VULCANOLOGIA

VULCANOLOGIA

_
iten
Codice
87056
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 9022 SCIENZE GEOLOGICHE (LM-74) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Vulcanologia è una disciplina di base e applicativa delle Scienze Geologiche che studia i processi vulcanici terrestri, ne spiega la fenomenologia ed offre le basi per una loro corretta  nterpretazione attraverso lo studio dei prodotti vulcanici. E’ inoltre il principale strumento per l’analisi della pericolosità e del rischio vulcanico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha lo scopo di introdurre lo studente alla comprensione della fenomenologia dei vulcani a partire dai processi accrezionali dei corpi planetari (e dalla loro evoluzione termica), per passare alle relazioni tra vulcanismo e tettonica, fino a delineare i principali meccanismi eruttivi. Particolare attenzione è dedicata all’effetto delle proprietà chimico-fisiche e termodinamiche dei magmi sui processi vulcanici e all’utilizzo dei diagrammi di fase e dei calcoli normativi nella modellizzazione di tali proprietà. Una parte finale del corso è dedicata ai vulcani italiani.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento sono necessarie le conoscenze di geochimica, geologia, mineralogia, petrografia.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni sul terreno

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

1) Premesse

1-1) Origini del vulcanismo

1-2) Calore endogeno

1-2-1) Energia accrezionale

1-2-2) Decadimento radioattivo a lungo periodo

1-2-3) Radioattività a corto periodo

1-2-4) Energie di marea

1-2-5) Effetto di separazione nucleo-mantello

1-2-6) Evoluzione termica del pianeta

1-3) Composizione dei pianeti terrestri

1-3-1) Proprietà dei corpi planetari

1-3-2) Struttura e composizione della Terra

1-4) Le rocce vulcaniche: chimismo e classificazione

1-5) Calcoli normativi

1-5-1) Norma CIPW

1-5-2) Norma equivalente

1-5-3) Norma Barth-Niggli

1-5-4) Deconvoluzioni particolari: quadrilatero dei pirosseni

1-6) Diagrammi di variazione

1-6-1) Indice di Larsen

1-6-2) Indice di solidificazione

1-6-3) Indice di differenziazione

1-6-4) Numero di magnesio

1-6-5) Numero di sodio

 

2) Vulcanismo e tettonica

2-1) Locazione dell’attività vulcanica

2-2) La tettonica a zolle

2-3) Il vulcanismo di ridge oceanico

2-4) Il vulcanismo dei margini distruttivi

2-5) Vulcanismo intraplacca

 

3) Petrogenesi

3-1) Diagrammi di Roozeboom

3-1-1) Cristallizzazione di fasi a miscibilità nulla

3-1-2) Cristallizzazione di fasi a miscibilità completa

3-1-3) Cristallizzazione di fasi a miscibilità parziale

3-1-4) Formazione di composti intermedi a stechiometria fissa

3-2) Estensione a sistemi ternari

3-2-1) Sistemi ternari tra miscele meccaniche

3-2-2) Formazione di un composto intermedio a stechiometria fissa

3-2-3) Sistemi ternari tra fasi a miscibilità diversa

3-3) Estrensione a sistemi quaternari

3-4) Principali sistemi petrogenetici

3-4-1) Nefelina - silice

3-4-2) Forsterite - silice

3-4-3) Diopside – albite – anortite

3-4-4) Diopside – forsterite – silice

3-4-5) Nefelina – forsterite – silice

3-4-6) Albite – anortite – ortoclasio

3-4-7) Albite – ortoclasio – quarzo

3-4-8) Nefelina – kalsilite – silice (H2O)

 

4) Proprietà strutturali e reattive dei fusi silicatici

4-1) Natura ionica dei fusi ed interpretazione quasi-reticolare

4-2) Natura polimerica della matrice anionica: modelli di Toop-Samis e di Masson

4-3) Proprietà acido-base degli ossidi e loro effetti sullo stato strutturale

4-4) Basicità ottica e struttura dei fusi naturali

4-5) Effetti delle variabili intensive sul processo di fusione

4-6) Effetti del chimismo sul processo di fusione

 

5) Termodinamica dei fusi silicatici

5-1) Calore specifico

5-2) Entalpia ed entropia di fusione

5-3) Volume molare, espansione termica e compressibilità

5-4) Proprietà di miscela

5-4-1) Modelli di polimerizzazione

5-4-2) Modelli cellulari

5-4-3) Modello “central-surround”

5-4-4) Rappresentazione polinomiale

5-4-5) Modello quasi chimico e sue modifiche

5-4-6) Modello delle soluzioni associate

5-4-7) Modello ibrido

 

6) Proprietà reologiche

6-1) Relazioni tra stato fuso e stato vetroso

6-2) Viscosità: teoria Adams-Gibbs

6-3) Solubilità dei componenti volatili:

6-3-1) Solubilità meccanica

6-3-2) Solubilità reattiva

6-4) Processi di vesicolazione

6-5) Flussi lavici

6-5-1) Una tipica lava basaltica

6-5-2) Lave andesitiche

6-5-3) Lave dacitiche

6-5-4) Lave riolitiche

6-5-5) Lave carbonatitiche

6-5-6) Lave “sulfuree”

 

7) I tipi di attività vulcanica

7-1) Metodi classificativi

7-2) Esplosività e tipi di depositi

7-3) Classificazione della attività

7-4) Eruzioni “idrovulcaniche”

7-5) Attività Pelèeana

7-6) Eruzioni in generale

7-6-1) Eruzioni piroclastiche

7-6-2) Depositi piroclastici

7-6-3) Ignimbriti

7-6-4) Surges

7-6-5) Nubi ardenti

7-6-6) Debris flows

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense di Vulcanologia (scaricabili da Aula WEB)

Ottonello, G. (1991) Principi di Geochimica. Zanichelli, Bologna

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

DONATO BELMONTE (Presidente)

MARINO VETUSCHI ZUCCOLINI

ROBERTO CABELLA

CRISTINA CARBONE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni sul terreno

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del primo semestre avranno inizio a partire dal 30 Settembre 2019 ed avranno termine entro il 17 Gennaio 2020, le lezioni del secondo semestre avranno inizio a partire dal 17 Febbraio 2020 e avranno termine entro il 12 Giugno 2020.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

VULCANOLOGIA

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Colloquio mirato a valutare l’effettiva comprensione degli argomenti trattati nel corso.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
01/09/2020 09:00 GENOVA Orale
15/09/2020 09:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Frequenza consigliata