VALUTAZIONE DELL'IGIENE NEGLI AMBIENTI E NEI LUOGHI DI LAVORO

VALUTAZIONE DELL'IGIENE NEGLI AMBIENTI E NEI LUOGHI DI LAVORO

_
iten
Codice
94354
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 1° anno di 10555 SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE (LM/SNT4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/42
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DELLA PREVENZIONE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Far acquisire conoscenze e competenze sulle tematiche dell’igiene applicata all'ambiente e ai luoghi di lavoro. Sarà analizzata la relazione lavoratore-ambiente, il ruolo dei fattori di rischio ambientali e della qualità delle matrici ambientali nel determinare la salute dei lavoratori. Lo studente sarà in grado di comprendere le strategie di intervento alla base della prevenzione in campo ambientale per la gestione del rapporto tra sviluppo e qualità dell’ambiente.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Tra i risultati di apprendimento attesi, lo studente dovrà dimostrare la conoscenza dei temi legati alle relazioni tra la qualità dell’ambiente di lavoro e la salute attraverso l’analisi degli indicatori ambientali e biologici in campo umano che possono permettere la comprensione quali - quantitativa della interazione ambiente - salute, alla promozione della salute negli ambienti di lavoro attraverso lo studio dei suoi determinanti e delle strategie di prevenzione  

Modalità didattiche

Lezioni frontali 

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Ambiente di lavoro e Salute: analisi dei fattori di rischio per la salute e delle patologie (trasmissibili e non trasmissibili) correlate con l’ambiente di lavoro, la prevenzione negli ambienti di lavoro e la promozione della salute negli ambienti di lavoro; controllo del rischio ambientale; cenni di ergonomia; requisiti igienico sanitari degli ambienti di lavoro.
  • Fattori ambientali in grado di esercitare effetti sulla salute umana in luoghi di vita e di lavoro:
  • Aria atmosferica: caratteristiche fisico-chimiche, importanza fisiologica; inquinamento atmosferico; effetti dannosi dell’inquinamento atmosferico sulla salute, meccanismi di difesa, concetto di suscettibilità, strategie per ridurre l’inquinamento atmosferico
  • Igiene degli ambienti confinati: microclima e benessere termico, inquinamento chimico, fisico e biologico, illuminazione e rumore degli ambienti confinati ed effetti sulla salute; patologie associate agli ambienti indoor: Sick Building Syndrome (SBS), Building-Related Illnesses (BRI), legionellosi; metodi di controllo e prevenzione.
  • Acqua: il fabbisogno idrico, fonti di approvvigionamento e loro vulnerabilità, requisiti di qualità delle acque destinate al consumo umano, il giudizio di potabilità, trattamenti di potabilizzazione delle acque, effetti sulla salute degli inquinanti chimici, fisici e biologici; strategie di prevenzione.
  • Suolo: gestione dei rifiuti e rischi per la salute, impatto sanitario del ciclo dei rifiuti

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico utilizzato durante le lezioni frontali

Walter RICCIARDI e coll. Igiene – Medicina Preventiva – Sanità Pubblica  - Idelson Casa Editrice. Ultima edizione

Signorelli C., D’Alessandro D., Capolongo S..: Igiene edilizia e ambientale. Società Editrice Universo, Roma. 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Si riceve, previo appuntamento, contattando la docente tramite e-mail (cecilia.trucchi@unige.it)

Commissione d'esame

DANIELA AMICIZIA (Presidente)

GUGLIELMO DINI (Presidente)

GABRIELE ROCCA

SEBASTIANO LA MAESTRA

BIANCA BRUZZONE

CECILIA TRUCCHI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali 

ESAMI

Modalità d'esame

Test scritto a risposta multipla.

Modalità di accertamento

Valutazione dell’apprendimento attraverso prova scritta inerente i temi trattati con votazione in trentesimi.