MEDICINA INTERNA E DI PRIMO SOCCORSO

MEDICINA INTERNA E DI PRIMO SOCCORSO

_
iten
Codice
66942
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
1 cfu al 2° anno di 9286 TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA)
periodo
1° Semestre
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La disciplina della Medicina Interna tratta le principali condizioni di malattia riscontrabili nella popolazione adulta e comprende importanti cause di urgenza . La trattazione e la comprensione delle basi fisiopatologiche e della presentazione clinica delle principali malattie internistiche contribuisce alla più generale comprensione delle cause del disagio, specie nella popolazione anziana e a qualsiasi titolo fragile, nonché alla percezione dell’emergenza sanitaria

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le basi ezio-patogenetiche delle malattie, dei meccanismi generali di danno tissutale e comprendere i principali processi fisiopatologici. Apprendere le basi razionali dell'utilizzo dei farmaci e le nozioni generali di farmacologia generale. Acquisire la conoscenza di base dei quadri clinici di malattie rilevanti per impatto epidemiologico e/o gravità in neurologia, medicina interna e malattie infettive. Acquisire conoscenza di base dei quadri clinici tali da configurare condizioni di urgenza e loro contestualizzazione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Considerando le finalità del corso e la dimensione del modulo gli obiettivi formativi non sono quelli di conferire agli studenti capacità di organizzare percorsi diagnosti in dettaglio o  pianificare interventi terapeutici, ma di fornire loro una visione generale dei principali quadri sindromici in termini di presentazione clinica (con particolare riguardo alla sintomatologia e ai segni di malattia rilevabili senza l’ausilio di manovre semeiologiche che richiedano specifica preparazione tecnica) , senza tralasciare le basi fisiopatologiche necessarie per la loro comprensione, facendo riferimento alle conoscenze di fisiologia e patologia generale. Nella trattazione dei quadri clinica verrà dato rilievo all’identificazione delle emergenze che necessitino di intervento immediato diretto o indiretto (richiesta di soccorso, ospedalizzazione).

Nell’impossibilità di trattare esaustivamente tutti i quadri internistici, si privilegerà la patologia ad alto impatto epidemiologico riguardante l’apparato respiratorio, cardiovascolare e le malattie endocrino-metaboliche, e si farà perno sulle alterazioni fondamentali dei segni vitali (dispnea, alterazioni del circolo, alterazioni dello stato di coscienza, alterazioni delle condizioni di nutrizione e idratazione, etc.)

RISULTATI DI APPRENDIMENTO attesi

Lo studente dovrà:

  • Conoscere la presentazione clinica dei principali grandi quadri sindromici internistici
  • Conoscere e valutare criticamente i possibili significati delle alterazioni fondamentali dei segni vitali e la necessità di interventi immediati (NB  la struttura e le dimensioni del modulo non permettono un approfondimento pratico interventistico dell’emergenza - BLS, BLSD… - per il quale viene prospettata l’utilità di approfondimenti specifici al di fuori del corso)
  • Conoscere il significato dei principali presidi diagnostici di uso corrente
  • Riconoscere, applicando le conoscenze di cui sopra, il possibile ruolo della malattia organica come (con)causa di disagio
  • Applicare le conoscenze di cui sopra al fine di connotare la gravità di una situazione clinica ed il bisogno di intervento (terapia, ospedalizzazione)
  • Applicare le conoscenze di cui sopra al fine di connotare l’urgenza di intervento immediato
  • Integrare le conoscenze di cui sopra con quanto appreso in altri moduli del corso

Modalità didattiche

Il modulo si articola in n. 12 lezioni frontali sugli argomenti sopra elencati.

