RAGIONERIA GENERALE

RAGIONERIA GENERALE

_
iten
Codice
60076
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 2° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE (L-18) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. (L-18) GENOVA

9 CFU al 2° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA AZIENDALE )
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 3 frazioni: A, B, C. Questa pagina si riferisce alla frazione B
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso mira a fornire la base teorica per la rilevazione contabile delle operazioni aziendali e per la redazione del bilancio di esercizio secondo le regole del codice civile.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso mira a fornire la base teorica per la rilevazione contabile delle operazioni aziendali e per la redazione del bilancio di esercizio secondo le regole del codice civile, alla luce delle recenti modifiche normative introdotte con il D.lgs.139/2015. A tale scopo, saranno ripresi i concetti esposti nel corso di Economia Aziendale e sarà inizialmente spiegato il metodo contabile e la logica della partita doppia applicata al sistema del reddito e del capitale di funzionamento.

Al termine del corso lo studente deve essere in grado di:

  • analizzare contabilmente le principali operazioni aziendali nella prospettiva economico-finanziaria;
  • redigere e interpretare il bilancio secondo la normativa civilistica italiana e i principi contabili nazionali.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, testimonianze di professionisti, esercitazioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. La ragioneria, il conto, la partita doppia e il sistema del reddito

2. L’imposta sul valore aggiunto

3. Operazioni di acquisto/uso materie

4. Operazioni di vendita prodotti

5. Operazioni di acquisto/uso servizi

6. Operazioni di acquisto/uso lavoro dipendente

7. Operazioni di acquisto/uso immobilizzazioni tecniche

8. Operazioni di finanziamento a titolo di mezzi propri

9. Operazioni di finanziamento a titolo di debito

10. Operazioni in valuta estera

11.Operazioni di investimento in strumenti finanziari

12. La redazione del bilancio civilistico: gli schemi formali

13. La redazione del bilancio civilistico: i postulati

14. Lettura del bilancio di esercizio

15. Cenni sul bilancio consolidato e sui principi contabili internazionali (IAS-IFRS)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

- Libro: Marchi, “Contabilità d’impresa e valori di bilancio”, VI edizione, 2018.

- Libro: Quagli, “Bilancio di Esercizio e principi contabili”, IX edizione, 2018.

- Materiale disponibile su aulaweb.

L’indicazione del programma analitico (col dettaglio dei capitoli che non sono oggetto d’esame) è disponibile su aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: L'orario di ricevimento è comunicato dal docente sulla pagina aulaweb del corso all'inizio di ciascun semestre. Primo semestre a.a. 2018/2019: lunedì h.16:00 (eventuali variazioni sono comunicate su aulaweb nella sezione "Forum News")  

Commissione d'esame

PAOLA RAMASSA (Presidente)

ELISA RONCAGLIOLO

ROBERTO GARELLI

COSTANZA DI FABIO

RENATA DAMERI

FRANCESCO GIOVANNI AVALLONE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, testimonianze di professionisti, esercitazioni.

INIZIO LEZIONI

Primo semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

RAGIONERIA GENERALE B

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto, con orale facoltativo

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

L’esame si compone di una prova scritta obbligatoria e una prova orale facoltativa. Entrambe vertono su tutto il programma d’esame.

La prova scritta comprende:

  • una prima parte: 10 domande a risposta multipla;
  • una seconda parte: scritture di assestamento, bilancio d’esercizio, scritture relative all’esercizio seguente e una domanda a risposta aperta.

Per superare la prova scritta, è indispensabile che la prima parte sia sufficiente (almeno 6 risposte corrette su 10).

La prova orale, a cui accede solo chi ha superato la prova scritta, è invece facoltativa e deve essere sostenuta nello stesso appello della prova scritta.

Ripetizione dell’esame

 

L’unico caso in cui è non è possibile presentarsi nell’appello immediatamente seguente entro la stessa sessione è quello in cui la valutazione risulti gravemente insufficiente, in quel caso è necessario saltare un appello.

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Il corso richiede necessariamente il richiamo di molti concetti del corso di Economia Aziendale, che è propedeutico per il sostenimento dell’esame. Sono inoltre rilevanti le nozioni fornite negli insegnamenti (non propedeutici) di Diritto Privato con riguardo ai principali contratti e di Diritto Commerciale con riferimento alle società.

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e capacità di comprensione Gli studenti devono acquisire la conoscenza della normativa civilistica e delle relative problematiche applicative riconducibili alla tenuta della contabilità generale e alla redazione del bilancio. Gli studenti devono altresì acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle principali operazioni di gestione ordinaria.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere le principali problematiche inerenti le scritture contabili e la determinazione del risultato economico e del capitale di funzionamento. In particolare gli studenti dovranno essere in grado di redigere il bilancio civilistico, considerando il quadro normativo esistente, i principi contabili nazionali e i relativi profili contabili e fiscali.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono riuscire a giudicare la rilevanza delle informazioni fornite per determinare le principali grandezze di sintesi di natura economico-finanziaria. Gli studenti devono altresì presentare un’adeguata capacità di distinguere le implicazioni derivanti dalle scritture contabili e le connessioni esistenti tra contabilità generale e bilancio.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare a mantenersi aggiornati in una disciplina in continua evoluzione, oltre a consentire loro ulteriori approfondimenti nei contesti professionali in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 Libri di testo e materiale didattico disponibile su aulaweb. (Non ci sono differenze tra programma e modalità d’esame rispetto a studenti frequentanti)

Obblighi

Iscrizione all’esame almeno 4 giorni prima della prova

Testi di studio

- Libro: Marchi, “Contabilità d’impresa e valori di bilancio”, V edizione, 2013.

- Libro: Quagli, “Bilancio di Esercizio e principi contabili”, VI edizione, 2013.

- Materiale disponibile su aulaweb.

L’indicazione del programma analitico (col dettaglio dei capitoli che non sono oggetto d’esame) è disponibile su aulaweb.

Modalità di accertamento

L’esame si compone di una prova scritta obbligatoria e una prova orale facoltativa. Entrambe vertono su tutto il programma d’esame.

La prova scritta comprende:

  • una prima parte: 10 domande a risposta multipla;
  • una seconda parte: scritture di assestamento, bilancio d’esercizio, scritture relative all’esercizio seguente e una domanda a risposta aperta.

Per superare la prova scritta, è indispensabile che la prima parte sia sufficiente (almeno 6 risposte corrette su 10).

La prova orale, a cui accede solo chi ha superato la prova scritta, è invece facoltativa e deve essere sostenuta nello stesso appello della prova scritta.

Ripetizione dell’esame

 

L’unico caso in cui è non è possibile presentarsi nell’appello immediatamente seguente entro la stessa sessione  è quello in cui la valutazione risulti gravemente insufficiente, in quel caso è necessario saltare un appello.