STORIA DEI PARTITI E MOVIMENTI POLITICI IN EUROPA

STORIA DEI PARTITI E MOVIMENTI POLITICI IN EUROPA

_
iten
Codice
49182
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 2° anno di 10177 SCIENZE INTERNAZIONALI E DELLA COOPERAZIONE (LM-52) GENOVA

4 CFU al 1° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/04
SEDE
GENOVA (SCIENZE INTERNAZIONALI E DELLA COOPERAZIONE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, i partiti hanno rappresentato il principale strumento per la partecipazione dei cittadini alla vita politica. Il Novecento è stato perciò, per molti aspetti, il secolo dei partiti, e di conseguenza conoscerne la storia, i programmi, i leader, l’organizzazione e le modalità di propaganda risulta indispensabile per la comprensione del periodo che intercorre tra la prima guerra mondiale e la fine della guerra fredda.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti un inquadramento generale sulla storia dei partiti e dei movimenti politici in Italia e in Europa tra Otto e Novecento, che saranno analizzati  nell'ambito delle  famiglie politiche di appartenenza  (liberale, socialista, comunista, cattolica, fascista, ecc.) e in riferimento alla più generale evoluzione del contesto internazionale e di quelli nazionali. Un’attenzione particolare verrà inoltre riservata ai partiti e ai gruppi parlamentari europei.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Fornire agli studenti gli strumenti analitici necessari alla comprensione dei processi politici che caratterizzano la storia contemporanea, consentire loro di orientarsi in quest’ambito nel panorama storiografico, favorire un approccio critico nei confronti degli eventi tra passato e presente.

Modalità didattiche

Il corso prevede 18 lezioni della durata di 2 ore ciascuna, nel corso delle quali saranno proiettate slides, distribuiti documenti, organizzati momenti di confronto e discussione. I frequentanti dovranno altresì presentare a livello individuale una ricerca su temi che saranno indicati a lezione.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si articola in due parti: una parte generale, che si propone di ripercorrere i tratti fondamentali della genesi, dello sviluppo e delle trasformazioni dei partiti e dei movimenti politici in Italia e in Europa tra Otto e Novecento, e una parte monografica dedicata alla formazione e alle prospettive dei partiti europei (Ppe, Pse, Se, Alde, Verdi, ecc.), nonché al ruolo svolto dai movimenti per l’unità europea nel processo d’integrazione comunitaria.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi consigliati: Galli, Giorgio, I partiti europei: storia e prospettive dal 1649 a oggi, Baldini Castoldi Dalai, 2008 (parti da concordare, ridotte per gli studenti di APP); Levi, Guido e Sozzi, Fabio (a cura di), Unione politica in progress. Partiti e gruppi parlamentari europei 1953-2014, Cedam, 2015.

Per i non frequentanti, inoltre, un testo aggiuntivo a scelta tra: Ignazi, Piero, I partiti in Italia dal 1945 al 2018, Il Mulino, 2018; Levi, Guido and Preda, Daniela (eds.), Euroscepticisms. Resistance and Opposition to the European Community/European Union, Il Mulino, 2019 (parti da concordare); Mair, Peter, Governare il vuoto. La fine della democrazia dei partiti, Rubbettino, 2015; Preda, Daniela (a cura di), Altiero Spinelli e i movimenti per l'unità europea, Cedam, 2010; Ridolfi, Maurizio, Italia a colori. Storia delle passioni politiche dalla caduta del fascismo a oggi, Le Monnier, 2015; Tolomelli, Marica, L’Italia dei movimenti. Politica e società nella Prima Repubblica, Carocci, 2015; Toscano, Emanuele, Il movimento alterglobal in Europa: soggettività e costruzione di alternative. Una comparazione tra Italia, Francia e Inghilterra, Aracne, 2018, Piero Ignazi, Partito e  Democrazia Il Mulino 2019

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Martedi e giovedi, ore 10-12.

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso prevede 18 lezioni della durata di 2 ore ciascuna, nel corso delle quali saranno proiettate slides, distribuiti documenti, organizzati momenti di confronto e discussione. I frequentanti dovranno altresì presentare a livello individuale una ricerca su temi che saranno indicati a lezione.

INIZIO LEZIONI

Martedì 8 ottobre

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste in una verifica orale, della durata di 20-30 minuti, al fine di accertare il livello di conoscenza della materia acquisito dallo studente. La Commissione è presieduta dal docente titolare del corso.

Modalità di accertamento

(vedi sopra)

ALTRE INFORMAZIONI

Il docente è disponibile a ulteriori chiarimenti sul programma e sulle modalità d’esame nei giorni di ricevimento. Gli studenti lavoratori possono richiedere un appuntamento in altro orario.