METODOLOGIA DELLA PROGRAMMAZIONE IN RIABILITAZIONE PODOLOGICA

METODOLOGIA DELLA PROGRAMMAZIONE IN RIABILITAZIONE PODOLOGICA

_
iten
Codice
68566
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 2° anno di 9285 SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE (LM/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/50
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Insegnamento volto alla conoscenza della figura professionale del Podologo e della sua integrazione in equipe multidisciplianre con altre figure sanitarie.

Metodologia della ricerca in podologia per bibliografica sistematica, anche attraverso banche dati, e i relativi aggiornamenti periodici volta ad  effettuare criticamente la lettura di articoli scientifici.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendere le più recenti informazioni in tema di impostazione dei programmi di riabilitazione in Podologia nell’ottica di assicurare la qualità del processo riabilitativo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso lo studente sarà in grado di:

  • Applicare le conoscenze di base delle scienze pertinenti alla specifica figura professionale necessarie per assumere decisioni relative all'organizzazione e gestione dei servizi sanitari erogati da personale con finzioni riabilitative dell'area medica, all'interno di strutture sanitarie di complessità bassa, media o alta
  • Applicare metodologie didattiche, nell’ambito della formazione di base, specialistica, complementare e permanente della specifica figura professionale
  • Curare le relazioni interpersonali nell’ambiente di lavoro, armonizzando il contributo delle diverse professionalità impegnate nel campo della riabilitazione, evitando sovrapposizioni e ottimizzando il processo riabilitativo

Modalità didattiche

Lezione frontale. Esame orale. Colloquio

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Effettuare una ricerca bibliografica sistematica, anche attraverso banche dati, e i relativi aggiornamenti periodici effettuare criticamente la lettura di articoli scientifici;
  • Gestire gruppi di lavoro e applicare strategie appropriate per favorire i processi di integrazione multi professionale.
  • Collaborazione con le altre figure professionali per ogni iniziativa finalizzata al miglioramento delle attività professionale del settore sanitario di propria competenza
  •  Relazioni interpersonali nell'ambiente di lavoro, armonizzando il contributo delle diverse professionalità impegnate nel campo della riabilitazione, evitando sovrapposizioni e ottimizzando il processo riabilitativo

TESTI/BIBLIOGRAFIA

PNLG / Ceveas

 

Clinical resource and audit group 1993 Clinical guidelines the Clinical Resource and Audit Group, Edinburgh, Scottish Office, Edimburg.

 

Institute for Medicine 1992 Guidelines for clinical practice: from development to use. National Academic Press, Washington, DC

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Daniela Risso        Daniela.Risso@unige.it        cell 3356852728  

Commissione d'esame

PAOLA MACCAGNO (Presidente)

DANIELA GARAVENTA

ALESSANDRO FORNERIS

MONICA CIARLANTI

CARLA BUFFA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale. Esame orale. Colloquio

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgeranno nel periodo compreso tra ottobre e dicembre. Si rinvia all'orario delle lezioni del II anno, I semestre.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

METODOLOGIA DELLA PROGRAMMAZIONE IN RIABILITAZIONE PODOLOGICA

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è orale o orale / scritto; esso sarà diretto principalmente a valutare un'appropriata conoscenza degli argomenti trattati nel modulo.

Saranno disponibili appelli di esame per la sessione invernale (gennaio - febbraio)  e per la sessione estiva (giugno, luglio e settembre).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno comunicati nel corso delle lezioni.

L’esame verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e comunque su tutti quelli specificati nel programma, e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare criticamente i problemi organizzativi e gestionali nell'ottica del perseguimento della Qualità che verranno posti nel corso dell'esame.

ALTRE INFORMAZIONI

Il Docente riceve su appuntamento, preso con richiesta via mail:

Docente

Mail

 Maccagno Paola

 paola.maccagno@asl3.liguria.it

 Garaventa Daniela

 dgaraventa@asl4.liguria.it

 Ciarlanti Monica

 monica.oftal@gmail.com

 Forneris Alessandro

 alessandro.forneris@unito.it

 Risso Daniela

 daniela.risso@unige.it   

 Buffa Carla

 carla.buffa@asl5.liguria.it