MODULO 1 DI FONDAMENTI DI GEOTECNICA

MODULO 1 DI FONDAMENTI DI GEOTECNICA

_
iten
Codice
99063
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 8715 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (L-7) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/07
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Docente titolare dell'insegnamento:

Riccardo Berardi                                              

Settore scientifico disciplinare

ICAR/07 Geotecnica

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Finalità del corso è quella di fornire i concetti di base della materia, introducendo le peculiarità del materiale terreno e dando particolare enfasi all’analisi del comportamento meccanico delle terre, al fine di fornire un solido inquadramento teorico, seppur necessariamente semplificato, degli aspetti che più frequentemente si affrontano nella pratica geotecnica. Viene inoltre trattata la caratterizzazione sperimentale dei terreni e vengono fornite le metodologie di base per il progetto e la verifica delle fondazioni (superficiali e profonde) e delle opere di sostegno rigide.

Capacità operative

Valutazione stati tensionali iniziali e indotti e loro eventuale evoluzione nel tempo. Problemi connessi a resistenza e deformabilità in ambito geotecnico: conoscenza dei metodi di analisi più generali e loro applicabilità. Programmazione e controllo di indagini geotecniche. Scelta del tipo di fondazione. Calcolo e verifica di strutture di fondazione e muri di sostegno.

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni, esercitazioni e trattazione di casi studio

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Introduzione all'Ingegneria Geotecnica.
  • Caratteristiche generali dei terreni. Proprietà identificative e classificazione delle terre.
  • Condizioni di stato iniziale e storia tensionale Principio degli sforzi efficaci.
  • L’acqua nelle terre. Permeabilità e moti di filtrazione
  • Comportamento meccanico dei terreni: criteri di resistenza e modelli deformativi.
  • Spinta delle terre
  • Consolidazione monodimensionale: teoria e applicazioni
  • Determinazione sperimentale delle caratteristiche meccaniche Prove di laboratorio e prove in sito.
  • Fondazioni Superficiali. Tipologie e approcci per il dimensionamento. Carico limite: metodi di verifica a breve e lungo termine. Calcolo dei cedimenti: ipotesi e approcci semplificati; metodi di calcolo per fondazioni su terreni a grana fine e a grana grossa. Aspetti normativi.
  • Fondazioni su pali. Tipologie. Cenni sulla valutazione del carico limite. Aspetti normativi.
  • Muri di sostegno. Spinta delle terre sulle opere di sostegno. Metodi di verifica. Aspetti normativi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

R. Berardi (2017), Fondamenti di Geotecnica, 3° edizione .Città Studi, De Agostini Scuola

L. Tonni, G. Gottardi (2010), Esercizi di Geotecnica, Soc. Editrice Esculapio, Bologna

R. Lancellotta (2012), Geotecnica, 4a ed., Zanichelli

R. Lancellotta, J. Calavera (1999), “Fondazioni”. McGraw-Hill

C. Viggiani (1999), “Fondazioni”. Hevelius Ed.

G. Berardi (1974), “Ingegneria delle Fondazioni”. Enciclopedia dell’Ingegneria, ISEDI 

Risorse in rete

Dispense e esercizi su AulaWeb

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento contattando il docente: 010 3532506 riccardo.berardi@unige.it

Commissione d'esame

RICCARDO BERARDI (Presidente)

LUDOVICA CAMBIAGGI

ROSSELLA BOVOLENTA

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni, esercitazioni e trattazione di casi studio

INIZIO LEZIONI

settembre 2018

ESAMI

Modalità d'esame

Prove scritte + prova orale.

Modalità di accertamento

Per la prova scritta è prevista la risoluzione di alcuni problemi tipici riguardanti tutto il programma del corso (ad es. valutazione stati di tensione, problemi di filtrazione stazionaria e consolidazione monodimensionale, interpretazione prove di laboratorio e valutazione di parametri meccanici, spinta delle terre, carico limite e cedimenti fondazioni superficiali, ecc.). Trattasi di esercizi volti a verificare l’apprendimento delle principali nozioni teoriche. L’esito della prova scritta, qualunque esso sia, perde validità superato il secondo appello orale (compreso) successivo alla prova scritta. La consegna della prova scritta annulla l’esito delle prove parziali eventualmente sostenute.

Sono infatti previste prove parziali durante il corso che, se superate complessivamente, sostituiscono la prova scritta. Le prove parziali perdono validità se la prova orale non viene sostenuta entro il primo appello della sessione autunnale (settembre).  I temi delle prove parziali vertono sui contenuti sviluppati nei periodi didattici antecedenti la prova stessa. Qualunque sia l’esito delle prove parziali, è possibile sostenere la prova scritta a partire dal primo appello successivo. La consegna della prova scritta annulla l’esito delle prove parziali.

La prova orale consiste in domande sul programma sviluppato nel corso dei due cicli didattici ed eventualmente su una discussione di quanto emerso dalle prove scritte. La prova orale non può essere sostenuta se non dopo aver superato la prova scritta o tutte le prove parziali.

La prova orale può essere sostenuta nell’appello immediatamente successivo alla prova scritta o in quello successivo (es. scritto Giugno, orale Giugno/Luglio; scritto Luglio, orale Luglio/Settembre).

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
26/07/2019 08:30 GENOVA Orale
16/09/2019 14:30 GENOVA Scritto
20/09/2019 08:30 GENOVA Orale