GIACIMENTI MINERARI

GIACIMENTI MINERARI

_
iten
Codice
66788
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 9022 SCIENZE GEOLOGICHE (LM-74) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il Corso fornisce le conoscenze teoriche e pratiche per la formazione della figura del geologo nel settore dei giacimenti minerari. Vengono approfondite le conoscenze sugli ore-minerals, sulla loro distribuzione, sui fabbisogni e riserve, sui processi metallogenici che portano alla concentrazione degli ore-minerals. Verranno fornite le basi per sviluppare capacità analitiche dalla macro alla micro-scala che consentono allo studente di acquisire competenze applicabili alle attività estrattive.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire un quadro dei principali giacimenti minerari, comprensivo dei processi genetici e dei modelli giacimentologici. Illustrare le competenze del geologo nelle fasi dell'attività estrattiva dalla prospezione mineraria alle fasi di chiusura ad attività ultimate.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste (lezioni frontali e attività in laboratorio e sul terreno) consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze teoriche e pratiche per sviluppare le capacità necessarie per affrontare studi nel campo dei giacimenti minerari.

Nello specifico lo studente alla fine del corso saprà:

  • conoscere e descrivere  i principali processi di formazione dei giacimenti
  • conoscere le materie prime minerali e la loro distribuzione mondiale e nazionale
  • conoscere i fabbisogni e i minerali critici per la società moderna
  • conoscere le problematiche di concentrazione dei minerali e i principali metodi di separazione
  • conoscere le tecniche di indagine mineralogica applicabili alla separazione e concentrazione dei minerali e in ogni fase della vita di un giacimento, dall’esplorazione alla fase di recupero ambientale

In base alle lezioni, alla discussione di casi di studio e alle attività pratiche svilupperà le capacità per:

  • distinguere i principali minerali utili, le loro proprietà e le principali tessiture delle mineralizzazioni
  • descrivere i principali tipi di giacimenti magmatici, sedimentari metamorfici e idrotermali
  •  correlare i principali processi metallogenici ai processi petrogenetici e agli ambienti geodinamici
  •  utilizzare gli ore-minerals come indicatori di specifici processi in differenti ambienti (magmatici, sedimentari idrotermali e pedogenetici)
  • utilizzare dati geologici, mineralogici, petrografici e geochimici per la comprensione dei processi metallogenici di varia natura e per le applicazioni di separazione e concentrazione dei minerali.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento sono necessarie le conoscenze di geochimica, geologia, mineralogia, petrografia.

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali, esercitazioni in aula e in laboratorio. Essendo previste attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite ed attività pratiche e metodologiche, la frequenza a lezioni ed esercitazioni in aula e laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni in aula sulla discussione di carte metallogeniche costituiscono un momento importante di autovalutazione. Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali e costituiscono anche un test di autovalutazione. Le esercitazioni in laboratorio prevedono report individuali e discussione finale con il docente. In particolare saranno sviluppati:

  • Esercitazioni di analisi macroscopiche per il riconoscimento di minerali e tessiture delle mineralizzazioni;
  • Esercitazioni allo stereomicroscopio per singoli studenti  su granulati e minerali pesanti separati
  • Esercitazioni collettive al microscopio metallografico utilizzando le collezioni del DISTAV di ore-minerals,
  • Esercitazioni collettive al microscopio elettronico a scansione per la determinazione della composizione di minerali, mappe di elementi e caratteri tessiturali per la separazione e concentrazione.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule attrezzate con 24 microscopi polarizzatori, 2 micrscopi metallografici, 12 stereomicroscopi e nel laboratorio di microscopia elettronica e microanalisi  del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Ambiente e della Vita (DISTAV).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma prevede la presentazione e discussione dei seguenti argomenti.

