SCIENZE TECNICHE: REAZIONI BIOLOGICHE E BIOTOLLERABILITÀ IN CEC

SCIENZE TECNICHE: REAZIONI BIOLOGICHE E BIOTOLLERABILITÀ IN CEC

_
iten
Codice
84114
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 3° anno di 9291 TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/50
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Ogni attività didattica è finalizzata all’acquisizione, da parte degli studenti, delle conoscenze pratiche e cliniche necessarie per lo svolgimento della professione di TFCePC.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire nozioni:

• di immunoematologia, fisiopatologia della coagulazione ed alterazioni dell'emostasi

• sui disordini piastrinici qualitativi e quantitativi

• sulle indagini laboratoristiche correlate all'emostasi e trombosi, disordini congeniti ed acquisiti della coagulazione (trombofilia, trombosi).

Acquisire le tecniche di anestesia generale, più specificamente in tema di cardioanestesia. Conoscere le problematiche anestesiologiche relative al paziente cardio-chirurgico, alle variazioni dell’equilibrio emodinamico del malato in corso di intervento chirurgico e delle scelte diagnostiche e terapeutiche conseguenti alle stesse.

Acquisire la capacità di interrelazione con il medico anestesista in corso di circolazione extra-corporea durante l’intervento di cardiochirurgia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi formativi da raggiungere sono determinati dalle conoscenze relative all’intero programma di insegnamento (vedi punto 3) apprese durante le ore di lezione e di studio.

Tali conoscenze dovranno consentire agli studenti di sviluppare le seguenti attività sul campo:

  • Conoscere le reazioni biologiche indotte dalla CEC;
  • Conoscere le modificazioni indotte dalle superfici di contatto dei dispositivi;
  • Essere in grado di riconoscere e gestire le alterazioni del volume circolante ed effetti emodinamici;
  • Conoscere i danni da riperfusione: paradosso del CA++, O2, NO; Danno della membrana cellulare: riduzione della velocità dei leucociti, attivazione del complemento, cascata coagulativa.
  • Conoscere le modificazioni dei principali organi, apparati e sistemi;
  • Essere in grado di conoscere la Biotollerabilità dei sistemi di perfusione: classificazione, sistemi utilizzati e loro meccanismi.

Modalità didattiche

L’ insegnamento si articola in  10 ore di attività formative di cui 9 ore di lezioni in aula su tutti gli argomenti del programma e n. 1 ora di esercitazione

PROGRAMMA/CONTENUTO

Reazioni biologiche indotte dalla CEC

  • Modificazioni indotte dalle superfici di contatto dei dispositivi; alterazioni del volume circolante ed effetti emodinamici;
  • Danni da riperfusione: paradosso del CA++, O2, NO; Danno della membrana cellulare: riduzione della velocità dei leucociti, attivazione del complemento, cascata coagulativa.
  • Modificazioni dei principali organi, apparati e sistemi.

Biotollerabilità dei sistemi di perfusione

  • Classificazione, sistemi utilizzati e loro meccanismi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

“Circolazione extracorporea e supporti circolatori”  di Renzo Lodi, Giorgio Noera, Claudio Costantini. Editore Mattioli

I tutor/docenti forniranno dispense e materiale ai fini dell’apprendimento relativo all’area di competenza.

Per ogni U.O. presso la quale gli studenti si appresteranno a svolgere tirocinio, verrà fornito il materiale necessario.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

FRANCESCO SANTINI

GIULIANO GIAMMONA

LUCA CONTE

FEDERICA BARBIERI

GIUSEPPE BUSCAGLIA

FRANCO ROGGERO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’ insegnamento si articola in  10 ore di attività formative di cui 9 ore di lezioni in aula su tutti gli argomenti del programma e n. 1 ora di esercitazione

ESAMI

Modalità d'esame

  • Prova orale
  • Prova scritta (n. 30 domande a  risposta  multipla da risolvere  in 30 minuti)

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’  effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi. Lo studente per superare l’esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, dovrà dimostrare di:

  • Conoscere le reazioni biologiche indotte dalla CEC;
  • Conoscere le modificazioni indotte dalle superfici di contatto dei dispositivi;
  • Essere in grado di riconoscere e gestire le alterazioni del volume circolante ed effetti emodinamici;
  • Conoscere i danni da riperfusione: paradosso del CA++, O2, NO; Danno della membrana cellulare: riduzione della velocità dei leucociti, attivazione del complemento, cascata coagulativa.
  • Conoscere le modificazioni dei principali organi, apparati e sistemi;
  • Essere in grado di conoscere la Biotollerabilità dei sistemi di perfusione: classificazione, sistemi utilizzati e loro meccanismi.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
23/06/2020 13:00 GENOVA Orale
09/07/2020 13:00 GENOVA Orale
27/07/2020 13:00 GENOVA Orale
16/09/2020 13:00 GENOVA Orale
30/09/2020 13:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Il docente riceve gli studenti dopo le lezioni e su appuntamento concordato tramite email a: giobizzarro@gmail.com