CHIRURGIA GENERALE

CHIRURGIA GENERALE

_
iten
Codice
68431
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 1° anno di 9291 TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/18
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECN.FISIOPATOL.CARDIOCIRCOLAT.E E PERFUS.CARDIOVASC)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare quale componente dell’equipe medico-chirurgica deve acquisire le competenze chirurgiche fondamentali per  gestire le diverse problematiche clinico-assistenziali che potrebbe trovarsi ad affrontare nello svolgimento della propria attività professionale

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire la conoscenza delle situazioni basali di intervento di emergenza e delle loro basi fisiopatologiche, delle procedure di intervento di emergenza, con particolare riferimento alle tecniche di rianimazione cardiorespiratoria. Acquisire nozioni sull'accoglienza del paziente e sulle modalità di esecuzione dei prelievi ematici e di materiale biologico; conoscere i presidi medico chirurgici e le apparecchiature necessarie al trattamento/monitorizzazione della persona; identificare le principali necessità assistenziali della persona correlate al tipo di alterazione in atto. Conoscere i protocolli assistenziali in situazione di emergenza/urgenza.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Nell’ambito del Corso integrato la Chirurgia Generale, si propone  l’obiettivo di fornire agli studenti nozioni di base sull’argomento, chiarendo  il significato del  termine “Chirurgia”, la sua evoluzione storica, la suddivisione in branche secondarie di questa disciplina.   Intende  offrire altresì alcune nozioni circa le tecniche di sutura di base, i materiali, i nodi chirurgici, le anastomosi, lo strumentario chirurgico, comprese le suturatrici meccaniche,  i cateteri venosi centrali e i sistemi venosi impiantabili,  che rendono possibile la nutrizione parenterale.   Il Corso si propone inoltre l’obiettivo di fornire anche competenze più specifiche in Chirurgia d’Urgenza e Laparotomica, trattando i principali quadri  clinici d’urgenza e le patologie di più frequente riscontro; di offrire nozioni di base di Primo e di Pronto intervento, relativamente ai concetti di emergenza e di urgenza, alle ferite, alle emorragie, ai traumi,compresi quelli ossei ed articolari, ai politraumi;  di affrontare le problematiche della Chirurgia Oncologica, con cenni su alcune delle neoplasie più diffuse,sui principali programmi di screening;  di presentare, anche con l’ausilio di filmati,  la Chirurgia Laparoscopica e Robotica, che rappresentano il futuro di questa disciplina.

Modalità didattiche

Lezioni teoriche frontali

Analisi di casi

Filmati

PROGRAMMA/CONTENUTO

DEFINIZIONI, SUDDIVISIONI, STORIA della CHIRURGIA GENERALE

CHIRURGIA LAPAROTOMICA E D’URGENZA: 

PRINCIPALI QUADRI IN URGENZA

  • OCCLUSIONE INTESTINALE
  • PERITONITI, ASCESSI PERITONEALI
  • EMORRAGIE GASTRO-INTESTINALI

PATOLOGIE PIU’ FREQUENTI:

  • APPENDICITE                                        
  • COLECISTITE
  • DIVERTICOLITE
  • ERNIE e LAPAROCELI                           

CHIRURGIA ONCOLOGICA 

  • GENERALITA’
  • TNM e STADIAZIONE
  • ALCUNI TUMORI TRA I PIU’ DIFFUSI:
    • CARCINOMA COLON-RETTO                
    • CARCINOMA DELLA MAMMELLA
    • CARCINOMA UTERO            

CHIRURGIA LAPAROSCOPICA  

  • DEFINIZIONE, STORIA della LAPAROSCOPIA
  • STRUMENTAZIONE
  • FILMATI di INTERVENTI

NOZIONI DI PRIMO SOCCORSO:

  • URGENZA EMERGENZA, PATOLOGIE DA INCENDIO, DA CALORE, DA FREDDO, FERITE, EMORRAGIE, TRAUMI, POLITRAUMI

CATETERI VENOSI CENTRALI E SISTEMI VENOSI IMPIANTABILI

TECNICHE CHIRURGICHE DI SUTURA, MATERIALI DI SUTURA, SUTURATRICI MECCANICHE, ANASTOMOSI

TESTI/BIBLIOGRAFIA

DIAPOSITIVE, DISPENSE E FOTOCOPIE DI TESTI

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni teoriche frontali

Analisi di casi

Filmati

ESAMI

Modalità d'esame

PROVA SCRITTA (10 DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA)

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso  l’esame finale che mira ad accertare l’  effettiva acquisizione da parte dello studente delle conoscenze previste dal programma

ALTRE INFORMAZIONI

Il docente riceve gli studenti su appuntamento previa email a: renato.scordamaglia@hsanmartino.it