DIRITTO AMMINISTRATIVO

DIRITTO AMMINISTRATIVO

_
iten
Codice
74733
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 3° anno di 8768 SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE (L-36) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 8776 SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-16) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/10
SEDE
GENOVA (SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE )
periodo
1° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Pubblica Amministrazione e il suo diritto: evoluzione della materia, rapporti con altri rami del diritto. La Pubblica Amministrazione nella Costituzione: i principi del diritto amministrativo. Profili generali dell’organizzazione amministrativa: la soggettività pubblica. Le situazioni giuridiche soggettive e i poteri amministrativi. Gli strumenti dell'azione amministrativa: il provvedimento amministrativo e gli accordi amministrativi. Cenni sul sistema di giustizia amministrativa.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si propone di fornire la conoscenza delle fonti del diritto amministrativo, dell’organizzazione e dell’attività delle Amministrazioni pubbliche nonché le linee generali della giustizia amministrativa.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivo dell'insegnamento di Diritto Amministrativo è quello di fornire le basi cognitive sui principi e sulle norme che disciplinano i soggetti pubblici, che ne regolano l'organizzazione, l'azione e  la loro interazione con i soggetti e le situazioni giuridiche private.

Al termine del corso gli studenti avranno acquisito la preparazione necessaria alla comprensione della natura dei soggetti pubblici e dei meccanismi essenziali che regolano le loro logiche ed i loro comportamenti.

In particolare, gli studenti saranno in grado di:

-  ricercare e comprendere le fonti normative che disciplinano natura ed azione dei soggetti pubblici;

-  selezionare e valutare figure e situazioni sulla base dei presupposti normativi di diritto amministrativo che ne disciplinano azioni ed effetti;

- elaborare interpretazioni e modelli comportamentali riferiti a situazioni amministrative di soggetti pubblici in relazione agli obiettivi da perseguire.

 

PREREQUISITI

E' necessario per affrontare in modo adeguato ed efficace i contenuti dell'insegnamento la conoscenza delle istituzioni fondamentali del diritto pubblico e del diritto costituzionale in modo particolare.

E' vivamente consigliato aver sostenuto l'esame di Istituzioni di Diritto Pubblico o altri insegnamenti similari.

Modalità didattiche

L'insegnamento è articolato in lezioni frontali svolte dal docente coadiuvato, in occasione della trattazione di particolari argomenti, da uno o più  esperti di settore provenienti da ruoli o incarichi nelle Amministrazioni Pubbliche. Le lezioni hanno per oggetto la trattazione degli argomenti teorici oggetto del programma, con la parte conclusiva di ciascuna lezione dedicata all'esame, in interazione con gli studenti, di uno o più documenti amministrativi ufficiali ovvero di un tema di attualità, desunto dagli organi di informazione, e strettamente attinente all'argomento trattato nel corso della lezione.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

La Pubblica Amministrazione e il suo diritto: nozione di Pubblica Amministrazione, evoluzione storica della materia, rapporti con altri rami del diritto;

La Pubblica Amministrazione nella Costituzione: i principi del diritto amministrativo;

Profili generali dell’organizzazione amministrativa: gli enti pubblici, uffici e organi, relazioni e rapporti tra uffici e organi, il rapporto di lavoro alle dipendenze delle Pubbliche Amministrazioni;

L’organizzazione amministrativa positiva nell’ordinamento italiano: quadro generale dell’organizzazione statale, Consiglio di Stato, Corte dei Conti, CNEL, le amministrazioni indipendenti, le agenzie, l’amministrazione periferica dello Stato, le regioni, le province, i comuni, le città metropolitane;

Le situazioni giuridiche soggettive e i poteri amministrativi;

Il procedimento amministrativo;

Il provvedimento amministrativo e gli accordi amministrativi;

Cenni sul sistema di giustizia amministrativa.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

TARULLO Stefano, Manuale di Diritto Amministrativo, Zanichelli  Editore, edizione 2017 o successiva, limitatamente alle seguenti parti:

Parte I, Capitolo 2;  Parte II, III, IV, V, VI, VII, VIII; Parte IX, Capitolo 1; Parte X; Parte XI, Capitolo 1, Sezione I e Capitolo 2, Sezione I; Parte XII, Capitolo 1; Parte XIV, Capitoli 1, 2, 3, 4 e 5; Parte XV; Parte XVI, Capitoli 1 e 2; Parte XVII

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è disponibile prima e dopo le lezioni. E'  comunque possibile concordare un appuntamento previo contatto via mail.  

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento è articolato in lezioni frontali svolte dal docente coadiuvato, in occasione della trattazione di particolari argomenti, da uno o più  esperti di settore provenienti da ruoli o incarichi nelle Amministrazioni Pubbliche. Le lezioni hanno per oggetto la trattazione degli argomenti teorici oggetto del programma, con la parte conclusiva di ciascuna lezione dedicata all'esame, in interazione con gli studenti, di uno o più documenti amministrativi ufficiali ovvero di un tema di attualità, desunto dagli organi di informazione, e strettamente attinente all'argomento trattato nel corso della lezione.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni avranno inizio venerdì 27 settembre 2019 alle ore 14,00 presso l'Albergo dei Poveri

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO AMMINISTRATIVO

ESAMI

Modalità d'esame

Esame in forma orale con accertamento della preparazione sui vari argomenti oggetto del programma, sulla capacità di relazione tra i vari temi oggetto di studio nonché sulle relazioni con gli altri rami dell’ordinamento giuridico. Accertamento dell’apprendimento di un corretto linguaggio giuridico.

Oggetto di valutazione sono la completezza degli argomenti trattati, la costruzione complessiva della risposta, l’ordine nella sequenza dei concetti, gli eventuali collegamenti stabiliti tra temi diversi trattati nel corso, l’effettiva comprensione della sostanza di ciò che viene esposto, la capacità critica del candidato, nonché, laddove possibile, quella di collocare le risposte nell’ambito dei principi generali del diritto.

 

Modalità di accertamento

Di regola, e salve eventuali diverse esigenze risultanti dalle risposte del candidato, l’esame si articola su tre domande.

La prima domanda è generalmente una domanda ampia, che consente una risposta articolata.

In questo modo risulta possibile una valutazione dell’apprendimento del candidato legata non soltanto alla memorizzazione di nozioni puntuali ma anche all’organizzazione del pensiero ed all’articolazione del discorso.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
20/12/2019 15:00 GENOVA Orale
17/01/2020 15:00 GENOVA Orale
31/01/2020 15:00 GENOVA Orale
05/06/2020 15:00 GENOVA Orale
19/06/2020 15:00 GENOVA Orale
17/07/2020 15:00 GENOVA Orale
11/09/2020 15:00 GENOVA Orale