Concetti fondamentali. Giacimento, ganga, tenore, tenore minimo coltivabile, sottoprodotti. Classificazioni dei Giacimenti Minerari. Cenni di geologia economica. Giacimenti sedimentari (di accumulo meccanico, di alterazione, di precipitazione chimica): placers, depositi residuali, evaporiti, giacimenti stratificati di ferro, fosforiti. Giacimenti associati a rocce magmatiche basiche-ultrabasiche (Cr, Ni, Cu, PGE); diamanti in kimberliti e lamproiti; giacimenti associati a rocce da intermedie ad acide (pegmatiti, skarn, porphyry -Cu -Sn -W -Mo); giacimenti vulcanogenici a solfuri; giacimenti esalativi-sedimentari, giacimenti a solfuri tipo strata-bound (tipo Mississipi Valley), U, V roll-type); giacimenti in vene e alcuni depositi idrotermali. Processi metallogenici e ambienti geodinamici. Riconoscimento al microscopio metallografico di minerali, strutture e tessiture di mineralizzazioni, mineralogia applicata ai processi industriali di concentrazione e problemi di liberazione dei minerali utili dalla ganga. Esempi e casi di studio applicativi, Escursioni a  siti e impianti estrattivi a cielo aperto e/o in sotterraneo.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine di ogni ciclo di lezioni/esercitazioni di laboratorio insieme ad altro materiale bibliografico in formato pdf.

I libri indicati sono suggeriti come testo di appoggio e sono disponibili e consultabili insieme ad altri libri per eventuali approfondimenti presso la biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N. e presso il docente.

J.R. Craig, D.J Vaughan, B. Skinner (1996): Resources of the Earth. Prentice Hall.
A. Evans (1993 ): Ore geology and Industrial Minerals: an introduction.Wiley-Blackwell
J.R. Craig, D.J Vaughan (1994): Ore Microscopy and ore petrography. John Wiley & Sons.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti avviene per appuntamento, concordato direttamente con il docente telefonicamente, per mail o via aulaweb

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali, esercitazioni in aula e in laboratorio. Essendo previste attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite ed attività pratiche e metodologiche, la frequenza a lezioni ed esercitazioni in aula e laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni in aula sulla discussione di carte metallogeniche costituiscono un momento importante di autovalutazione. Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali e costituiscono anche un test di autovalutazione. Le esercitazioni in laboratorio prevedono report individuali e discussione finale con il docente. In particolare saranno sviluppati:

  • Esercitazioni di analisi macroscopiche per il riconoscimento di minerali e tessiture delle mineralizzazioni;
  • Esercitazioni allo stereomicroscopio per singoli studenti  su granulati e minerali pesanti separati
  • Esercitazioni collettive al microscopio metallografico utilizzando le collezioni del DISTAV di ore-minerals,
  • Esercitazioni collettive al microscopio elettronico a scansione per la determinazione della composizione di minerali, mappe di elementi e caratteri tessiturali per la separazione e concentrazione.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule attrezzate con 24 microscopi polarizzatori, 2 micrscopi metallografici, 12 stereomicroscopi e nel laboratorio di microscopia elettronica e microanalisi  del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Ambiente e della Vita (DISTAV).

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del primo semestre avranno inizio a partire dal 30 Settembre 2019 ed avranno termine entro il 17 Gennaio 2020, le lezioni del secondo semestre avranno inizio a partire dal 17 Febbraio 2020 e avranno termine entro il 12 Giugno 2020.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

GIACIMENTI MINERARI

ESAMI

Modalità d'esame

La verifica della preparazione consiste in un esame orale. Consiste nell'esposizione di un argomento a scelta dello studente e nella risposta a domande poste dal docente su argomenti trattati durante il corso.

Saranno disponibili 2 appelli nella sessione invernale (gennaio-febbraio) e 5 appelli nella sessione estiva (giugno, luglio, settembre).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti all’inizio del corso e ribaditi durante lezioni ed esercitazioni.

 

Lo studente dovrà dimostrare sia la conoscenza degli argomenti trattati nelle lezioni frontali sia di aver acquisito capacità di analisi e inquadramento dei giacimenti nel contesto degli ambienti geodinamici.

Dovrà essere dimostrata una buona capacità di correlare le conoscenze teoriche e le competenze acquisite nell’affrontare problematiche giacimentologiche con le tecniche analitiche conosciute. Lo studente dovrà inoltre dimostrare padronanza e proprietà di linguaggio tecnico con capacità espositiva degli argomenti.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza regolare alle lezioni e alle esercitazioni è fortemente raccomandata.