TRADIZIONE DEI TESTI CLASSICI (LM)

TRADIZIONE DEI TESTI CLASSICI (LM)

_
iten
Codice
94709
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento tratta la ricezione della cultura e dei testi classici - latini e greci - in età umanistica, moderna e contemporanea. La vastità del'argomento impone di incentrare l'attenzione, anno per anno, su singoli temi circoscritti nello spazio e nel tempo. Nel 2018-19 l'attenzione sarà focalizzata sulla Fortuna (commenti, edizioni, citazioni, riusi palesi, allusioni tacite) dei più grandi autori latini (in primis Virgilio, Ovidio, Catullo e Orazio) nell'Umanesimo e nel Rinascimento.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Nel quadro del grande tema della tradizione e della permanenza dei testi e degli autori classici attraverso i secoli – dal medioevo fino all’età contemporanea – la disciplina si propone di individuare le linee di continuità con il Classico presenti nei più diversi àmbiti culturali e di porre in evidenza elementi e momenti essenziali della “fortuna dell’Antico”, tra cui i meccanismi di selezione dei testi greci e latini, la rinascita della cultura greca nell’umanesimo, la vitalità della mitologia nella letteratura e nelle arti visive, le rielaborazioni della cultura classica nelle opere teatrali, musicali e cinematografiche, nonché le riprese di essa nella musica pop contemporanea.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento si propone di illustrare le fasi essenziali della trasmissioni dei testi classici dal Medioevo all'età contemporanea.

Il raggiungimento degli obiettivi sarà verificato con puntuale regolarità nel corso delle lezioni ponendo agli studenti domande mirate e chiedendo loro di esporre e ricapitolare periodicamente i temi trattati.

Al termine delle lezioni (questo è l'auspicio) gli studenti avranno acquisito la capacità di interpretare consapevolmente la multiforme ricezione della cultura classica sviluppatasi nel corso dei secoli, in particolare in età moderna e contemporanea, nei più diversi àmbiti culturali - letteratura, teatro, musica, arti figurative, dimensione religiosa - in Italia e in Europa.

PREREQUISITI

Agli studenti è richiesta una buona preparazione di carattere generale e una conoscenza della lingua latina adeguata alle esigenze del Corso di Studi. Non è richiesta (ma è gradita) la conoscenza  del greco.

Modalità didattiche

1. Lezioni frontali (in prevalenza) con lettura, traduzione e commento di testi.

2. Lezioni seminariali organizzate dagli studenti con la coordinazione del docente.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1.Virgilio, Catullo, Orazio, Ovidio, Giovenale ed altri ancora: la Fortuna dei "classici" latini nel Rinascimento - Edizioni, commenti, citazioni, riusi.

2. Parte seminariale: presenze della cultura greca e latina nella musica popolare contemporanea.

Nota sulla parte 1. Nell'Umanesimo e nel Rinascimento i "classici" latini sono letti e studiati da una nuova angolazione rispetto al Medioevo e, soprattutto, sono letti da un pubblico sempre più vasto e differenziato grazie all'invenzione della stampa. Entro questo quadro di fondo verrà esaminata la Fortuna di alcuni dei più grandi autori latini con particolare riguardo alle edizioni a stampa, ai commenti e alle frequenti e fertili presenze (citazioni, riusi, allusioni) di essi nelle opere dei più insigni umanisti, tra cui Angelo Poliziano, Aldo Manuzio e Erasmo da Rotterdam. 

Nota sulla parte 2. Il seminario consta di due fasi. Nella prima fase della ricerca (individuale) ogni studente – in base alle proprie conoscenze – raccoglie i riusi e le presenze della cultura classica (mito, storia, letteratura e così via) nella produzione musicale popolare contemporanea. Nella seconda fase (collettiva) gli studenti esamineranno, insieme al docente, tutto il materiale reperito, che verrà analizzato, ordinato per tipologie e archiviato come base per future ricerche o tesi di laurea.     

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia di base

1. L.D. Reynolds - N.G. Wilson, Copisti e filologi. La tradizione dei classici dall'antichità ai tempi moderni, Padova, Editrice Antenore, 3a ediz., 1987 (soltanto i capitoli III e IV).

2. N.G. Wilson, Da Bisanzio all'Italia. Gli studi greci nell'Umanesimo italiano, Alessandria, Edizioni dell'Orso, 2000.

Altri saggi - più specifici e strettamente connessi con i temi trattati - saranno indicati  nel corso delle lezioni.

I testi di lettura saranno forniti in fotocopia o tramite Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Claudio Bevegni

Lunedì, ore 12-13.

Per concordare un appuntamento in un orario diverso scrivere a: 7890@unige.it

Per urgenze o necessità importanti telefonare a 342-9633577

Commissione d'esame

CLAUDIO BEVEGNI (Presidente)

VALTER LAPINI

FRANCO MONTANARI

LARA PAGANI

MARGHERITA RUBINO

LEZIONI

Modalità didattiche

1. Lezioni frontali (in prevalenza) con lettura, traduzione e commento di testi.

2. Lezioni seminariali organizzate dagli studenti con la coordinazione del docente.

INIZIO LEZIONI

Primo semestre. Inizio lezioni: martedì 18 settembre 2018, ore 13-15 - Aula 4, Balbi 2

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale.

Modalità di accertamento

1. Verifica delle conoscenze impartite durante il corso.
2. Lettura e commento dei testi preparati individualmente.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
12/06/2019 10:30 GENOVA Orale
12/06/2019 10:30 GENOVA Orale
12/06/2019 10:30 GENOVA Orale
12/06/2019 10:30 GENOVA Orale
12/06/2019 10:30 GENOVA Orale
26/06/2019 10:30 GENOVA Orale
26/06/2019 10:30 GENOVA Orale
26/06/2019 10:30 GENOVA Orale
26/06/2019 10:30 GENOVA Orale
26/06/2019 10:30 GENOVA Orale
15/07/2019 10:30 GENOVA Orale
15/07/2019 10:30 GENOVA Orale
15/07/2019 10:30 GENOVA Orale
15/07/2019 10:30 GENOVA Orale
15/07/2019 10:30 GENOVA Orale
11/09/2019 10:30 GENOVA Orale
11/09/2019 10:30 GENOVA Orale
11/09/2019 10:30 GENOVA Orale
11/09/2019 10:30 GENOVA Orale
11/09/2019 10:30 GENOVA Orale