ELEMENTI DI PREVENZIONE E SICUREZZA IN AMBITO FISIOTERAPICO

ELEMENTI DI PREVENZIONE E SICUREZZA IN AMBITO FISIOTERAPICO

_
iten
Codice
72119
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 1° anno di 9281 FISIOTERAPIA (L/SNT2) GE SAN MARTINO
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/48
LINGUA
Italiano
SEDE
GE SAN MARTINO (FISIOTERAPIA)
periodo
Annuale
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il Corso è suddiviso in tre parti:

1) Corso su "Formazione generale sulla sicurezza e salute sul lavoro"

2) Corso su "Rischi specifici in ambito sanitario"

3) Corso su "Formazione specifica per ambito sanitario"

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

1) "Formazione generale sulla sicurezza e salute sul lavoro" è suddiviso in 4 moduli e ha una durata di fruizione di circa 4 ore

2) "Corso su rischi specifici in ambito sanitario " è suddiviso in 12 moduli e ha una durata minima di fruizione di 8 ore

3) "Formazione specifica per ambito sanitario" 4 ore in presenza.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

3) Il laboratorio didattico  permette di mettere in atto alcune indicazioni pratiche riguardanti la movimentazione del paziente considerando che tale attività, comporta:

per l’operatore un rischio di patologie da sovraccarico biomeccanico del rachide dorso-lombare;

per il paziente un rischio di patologie associate legate ad esempio a possibile caduta.

 Apprendere le più recenti acquisizioni scientifiche in tema di prevenzione ed innovazione tecnologica in relazione alla movimentazione del paziente.

Modalità didattiche

3) Le lezioni, per un totale di 4 ore sono obbligatorie prima dell’inizio del tirocinio. L’attività è svolta a completamento del corso sulla sicurezza erogato in modalità FAD dalla Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche.

La modalità didattica può prevedere lezione frontale, laboratorio, formazione sul campo, integrandosi con proiezioni di diapositive e video e/o l’utilizzo di ausili per la movimentazione.

PROGRAMMA/CONTENUTO

3) Valutare l’indice di dipendenza del paziente

La postura dell’operatore

Le prese

Sollevamenti di base in sicurezza senza ausili

Gli ausili minori e maggiori; utilizzo degli stessi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi ad integrazione saranno consigliati dai singoli docenti

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ALESSANDRO ROBUTTI (Presidente)

CARLA BUFFA (Presidente)

SIMONETTA AMADI (Presidente)

DANIELA GARAVENTA (Presidente)

DANIELA RASO

DANIELA PULZATO

MAURO PALUMBO

FORTUNATA ROMEO

HONORE JACQUES VERNETTI MANSIN COPPET

ANNA VAGNETTI

PAOLA STRAMESI

CLARA NOCETO

FLORIANA ROMANO

ANTONIO GUERCI

MIRELLA DEFILIPPI

PATRIZIA BIANCHETTI

LUIGI BEGHELLO

GUIDO FRANCO AMORETTI

LAURA FARAGUTI

FRANCESCA FARINA

SILVANA MAZZARO

NADIA FOLEGANI

INGEBORG MULLER

SUSANNA ACCOGLI

LEZIONI

Modalità didattiche

3) Le lezioni, per un totale di 4 ore sono obbligatorie prima dell’inizio del tirocinio. L’attività è svolta a completamento del corso sulla sicurezza erogato in modalità FAD dalla Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche.

La modalità didattica può prevedere lezione frontale, laboratorio, formazione sul campo, integrandosi con proiezioni di diapositive e video e/o l’utilizzo di ausili per la movimentazione.

INIZIO LEZIONI

3) Le lezioni, per un totale di 4 ore, si svolgono nel periodo compreso fra ottobre e gennaio e sono obbligatorie prima dell’inizio del tirocinio. L’attività è svolta a completamento del corso sulla sicurezza erogato in modalità FAD dalla Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche.

ESAMI

Modalità d'esame

​La frequenza del corso è obbligatoria. Lo studente riceve un'idoneità.

Modalità di accertamento

In itinere e con l’esame di tirocinio