TECNOLOGIE DEL RECUPERO DEL TERRITORIO E DEL COSTRUITO

TECNOLOGIE DEL RECUPERO DEL TERRITORIO E DEL COSTRUITO

_
iten
Codice
86881
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
8 cfu al 2° anno di 9915 ARCHITETTURA (LM-4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ARCHITETTURA )
periodo
Annuale
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso intende valutare il ruolo che la tecnologia occupa nel percorso del progetto.Si evidenzia il rapporto che il pensiero umano ha maturato nel confronto con i materiali, i processi costruttivi, le dinamiche strutturali, le configurazioni formali ed estetiche, che hanno da sempre sotteso un intervento di trasformazione dell’esistente. Territorio, tessuti edilizi, organismi architettonici vengono esaminati nel loro divenire tra atto progettuale, evento costruttivo, processo trasformativo. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’attività del corso è finalizzata a percorrere insieme allo studente le fasi principali di un intervento di recupero e a fornire alcuni strumenti utili per operare un confronto, una prima analisi e una sintetica comprensione del bene e delle attività manutentive necessarie per assicurarne la continuità nel tempo. Creatività progettuale e attitudine alla verifica delle soluzioni individuate e della loro attuabilità costituiscono un piano di confronto continuo con il quale rapportarsi che richiede capacità critiche e abilità espressive e di sintesi che saranno oggetto di valutazione.

Modalità didattiche

L’insegnamento è aperto anche a contributi esterni e prevede una serie di attività che vengono in parte svolte in aula e in parte vengono integrate con visite a edifici e a cantieri che per le loro peculiarità sono ritenuti consoni allo svolgimento della didattica.

Si prevede che le attività pratiche siano svolte, anche in aula, in singolo o in piccoli gruppi composti da due - tre allievi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I temi che verranno affrontati nel corso dell’anno sono piuttosto semplici anche se di crescente difficoltà nel tentativo di simulare le complesse problematiche che si riscontrano  nell’approccio con le modificazioni del territorio e le trasformazioni del costruito esistente storico, anche recente. L’identificazione degli obiettivi nella loro ragionata consequenzialità e  il loro conseguimento sono finalizzati ad acquisire un migliore controllo del lavoro e della qualità propositiva necessaria per esporne correttamente i risultati. La capacità di conseguire questi parametri sarà oggetto di verifiche valutative in itinere e alla fine del corso.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Le indicazioni bibliografiche verranno fornite durante lo svolgimento del corso direttamente dal Docente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ogni Martedì dalle ore 11.30 alle ore 13.30 in studio, previo appuntamento con il Docente.

Commissione d'esame

GIOVANNI PAOLO RAVA (Presidente)

FAUSTO NOVI

ANDREA GIACHETTA

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento è aperto anche a contributi esterni e prevede una serie di attività che vengono in parte svolte in aula e in parte vengono integrate con visite a edifici e a cantieri che per le loro peculiarità sono ritenuti consoni allo svolgimento della didattica.

Si prevede che le attività pratiche siano svolte, anche in aula, in singolo o in piccoli gruppi composti da due - tre allievi.

INIZIO LEZIONI

Martedì 26 Settembre 2017 dalle 8.30 alle 11.30.

ESAMI

Modalità d'esame

La valutazione che riguarda il singolo allievo prende spunto dall’intero percorso formativo compiuto dallo studente durante l’anno, documentato dall’analisi dei risultati delle prove intermedie e dagli elaborati finali presentati.