Verrà favorita al massimo la discussione e la verifica estemporanea della comprensione, anche con l’uso di esempi clinici pratici,  partendo non solo dalle conoscenze di base già possedute (cui si farà riferimento e che si cercherà di verificare e ove possibile rafforzare attraverso la discussione), ma anche dall’esperienza di “vita quotidiana”.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Basi di fisiopatologia dell’apparato respiratorio
  • Le dispnee
  • Le principali malattie dell’apparato respiratorio, con particolare riferimento alle malattie croniche
  • Basi di fisiopatologia dell’apparato cardiovascolare
  • Lo scompenso cardiaco
  • La cardiopatia ischemica e l’infarto del miocardio
  • L’ipertensione arteriosa, cause e malattie correlate
  • Ipotensione arteriosa, shock, lipotimia
  • Diabete mellito, fisiopatologia e quadri clinici correlati, con particolare riferimento alle emergenze – cenni su altre malattie endocrino-metaboliche

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Antonelli Incalzi R. –Medicina Interna per Scienze Infermieristiche – Piccin E.

Ferrara L.A. et al. – Compendio di Medicina Interna - EdiSES

I testi proposti sono concepiti in generale per le professioni sanitarie, e costituiscono anche e soprattutto strumento di eventuale approfondimento (vengono indicate le parti essenziali)

Viene messo a disposizione degli studenti il materiale usato per la presentazione durante le lezioni frontali

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Previo contatto e-mail (apende@unige.it) per appuntamento.

Commissione d'esame

ANDREA BELTRAME (Presidente)

GABRIELLA PIETRA

ALDO PENDE

MARIA CRISTINA MINGARI

DARIO ARNALDI

FEDERICA BARBIERI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il modulo si articola in n. 12 lezioni frontali sugli argomenti sopra elencati.

Verrà favorita al massimo la discussione e la verifica estemporanea della comprensione, anche con l’uso di esempi clinici pratici,  partendo non solo dalle conoscenze di base già possedute (cui si farà riferimento e che si cercherà di verificare e ove possibile rafforzare attraverso la discussione), ma anche dall’esperienza di “vita quotidiana”.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esami finale che mira ad accertare l’effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi.

Lo studente per superare l’esame deve riportare un voto non inferiore a 18/30,dimostrando il raggiungimento almeno in maniera minimale degli obiettivi specifici di cui sopra:

  • Conoscere la presentazione clinica dei principali grandi quadri sindromici internistici
  • Conoscere i possibili significati delle alterazioni fondamentali dei segni vitali e la possibile necessità di interventi immediati (NB  la struttura e le dimensioni del modulo non permettono un approfondimento pratico interventistico dell’emergenza - BLS, BLSD… - per il quale viene prospettata l’utilità di approfondimenti specifici al di fuori del corso)
  • Conoscere il significato dei principali presidi diagnostici di uso corrente
  • Applicare le conoscenze di cui sopra al fine dell’identificazione della malattia organica come (con)causa di disagio
  • Applicare le conoscenze di cui sopra al fine di connotare la gravità di una situazione clinica ed il bisogno di intervento (terapia, ospedalizzazione)
  • Applicare le conoscenze di cui sopra al fine di connotare l’urgenza di intervento immediato
  • Acquisire la capacità di integrare le conoscenze di cui sopra con quanto appreso in altri moduli del corso

Concorrono al voto finale espresso in trentesimi:

  • capacità di trattare in maniera trasversale e critica gli argomenti richiesti
  • correttezza, chiarezza, sintesi e fluidità espressiva
  • padronanza della materia
  • adozione di terminologia appropriata

Il voto di 30/30 con eventuale lode sarà conferito in caso di eccellenza delle conoscenze/competenze acquisite

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
10/06/2020 14:00 GENOVA Orale Istituto Santa Caterina, Aula A (piano II)
08/07/2020 14:00 GENOVA Orale Istituto Santa Caterina, Aula A (piano II)
22/07/2020 14:00 GENOVA Orale Istituto Santa Caterina, Aula A (piano II)
09/09/2020 14:00 GENOVA Orale Istituto Santa Caterina, Aula A (piano II)

ALTRE INFORMAZIONI

Viene lasciato agli studenti recapito telefonico per ricevimento su appuntamento, per eventuali quesiti/chiarimenti (anche con possibilità di incontri collettivi)