INFERMIERISTICA NELLA MATERNITÀ E PUERPERIO

INFERMIERISTICA NELLA MATERNITÀ E PUERPERIO

_
iten
Codice
68001
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9276 INFERMIERISTICA (L/SNT1) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/45
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INFERMIERISTICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Metodi e strumenti per l'assistenza infermieristica in ambito ostetrico e neonatale, per l'educazione terapeutica alle pazienti e ai familiari.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento è indirizzato all'approfondimento di metodi e strumenti per l'assistenza infermieristica in ambito ostetrico e neonatale, per l'educazione terapeutica alle pazienti e ai familiari. Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di identificare i principali bisogni di assistenza infermieristica della puerpera, del neonato, e del minore in età evolutiva ed i relativi interventi.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Le principali norme sui diritti del bambino e carte dei diritti dell’infanzia con particolare riferimento al minore ospedalizzato
  • I bisogni di assistenza infermieristica del neonato sano e relativi interventi
  • Le peculiarità della preparazione dei farmaci in pediatria (modalità di calcolo e diluizione; selezione presidi)
  • Le peculiarità della somministrazione della terapia farmacologia in età pediatrica (vie di somministrazione e sedi; tecniche di immobilizzazione)
  • Le peculiarità dell’età pediatrica in emergenza
  • Le principali emergenze in eta’ pediatrica
  • La prevenzione e il trattamento degli infortuni e di altri eventi critici per la vita del bambino
  • I parametri vitali in pediatria (stato di coscienza, temperatura, polso, respiro, pressione arteriosa): individuazione, rilevazione e valutazione
  • I parametri antropometrici in pediatria (peso, altezza, circonferenza cranica, circonferenza toracica): individuazione e rilevazione
  • Metodi e tecniche validate per la valutazione ed il controllo del dolore in pediatria
  • I principali segni e sintomi indicativi di disturbi gastrointestinali e disidratazione in pediatria: identificazione e monitoraggio
  • I bisogni e i relativi interventi di assistenza infermieristica pediatrica in caso di: nausea, rigurgito, vomito; alterazioni dell’alvo: diarrea, stipsi; disidratazione
  • I sintomi indicativi di infezione delle vie urinarie
  • Le tecniche di raccolta urine
  • L'educazione della famiglia ai comportamenti da adottare in merito all’igiene dei genitali ed alle tecniche di raccolta delle urine 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

"Elementi di Pediatria per Infermieri" Teresa de Toni ED. Carocci

"L'assistenza di base in Pediatria" a cura di Clara Moretto ED. Carocci

"Ginecologia ed Ostetricia" Autore: T. Wierdis, C. Romanini - Casa Minerva Medica.

"Assistenza Infermieristica ed Ostetrica in Area Materno Infantile" Di Giacomo, Rigon - Casa Editrice Ambrosiana 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Riceve su appuntamento simonacalza@gaslini.org

Ricevimento: Riceve su appuntamento simonacalza@gaslini.org

Ricevimento: Il ricevimento studenti avverrà previo contatto tramite invio di posta elettronica a: giovanna.razeto@gmail.com

Ricevimento: Riceve su appuntamento capsalmedurg@gaslini.org  

Ricevimento: Riceve su appuntamento robertadarindellamora@gaslini.org  

Commissione d'esame

GIOVANNA RAZETO (Presidente)

Rosaria Casciaro (Presidente)

BRUNA PISTELLI

STEFANO PARMIGIANI

ANGELO MORCHIO

DANIELA MARCHESI

SANDRO VIGLINO

DANIELA ROSSELLI

MARIA RINA TABO'

MARA SEGUINI

ANDREA MAGNASCO

GABRIELE VALLERINO

STEFANO MACCIO'

ROSANNA CARDINALI

PATRIZIA CATALDI

SIMONA CALZA

MONICA BENUSSI

VALENTINA ANGIUS

AMNON COHEN

ROBERTA DA RIN DELLA MORA

SIMONE FERRERO

GISELLA AIRAUDI

FULVIA ESIBITI

DAMIANA DELL'AGNELLO

CLARA MALATTIA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale strutturato 

Modalità di accertamento

L'esame permetterà di verificare la capacità di applicare le conoscenze alla pratica assistenziale acquisite. Gli studenti dovranno essere in grado di risolvere problemi assistenziali correlati all'area materno infantile.