PSICOLOGIA DELLE RELAZIONI INTERPERSONALI NELL'AMBITO LAVORATIVO E NEL CONTESTO PROFESSIONALE

PSICOLOGIA DELLE RELAZIONI INTERPERSONALI NELL'AMBITO LAVORATIVO E NEL CONTESTO PROFESSIONALE

_
iten
Codice
72997
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
3 cfu al 2° anno di 9279 SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE (LM/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso intende analizzare i diversi sistemi relazionali nell’ambito dei contesti lavorativi e professionali, evidenziando disfunzionalità ed indicando modalità adeguate al contesto.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscenze attese: saper riconoscere i principali meccanismi di funzionamento relazionale nei contesti lavorativi.

Competenze: acquisire modalità comunicative adeguate a contesti lavorativi ad alta intensità emotiva.

Abilità/capacità: essere in grado di utilizzare la relazione come strumento di interazione con le diverse figure professionali e nei diversi ambiti.

Modalità didattiche

Modalità frontale con l’ausilio di proiezioni (slide; filmografia, discussione casi in gruppo)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Sviluppo ed evoluzione delle relazioni umane. Le nuove forme di cronicità. Attaccamento ed accudimento. Caratteristiche relazionali nei contesti lavorativi e di cura. Studio delle dinamiche di gruppo. Il gruppo nei contesti lavorativi. La leadership. Leadership e coesione. Il conflitto, la gestione dei conflitti. L’invecchiamento nella relazione di cura

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense, presentazioni in Power point redatte dai docenti

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento previo appuntamento scrivendo all’indirizzo e-mail del docente: piero.cai@hsanmartino.it 

Commissione d'esame

ANNAMARIA BAGNASCO (Presidente)

ROBERTA CENTANARO (Presidente)

GIOVANNA COCCINI

ANGELA TESTI

GABRIELLA BIFFA

ROSAGEMMA CILIBERTI

FILIPPO ANSALDI

PIERO CAI

LOREDANA SASSO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità frontale con l’ausilio di proiezioni (slide; filmografia, discussione casi in gruppo)

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si svolgerà oralmente. Al candidato verranno fatte tre domande ed ad ogni domanda verrà attribuito un punteggio da zero a 10. La sommatoria dei punteggi ottenuti alle tre diverse domande costituirà il voto finale.

Modalità di accertamento

Viene valutata la capacità di applicare le conoscenze attraverso la presentazione di un caso clinico e viene valutata la capacità espositiva e di sintesi