PROPEDEUTICA BIOCHIMICA

PROPEDEUTICA BIOCHIMICA

_
iten
Codice
65466
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 1° anno di 9281 FISIOTERAPIA (L/SNT2) LA SPEZIA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/10
LINGUA
Italiano
SEDE
LA SPEZIA (FISIOTERAPIA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La prima parte del corso ha l’obiettivo di fornire le basi di chimica generale e di chimica organica per affrontare nella seconda parte del corso la chimica biologica. L’obiettivo di questa seconda parte è l’acquisizione di conoscenze riguardanti la struttura e funzione delle proteine enzimatiche e le principali vie del catabolismo glucidico, lipidico e proteico.

Modalità didattiche

L'insegnamento è tenuto mediante lezioni svolte in aula con il supporto di immagini proiettate e mediante l'uso costante dela lavagna per la scrittura di strutture molecolari e reazioni. Il materiale è reso disponibile agli studenti in Aulaweb all'inizio delle lezioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

PROPEDEUTICA BIOCHIMICA Le soluzioni. Proprietà, unità di misura della concentrazione e solubilità: molarità, normalità, % p/p, %p/v. Pressione osmotica. Le reazioni chimiche. Equilibrio chimico. Cinetica chimica. Velocità di reazione. Catalisi e catalisi enzimatica, Km. Termodinamica. Concetti di Entalpia ed Entropia. Spontaneità delle reazioni, energia libera. Ionizzazione dell’acqua. Il pH. Acidità e basicità. Acidi e basi forti, deboli ed idrolisi salina. Soluzioni tampone. La chimica del carbonio, valenza del carbonio. I gruppi funzionali. Alcoli e tioli. Ossidoriduzioni. Ossidazione degli alcoli e dei tioli. Aldeidi e chetoni. Semiacetali. Ammine. Acidi carbossilici Ammidi, esteri ed anidridi. Acidi grassi. Trigliceridi. Fosfolipidi. Le biomolecole ed i loro gruppi funzionali. Carboidrati: monosaccaridi:  glucosio, fruttosio, ribosio e deossiribosio, disaccaridi: saccarosio e polisaccaridi: cellulosa, glicogeno. Amminoacidi. Peptidi e proteine. Il legame peptidico. Struttura proteine.

BIOCHIMICA Mioglobina, emoglobina. Enzimi:  struttura e funzione. Catabolismo e anabolismo: concetti generali di regolazione del metabolismo intermedio. Glicolisi, gluconeogenesi e regolazione glicemia. Ciclo del lattato. Ciclo di Krebs. Strategie di sintesi di ATP. Via dei pentosi fosfati. Sintesi e demolizione del glicogeno. Ossidazione degli acidi grassi. Corpi chetonici. Catabolismo degli amminoacidi: destini metabolici dell’ammoniaca e dei chetoacidi. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb all'inizio delle lezioni. Di norma tale materiale è sufficiente per la preparazione dell'esame. 

Per chi desiderasse un libro di testo si consiglia: 
Catani, Savini, Guerrieri, Avigliano “Appunti di Biochimica per le lauree triennali” Editore: Piccin
Stefani, Taddei “Chimica biochimica e biologia applicata” Editore: Zanichelli

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via mail: Enrico.Millo@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento è tenuto mediante lezioni svolte in aula con il supporto di immagini proiettate e mediante l'uso costante dela lavagna per la scrittura di strutture molecolari e reazioni. Il materiale è reso disponibile agli studenti in Aulaweb all'inizio delle lezioni.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni di questo corso inizieranno nei mesi di marzo o aprile a seconda delle sedi regionali in cui verranno tenute le lezioni

ESAMI

Modalità d'esame

Gli studenti devono sostenere un esame orale della durata di circa 15 minuti. L'esame è strutturato in modo da considerare separatamente le competenze acquisite per la parte di Propedeutica Biochimica e per la parte di Biochimica. 

 

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti all’inizio del corso e ribaditi durante lezioni.
Modalità d'esame: orale. Inoltre i docenti sono disponibili a seguire singolarmente gli studenti che incontrassero maggiori difficoltà nello studio di specifici argomenti trattati in questo corso.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza alle lezioni frontali è obbligatoria