SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEUROPSICHIATRICHE E RIABILITATIVE – METODOLOGIE PSICOMOTORIE

SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEUROPSICHIATRICHE E RIABILITATIVE – METODOLOGIE PSICOMOTORIE

_
iten
Codice
73146
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 3° anno di 9287 TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/48
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso prevede 2 credito formativo corrispondente a 20 ore di didattica frontale. 10 ore con il docente dott.L.Boeri e 10 ore con la dott.ssa R.Barbieri. Il corso consente agli studenti di acquisire le competenze per valutare e impostare un trattamento abilitativo psicomotorio.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali malattie psichiatriche dell'età evolutiva in particolare in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale dei soggetti in età evolutiva. Conoscere i principi della riabilitazione psichiatrica e le principali tecniche riabilitative per la patologie psichiatriche soprattutto nell'ottica di una possibile collaborazione con l'équipe multiprofessionale e per l'integrazione del trattamento. Apprendere le tecniche di valutazione e trattamento psicomotorio ai fini di osservare e poi condurre l'espressività corporea del bambino, utilizzare tecniche specifiche per fasce di età e singoli fasi di sviluppo, attuare procedure di valutazione dell'interazione fra funzioni affettive, cognitive e motorie. Pianificare ed eseguire l'intervento riabilitativo secondo il progetto, individuandone le modalità e i tempi di applicazione. Saper valutare le risposte all'intervento riabilitativo registrandone le modificazioni durante e alla fine del medesimo utilizzando idonei strumenti e metodologie di valutazione e revisione della qualità dell'intervento neuropsicomotorio. Fornire conoscenze in relazione allo svolgimento, anche in collaborazione con altre figure sanitarie, sugli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della neuromotricità. Fornire conoscenze in riferimento alle pratiche autonome di attività terapeutiche per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando i differenti tipi delle principali terapie.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi Formativi

Luca Boeri:

  • fornire gli strumenti per valutare ed impostare un trattamento abilitativo psicomotorio mirato al bambino con adhd
  • fornire principi di igiene motoria

Riccarda Barbieri

  • Acquisire la consapevolezzadella presenza di una problematica comunicativa e/o di partecipazione
  • Conoscere le strategie per modificare l’ambiente e favorire la partecipazione e la comunicazione
  • Essere a conoscenza dell’esistenza di strumenti specifici per un intervento comunicativo precoce

Risultati attesi

Luca Boeri

Al termine dell'insegnamento lo studente sarà in grado di valutare ed impostare un trattamento abilitativo psicomotorio mirato al bambino con adhd e di conoscere i principi di igiene motoria.

Modalità didattiche

lezioni frontali con supporto di diapositive

PROGRAMMA/CONTENUTO

Luca Boeri

  • approccio psicomotorio al bambino con adhd
  • principi di igiene motoria

Riccarda Barbieri

  • Storia della Comunicazione Aumentativa Alternativa: origini, evoluzione nel tempo
  • Cenni sulle caratteristiche principali dei simboli
  • Cenni sui principali sistemi di simboli (PCS; Widgit, BLISS)
  • Caratteristiche di un intervento iniziale di CAA (passaporto, striscia delle attività, …)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Igiene Motoria nell'età evolutiva - Michele Bottos, Piccin Editore
  • La comunicazione aumentativa alternativa tra pensiero e parola – M.L.Gava Franco Angeli editore
  • Comunicazione aumentativa totale – Linda J. Burkhart Omega edizioni
  • Costruire libri e storie con la CAA – M. A. Costantino Ed. Erickson
  • Storie con la CAA 1-2-3  - Autori vari Ed. Erickson
  • Social Network – S. Blackstone M. Hunt Berg Omega Edizioni
  • Mirenda P., Iacono T., William R. (1990), “Communication Options for Persons with Severe and Profund Disabilities: State of the Art and Future Directions”, Journal of the Association for persons with severe handicaps 15, 3-21
  • www.widgit.com
  • www.isaac-online.org
  • www.isaacitaly.it
  • www.blissymbolics.org

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: gli studenti ricevono durante la prima lezione i recapiti del docente che può essere contattato telefonicamente o per email

Ricevimento: gli studenti ricevono durante la prima lezione i recapiti del docente che può essere contattato telefonicamente o per email

Commissione d'esame

GLORIA SODINI (Presidente)

RICCARDA BARBIERI

PAOLO MORETTI

LUCA BOERI

EDVIGE MARIA VENESELLI

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni frontali con supporto di diapositive

INIZIO LEZIONI

le lezioni saranno disponibili su aulaweb

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Si valuta con l’esame orale tramite una domanda di carattere generale la capacità di esposizionee l’abilità di comunicazione, e con una domanda più specifica la capacità di ragionamento e  la capacità  di applicare le conoscenze attraverso la soluzione di un problema .