CHIRURGIA CARDIACA 1

CHIRURGIA CARDIACA 1

_
iten
Codice
84054
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9291 TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/23
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il tecnico fisiopatologo attualmente può al termine del suo percorso formativo intraprendere differenti percorsi professionali. Tutti caratterizzati però da un alto livello di conoscenza approfondita delle patologie cardiovascolari. Il tecnico infatti si dovrà interfacciare con lo specialista cardiologo e/o cardiochirurgo e dovrà pertanto essere in grado di dimostrare un alto profilo di conoscenza acquisito in materia nell’ottica di un lavoro multidisciplinare

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire la conoscenza delle malattie dell'apparato cardiovascolare e loro classificazione; comprendere le interazioni ed eventuali complicanze in relazione alle procedure diagnostiche ed alle soluzioni di cura.Apprendere le corrette modalità di esecuzione delle prove da sforzo e delle indagini ecocardiografiche.Conoscere le principali tecniche terapeutiche e di indagine eseguite nel laboratorio di elettrofisiologia; conoscere le principali complicanze vascolari post procedura emodinamica; apprendere le tecniche di conservazione d'organo e le problematiche del trapianto d'organo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone di trasmettere allo studente

  • Conoscenza e capacità di comprendere i meccanismi eziopatogenetici ed fisiopatologici delle malattie valvolari e coronariche e dei grossi vasi
  • Capacità di comprendere meccanismo fisiopatologico, iter diagnostico e approccio terapeutico dal meno invasivo al più invasivo
  • Capacità di collaborare in un lavoro di equipe per valutare l’idoneo percorso terapeutico per il paziente cardiovascolare soprattutto in relazione alle nuove procedure terapeutiche e al loro impatto sulla popolazione fragile ed anziana

 

Modalità didattiche

Lezioni teoriche frontali, lezioni interattive

Esercitazioni con analisi di casi

Seminari con partecipazione attiva degli studenti (se possibile)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Trattamento convenzionale e interventistico di: cardiopatia ischemica, sindromi coronariche acute, insufficienza mitralica, stenosi aortica, dissezione dell’aorta e aneurismi. Ruolo dell’Heart Team

 

 

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 

Dispense e slide power-point preparate dal docente.

Per gli approfondimenti Braunwald textbook of cardiovascular disease

 

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni teoriche frontali, lezioni interattive

Esercitazioni con analisi di casi

Seminari con partecipazione attiva degli studenti (se possibile)

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale

Modalità di accertamento

 

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi.

 

Lo studente per superare l’esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, dovrà dimostrare:

  • Conoscenza delle malattie delle coronarie e delle valvulopatie nell’adulto. Inquadrare le sindromi coronariche acute dalla diagnosi alla terapia. Riconoscere le malattie dell’aorta di pertinenza cardiochirurgica rispetto a quelle di pertinenza vascolare
  • Capacità di collaborare al riconoscimento di tali malattie ed alla scelta e pianificazione dell’iter diagnostico appropriato
  • Capacità di collaborare in un lavoro di equipe a valutare le possibilità di trattamento ed i rischi associati
  • Capacità di trasmettere le cognizioni ottenute ed acquisire criticamente ulteriori conoscenze, nonché effettuare approfondimenti relativi ai temi trattati.

Concorrono al voto finale espresso in trentesimi:

  • Capacità di trattare in maniera trasversale e critica gli argomenti richiesti;

-Correttezza, chiarezza, sintesi e fluidità espositiva

-Adozione di  una terminologia  appropriata

-Padronanza della materia

 

 

 

ALTRE INFORMAZIONI

Al termine dell’ultima lezione del Corso il docente rimarrà a disposizione degli allievi che vorranno ulteriori delucidazioni ed informazioni, oppure approfondimenti sugli argomenti trattati.Gli studenti sono ricevuti dal Docente previo appuntamento telefonico concordato con il rappresentante degli studenti del corso