APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL'ASTROFISICA

APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL'ASTROFISICA

_
iten
Codice
62425
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 1° anno di 9011 MATEMATICA (LM-40) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MAT/08
LINGUA
Italiano (Inglese a richiesta)
SEDE
GENOVA (MATEMATICA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Le lezioni si tengono in lingua italiana.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il primo obiettivo è quello di introdurre alcuni aspetti modellistici relativi alla fisica dei brillamenti solari e quindi di descrivere i processi di formazione del segnale in telescopi spaziali dedicati all’osservazione dei brillamenti stessi. La parte principale dell'insegnamento riguarderà la descrizione dei metodi computazionali dedicati all’interpretazione del segnale e, in particolare, alla ricostruzione di immagini dei brillamenti sia nel caso di lunghezze d’onda nell’estremo ultravioletto, sia nel caso di alte energie (raggi X duri).

Modalità didattiche

Tradizionale: Il corso prevede lezioni teoriche e quattro esercitazioni in laboratorio

PROGRAMMA/CONTENUTO

Fondamenti dell’elaborazione di immagini: 1) Modello di formazione e registrazione di immagini: blurring e noise. 2) Immagini digitali: campionamento e quantizzazione. Relazioni base tra pixel. 3) Trasformata di Fourier Discreta bidimensionale, algoritmo Fast Fourier Transform bidimensionale (FFT 2D) e calcolo numerico della Trasformata di Fourier di un'immagine.  4) Operatori puntuali, locali e globali su immagini. Operatori per la detezione dei bordi. Trasformata di Hough e riconoscimento di curve in immagini.

Applicazioni all’imaging astronomico: Ricostruzione di immagini da visibilities: concetto di visibility; inversione della Trasformata di Fourier da dati limitati; tecniche di deconvoluzione; metodi iterativi di ricostruzione. Il satellite NASA RHESSI.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  1. Bertero M and Boccacci P 1998 An Introduction to Linear Inverse Problems in Imaging (IOP, Bristol)
  2. R.C. Gonzalez and R.E. Woods. Digital Image Processing 2nd edition. Prentice-Hall. 2002

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, da concordare via email

Ricevimento: su appuntamento via email

LEZIONI

Modalità didattiche

Tradizionale: Il corso prevede lezioni teoriche e quattro esercitazioni in laboratorio

INIZIO LEZIONI

In accordo con il calendario accademico approvato dal Consiglio di Corsi di Studi.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

APPLICAZIONI DELLA MATEMATICA ALL'ASTROFISICA

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Valutazione positiva delle esercitazioni di laboratorio come requisito di ammissione alla prova orale - Prova orale

Non sono previsti compitini durante il semestre

ALTRE INFORMAZIONI

Prerequisiti: Calcolo numerico, Analisi di Fourier

Modalità di frequenza. Facoltativa.
La frequenza delle esercitazioni in laboratorio è consigliata

Modalità di iscrizione agli esami: Posta elettronica