ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

_
iten
Codice
84088
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
9 cfu al 2° anno di 8706 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO (LM-77) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/02
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Scopo del corso è offrire agli studenti una adeguata conoscenza del settore finanziario dell’economia, con particolare riferimento al dibattito sull’efficienza dei mercati, ai meccanismi di trasmissione della politica monetaria, e di alcuni filoni di ricerca recenti, legati alla Finanza Comportamentale.

La frequenza, anche se non obbligatoria, è fortemente consigliata.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso Economia dei Mercati finanziari sarà specificamente rivolto alle relazioni tra contesto macro economico e riflessi finanziari sulla gestione aziendale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso ha come obiettivi principali:

 

  • Comprendere il funzionamento dei mercati finanziari
  • Comprendere gli effetti della politica monetaria sui mercati finanziari
  • Comprendere il funzionalmento dei mercati finanziari alla luce della Finanza Comportamentale e di altre recenti impostazioni teoriche alternative

Modalità didattiche

Lezioni frontali del docente. Seminari di approfondimento

Presente su Aulaweb

Si   ☐X

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I: Il funzionamento dei mercati finanziari e il dibattito sull’efficienza dei mercati finanziari

  1. Il CAPM e l’APT
  2. Formalizzare il comportamento degli operatori finanziari: l’approccio ortodosso e le sue ipotesi di base
  3. Formalizzare il comportamento degli operatori finanziari: alcuni approcci alternativi e le critiche ai modelli ortodossi

Parte II: Impatto della politica monetaria sui mercati finanziari

  1. Moneta fiduciaria, banca centrale e sistemi di pagamento
  2. Dai tassi di interesse di policy ai tassi di mercato
  3. Il meccanismo di trasmissione della politica monetaria: il canale monetario e il canale creditizio

Parte III: Introduzione alla finanza comportamentale

  1. Anomalie nei comportamenti finanziari
  2. Anomalie nei fattori di sconto
  3. Bolle speculative
  4. Equity premium puzzle
  5. Incorporation

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Dispense a cura del docente (scaricabili dal forum di AulaWeb) intitolate “Il CAPM e l’APT”.
  • Dispense a cura del docente (scaricabili dal forum di AulaWeb) intitolate “The debate on market efficiency”.
  • Bagliano,  F-C, Marotta, (2010) G., Economia Monetaria, seconda edizione, Bologna, Il Mulino, 2010, capp. 1 (pagg.19.31), 5 (pagg. 165-188 e 198-208) 10 (pagg. 309-323).
  • Bernanke, B. Blinder, A. (1988), "Credit, Money and Aggregate Demand", American Economic Review, vol. 78, no. 2, Papers and Proceedings of the One-Hundredth Annual Meeting of the American Economic Association (May 1988), pp. 435-439. Gli studenti possono ottenere il pdf di questo articolo dai terminali della Biblioteca di economica. Le slides utilizzate dal docente per spiegare questo specifico punto del corso e questo articolo di Bernanke e Blinder saranno scaricabili dal forum di AulaWeb in un file intitolato “Il canale creditizio”
  • Forbes, W., (2009), “Behavioural Finance”, Chichester, UK, John Wiley & sons, capp. 2,3 (esclusi il paragrafo 3.2.2 e l’appendice) ,5, 13 (esclusi i paragrafi 13.1, 13.2, 13.2.1, 13.3.1, 13.3.2), 14.
  • Per i seminari di approfondimento saranno rese disponibili dispense predisposte dal docente e scaricabili dal forum di AulaWeb del corso

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento sarà comunicato sul sito AulaWeb del corso e sul forum di AulaWeb dopo che sarà reso noto l'orario delle lezioni.. Il ricevimento è valido solo durante il periodo delle lezioni del I e del II semestre; fuori dal periodo delle lezioni gli studenti possono comunque concordare dei ricevimenti contattando via mail il docente.

Commissione d'esame

MARCO MAZZOLI (Presidente)

GABRIELE CARDULLO (Presidente)

ELENA SEGHEZZA

MAURIZIO CONTI

LUCA BELTRAMETTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali del docente. Seminari di approfondimento

Presente su Aulaweb

Si   ☐X

 

INIZIO LEZIONI

2° Semestre

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

ESAMI

Modalità d'esame

Esame scritto

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

Domande aperte di teoria.

 

Ripetizione dell’esame

Consentita liberamente ad ogni appello.

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o prerequisiti consigliati

 

Il corso richiede necessariamente il richiamo di molti concetti dei corsi di Microeconomia e  Macroeconomia della laurea triennale.

 

 

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione del funzionamento dei mercati dei capitali, della formazione del prezzo dei titoli, degli effetti delle politiche economiche sul prezzo dei titoli.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per capire l’andamento del mercato dei capitali e le sue prospettive, e se il prezzo di un titolo è in linea con il prezzo di equilibrio di un’impresa.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono essere in grado, sulla base delle conoscenze acquisite, di pervenire ad una valutazione autonoma dei fatti finanziari.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

 

Non vi sono differenze nel programma e nel materiale tra studenti frequentanti e non frequentanti.