FISIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE II

FISIOLOGIA DELLA NUTRIZIONE II

_
iten
Codice
66474
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9288 DIETISTICA (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (DIETISTICA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La conoscenza della fisiologia della funzione digestiva  e dei sistemi che la regolano permette una visione integrata dell’organismo umano, necessaria a comprendere l’importanza dell’alimentazione nel mantenimento della salute.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso mira alla formazione di esperti nel campo della Dietistica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’istruzione del corso intende fornire un fondamento specifico per le materie di base necessarie alla formazione dello studente. Attraverso questo percorso formativo lo studente dovrà apprendere le conoscenze fondamentali riguardanti  la fisiologia delle funzioni motorie, secretorie e di assorbimento dell'apparato digerente umano, i meccanismi di controllo dell'omeostasi alimentare e del  metabolismo in condizioni fisiologiche e patologiche.  

Lo studente dovrà dimostrare, in sede di verifica finale, di aver acquisito la sufficiente e necessaria visione integrata dei meccanismi che regolano la nutrizione umana.

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 10 ore di  attività formative  che avranno luogo in aula mediante lezioni frontali. L’obbligo di frequenza è necessario  almeno per il 75% delle ore di lezione frontale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Controllo nervoso e ormonale delle funzioni dell’apparato digerente.

Segnali gastrointestinali, meccanismi ormonali e centri nervosi implicati nella regolazione del ciclo fame-sazietà.

Metabolismo in caso di stress e relazione tra stress e peso corporeo.

Cenni al microbiota.

La comunicazione psiconeuroendocrinoimmunitaria (PNEI). Il cibo come modulatore della rete PNEI.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Diapositive mostrate a lezione.

Per approfondimenti:

Dee U. Silverthorn

Fisiologia umana. Un approccio integrato.

Pearson

 

Lauralee Sherwood

Fisiologia umana. Dalle cellule ai sistemi

  •  

Per ulteriori consigli rivolgersi alla  docente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente. Prendere appuntamento per email: idemori@unige.it. Studio: DISTAV; V piano Palazzo delle Scienze, corso Europa 26, 16132 Genova Tel: 0103538246

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 10 ore di  attività formative  che avranno luogo in aula mediante lezioni frontali. L’obbligo di frequenza è necessario  almeno per il 75% delle ore di lezione frontale.

INIZIO LEZIONI

3 ottobre 2016

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame di fine corso mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici del C.I. Gli esami si svolgono presso l’Istituto di Santa Caterina, 2° piano a partire dalle ore 9 nelle date indicate a calendario.  La verifica è orale, condotta collegialmente dai Docenti di ciascun insegnamento. Il voto viene assegnato come media ponderale, pesata sui crediti, delle valutazioni sui singoli insegnamenti. In caso di impossibilità di uno dei Docenti, l’esame per la disciplina corrispondente avviene a mezzo di quiz a risposta multipla, immediatamente corretti dal resto della Commissione per poter assegnare il voto finale. I Docenti verificano il raggiungimento degli obiettivi formativi ponendo domande diversificate inerenti ai programmi effettivamente svolti durante le ore di lezione. Quando gli obiettivi formativi non sono stati raggiunti in tutte le discipline, lo studente è invitato a verificare meglio le sue conoscenze e a sostenere nuovamente l’esame in toto. Non sono fissati orari di ricevimento studenti, ma il Discente può prendere contatto con i Docenti per mail in modo da fissare un appuntamento per ulteriori spiegazioni o altri problemi.

Commissione di Esame

Presidente : Prof.ssa Franca Salamino

Membri: Proff. sse Federica Barbieri; Ilaria Demori, Susanna Penco, Sonia Valesi

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che ha l’obiettivo di verificare l’effettiva acquisizione, da parte dello studente, dei risultati di apprendimento attesi. Al fine di superare l’esame, con votazione non inferiore a 18/30,  lo studente dovrà dimostrare di conoscere le basi molecolari e cellulari delle patologie oggetto del corso

e di essere in grado di collegare gli argomenti del programma.

Concorrono al voto finale espresso in trentesimi:

-           Capacità di trattare in maniera trasversale e critica gli argomenti richiesti;

-           Correttezza, chiarezza, sintesi e fluidità espositiva;

-           Padronanza della materia;

-          Adozione di  una terminologia  appropriata

Il voto di 30/30 con eventuale lode sarà conferito quando le conoscenze/competenze della materia sono eccellenti.