GINECOLOGIA ED OSTETRICIA

GINECOLOGIA ED OSTETRICIA

_
iten
Codice
67999
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA (L/SNT1) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/40
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INFERMIERISTICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Partendo dall’anatomia e dalla fisiologia dell’apparato genitale femminile vengono analizzate le principali patologie ginecologiche nonché la fisiopatologia ostetrica e i più frequenti quadri della relativa patologia

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

L’insegnamento si pone l’obiettivo di:

- fornire agli studenti una generale comprensione della fisiopatologia dell’apparato genitale femminile

- far acquisire agli studenti la capacità di ricercare le modalità etiopatogenetiche che stanno alla base delle patologie che riguardano l’apparato genitale femminile

- sviluppare negli studenti, una volta introdotti nel mondo del lavoro, la capacità di comunicare in modo corretto la natura della specifica situazione clinica senza indurre allarmismo e preoccupazione nella paziente e nei suoi familiari

 

RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere i concetti fondamentali che caratterizzano la fisiopatologia dell’apparato riproduttivo femminile
  • Riconoscere le principali patologie a carico dell’apparato genitale femminile sia in gravidanza che in condizioni extragravidiche
  • Applicare ciò che si è imparato, senza aggiungere elementi di valutazione che non si riconoscano in evidenti basi scientifiche
  • Valutare criticamente i quadri clinici con i quali si viene a contatto nello svolgimento dei compiti assistenziali assegnati
  • Descrivere analiticamente e con semplicità di linguaggio le modalità operative con cui il medico e chi lo assiste procederà ad una determinata manovra operativa o indagine diagnostica
  • Spiegare con termini semplici e appropriati l’essenza del quadro clinico, senza indurre ansia o dubbi nella paziente e nei suoi familiari, mantenendosi nei limiti delle proprie competenze e del proprio ruolo

PREREQUISITI

Lo studente deve possedere conoscenze di base relative alla embriologia, all’anatomia della pelvi e alla fisiologia della riproduzione. Inoltre deve avvicinarsi con duttilità e curiosità alle principali problematiche che riguardano la fisiopatologia dell’apparato genitale femminile

Modalità didattiche

La modalità adottata è quella della lezione frontale, stimolando con slides, filmati e simulazioni gli interventi e la discussione tra studenti e tra studenti e docente

PROGRAMMA/CONTENUTO

Anatomia e fisiologia dell’apparato genitale femminile

Prevenzione, diagnosi precoce e terapia delle principali patologie oncologiche femminili (cervice uterina, endometrio, ovaio, mammella)

Fisiopatologia della riproduzione umana

Fondamenti delle tecniche di controllo della riproduzione: contraccezione nelle sue varie articolazioni; prevenzione e applicazioni legislative in tema di interruzione volontaria di gravidanza

Principali quadri clinici relativi alla patologia benigna dell’apparato genitale femminile

L’endometriosi

La sindrome menopausale e i suoi effetti sull’organismo femminile

La consulenza preconcezionale

La diagnosi prenatale: tecniche invasive e non invasive

I principali quadri patologici e le complicanze nel I, II e III trimestre di gravidanza 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Nessun testo particolare viene consigliato ma vengono messi a disposizione i contenuti e le slides delle lezioni

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti saranno ricevuti previo appuntamento via mail: Simone.Ferrero@unige.it  

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti può avvenire previo appuntamento che può essere fissato tramite posta elettronica  all’indirizzo: sandroviglino@virgilio.it

LEZIONI

Modalità didattiche

La modalità adottata è quella della lezione frontale, stimolando con slides, filmati e simulazioni gli interventi e la discussione tra studenti e tra studenti e docente

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre 

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite esame orale

Modalità di accertamento

La prova orale consente di verificare le conoscenze acquisite durante il corso e  la capacità_di orientamento tra le suddette conoscenze e di ragionamento clinico e diagnostico. Consente inoltre di verificare l’attenzione con cui sono state seguite le lezioni e il grado di consapevolezza con cui ci si è avvicinati alla materia attraverso un colloquio sereno e  non frettoloso che da un lato metta lo studente a proprio agio e dall’altro consenta al docente di valutare con obiettività e con cognizione di causa il reale livello di preparazione raggiunto dallo studente