello accettabile di performance): lo studente dovrà rispondere in modo corretto ad almeno 24 risposte.

Modalità di accertamento

Le domande del quiz sono sviluppate con la finalità di valutare l’apprendimento cognitivo delle conoscenze di base sulle tematiche affrontate in aula e approfondite attraverso i lavori di gruppo e in autonomia, in relazione agli stili di vita della popolazione, alle principali cause di malattia, alla prevenzione, al coinvolgimento della persona e della famiglia nei processi educativi, alla responsabilità etica, giuridica e deontologica dell’infermiere, alla conoscenza del processo del nursing.