ANATOMIA (APPARATO URO-GENITALE MASCHILE E FEMMINILE)

ANATOMIA (APPARATO URO-GENITALE MASCHILE E FEMMINILE)

_
iten
Codice
67708
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 1° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/16
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Introduzione all’organizzazione anatomica del corpo umano: aspetti topografici e caratteristiche morfologiche essenziali dei diversi organi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire le conoscenze di base di organi ed apparati.Acquisire le conoscenze anatomiche specifiche dell'apparato urogenitale maschile e femminile finalizzate all'assistenza ostetrica.Conoscere e saper riconoscere i tessuti dei principali organi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si pone l’obiettivo di:

- fornire agli studenti le nozioni base in materia di organizzazione anatomica, topografia e struttura degli organi del corpo umano, che costituiscono la premessa alle successive discipline scientifiche.

- far acquisire agli studenti la conoscenza di vascolarizzazione arteriosa, venosa e linfatica del corpo.

- far acquisire agli studenti la conoscenza del sistema nervoso centrale, periferico e gli organi di senso.

- fornire agli studenti una generale comprensione del corpo umano e del suo funzionamento.

- sviluppare negli studenti la capacità di utilizzare le competenze acquisite nell’attività pratica.

 

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: 

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere approfonditamente l’organizzazione anatomica, la topografia e la struttura degli organi del corpo umano.
  • Applicare le conoscenze acquisite nella pratica infermieristica e ostetrica (es. punti di repere, prelievo sangue).
  • Distinguere i punti di repere principali del corpo.
  • Descrivere analiticamente l’organizzazione di ogni organo e i suoi rapporti.
  • Iniziare ad interpretare sintomi e/o patologie, referti, utilizzando le basi anatomiche.

PREREQUISITI

Concetti base di biologia umana e terminologia anatomica di base. Capacità di organizzazione dello studio con approfondimento e sintesi. Buona conoscenza della lingua italiana per una corretta comprensione ed esposizione degli argomenti trattati.

Modalità didattiche

Lezione frontale

PROGRAMMA/CONTENUTO

Pelvi femminile: pelvi ossea, orientamento della pelvi, articolazioni e legamenti pelvici, pareti e pavimento pelvico, diametri pelvici.

Topografia della piccola pelvi femminile: organizzazione visceri, vascolarizzazione, drenaggio linfatico.

Topografia del perineo femminile: esame stratigrafico.

Ovaio: forma, posizione, rapporti, mezzi di fissità. Struttura microscopica. Ciclo ovarico. Controllo ormonale.

Tube uterine: forma, posizione, rapporti. Struttura microscopica. Controllo ormonale.

Utero: forma, posizione, rapporti, mezzi di fissità, orientamento, configurazione interna. Comportamento del peritoneo.  Struttura microscopica. Modificazioni cicliche dell’endometrio.

Vagina: forma, posizione, rapporti, configurazione interna Struttura microscopica.

Mammella: generalità, dimensioni, rapporti, mezzi di fissità. Struttura microscopica pre-, post-pubertà, gravidica, allattamento.

Innervazione specifica somatica e viscerale della pelvi: nervo sciatico, pudendo, splancnici pelvici, origine e distribuzione. Innervazione dell’utero, delle tube, della vagina.

Generalità inerenti:

Topografia della pelvi maschile: organizzazione dei visceri, vascolarizzazione, drenaggio linfatico.

Topografia del perineo maschile: esame stratigrafico.

Testicoli: forma, posizione, rapporti, struttura microscopica.

Vie spermatiche: tubuli retti e rete testis, epididimi, canali deferenti, condotti eiaculatori, uretra comune; forma, posizione, rapporti struttura microscopica.

Ghiandole annesse alle vie spermatiche: prostata, vescichette seminali, ghiandole bulbouretrali; forma, posizione, rapporti, struttura microscopica.

Genitali esterni: pene, borsa scrotale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

McKinley &O’Loughlin

Anatomia umana

Piccin

Tortora & Nielsen

Principi di Anatomia umana

CEA

Martini et al.

Anatomia dell’uomo

EdiSES

Ambrosi et al.

Anatomia dell’uomo

edi-ermes

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale

INIZIO LEZIONI

Vedi calendario primo semestre con inizio ad ottobre

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite

 

  • Esame orale

Modalità di accertamento

  1. Conoscenza di tutti gli argomenti svolti a lezione e riportati nel programma.

Capacità di concentrazione, di collegamento e di esposizione.