METALLURGIA

METALLURGIA

_
iten
Codice
72563
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
8 cfu al 3° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA

7 CFU al 2° anno di 8765 SCIENZA DEI MATERIALI (L-30) GENOVA

5 CFU al 2° anno di 9009 METODOLOGIE PER LA CONSERV. RESTAURO BENI CULTURALI (LM-11) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 10375 INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO (L-9) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE )
periodo
1° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

I materiali metallici, parte integrante della vita di ogni giorno, sono il risultato di millenni di sviluppo e di evoluzione nel campo delle conoscenze e delle tecnologie. I settori toccati vanno quindi dall'archeologia all'ingegneria passando attraverso la chimca e la scienza dei materiali. Per questo motivo il corso si compone si una prima breve introduzione alla storia della metallurgia "come siamo arrivati qui" per arrivare alla siderurgia moderna.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscenza di base della struttura e delle proprietà dei materiali metallici, della loro produzione e dei processi di trasformazione, trattamenti termici e comportamento in esercizio. Conoscenza dei principi per selezionare e fabbricare materiali metallici in relazione al loro differente impiego industriale. Conoscenza delle principali tecniche di indagine metallografica. Abilità nel riconoscere le microstrutture di acciai e leghe metalliche nei vari stadi di produzione e trasformazione industriale e di collegarle alle proprietà in esercizio.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo studente deve imparare a comprendere la correlazione tra proprietà dei metalli, composizione chimica, storia termomeccanica.

Le leghe a base ferro (acciai al carbonio e ghise) sono studiate più in dettaglio con esempi pratici

Modalità didattiche

Il corso si svolge principalmente in aula con esempi pratici e seminari di specialisti nel settore della metallurgia

Il docente fornisce a fine corso copia delle presentazioni utilizzate nel corso delle lezioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Definizione di soluzione solida, fase e composto intermetallico, trasformazione eutettica, peritettica. Passaggio fuso-solido per un metallo puro e per una lega. Segregazione primaria (microsegragazione), macrosegregazione e macrodifettosità di un fuso. Microcristallino, transcristallino, equiassico). Attacchi primari per gli acciai: Tiografia (impronta Bauman), Oberhoffer, Lechatelier. Il diagramma Fe-C: distinzione tra acciai e ghise, individuazione dei punti critici e delle trasformazioni del ferro e delle sue leghe. Acciai all’equilibrio. Ghise bianche. Ghise grige. Introduzione alle curve ad S (curve di Bain, curve TTT) e alle curve CCC. Trattamenti termici dell’acciaio in campo gamma: ricottura di addolcimento, ricottura isotermica, normalizzazione, tempra. Trattamenti termici dell’acciaio in campo alfa: rinvenimento di un acciaio temprato (Bonifica) e definizione di Temprabilità (provino Jominy), distensione e ricristallizzazione. Trattamenti termici superficiali (tempra superficiale). Trattamenti termochimici superficiali: carbocementazione, nitrurazione. Utilizzo di un microscopio ottico metallografico con cenni di analisi d’immagine. Riconoscimento delle microstrutture osservate al microscopio. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

A. Cigada, T. Pastore, Struttura e proprietà dei materiali metallici, McGraw-Hill,

W. Nicodemi, Metallurgia, Zanichelli

R. E. Smallman and A. H.W. Ngan, Physical Metallurgy and Advanced Materials, Butterworth-Heinemann, 2007

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Previo appuntamento contattando il docente al numero 0103536145

Ricevimento: Previo appuntamento contattando il docente

Commissione d'esame

PAOLO PICCARDO (Presidente)

ROBERTO SPOTORNO

GIORGIA GHIARA

VALERIA BONGIORNO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si svolge principalmente in aula con esempi pratici e seminari di specialisti nel settore della metallurgia

Il docente fornisce a fine corso copia delle presentazioni utilizzate nel corso delle lezioni.

INIZIO LEZIONI

Dal 23 settembre 2019 (secondo l'orario riportato su http://www.chimica.unige.it/didattica/orari_CTC  e/o   https://corsi.unige.it/8757 )

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame avviene tramite una prova scritta che, in caso di necessità, può essere completata da una prova orale. 

La prova scritta, della durata di tre ore, prevede tre domande relative ad argomenti trattati nel corso delle lezioni, e richiede non solo la conoscenza della materia ma anche la capacità di ragionare sulla materia connettendo le varie parti del corso. Ogni voce d'esame vale 10 punti che vengono attribuiti in base alla scioltezza ed alla qualità della risposta. Per votazioni inferiori ai 27/30 si può fare richiesta di affrontare la prova orale in cui vengonno fatte domande sulle parti deboli o non chiare dello scritto.

 

Modalità di accertamento

Lo scritto viene letto e corretto dai docenti che costituiscono la commissione d'esame valutando la qualità della risposta, la sua esattezza scientifica, la capacità di collegare e discutere punti affini all'argomento che s'è posto al cuore della domanda

ALTRE INFORMAZIONI

L'esame prevede una votazione da 18 alla lode con vincolo di originalità e completezza per poter raggiungere l'attribuzione della lode