FISICA APPLICATA II

FISICA APPLICATA II

_
iten
Codice
68241
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
3 cfu al 2° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
FIS/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il modulo illustra i principi fisici che sono alla base delle moderne tecniche di diagnostica per immagini. Sulla base di questi principi e delle soluzioni tecnologiche da questi derivate vengono descritte le modalita' di funzionamento delle varie apparecchiature del medical imaging, con un confronto critico tra le potenzialita' diagnostiche offerte da ciascun tipo di apparecchiature.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire i fondamenti della scienza delle misure elettriche ed elettroniche, con particolare riferimento alla teoria degli errori, alla strumentazione e ai principali metodi di misura.Acquisire conoscenze nei campi dell'elettrotecnica, dell'elettronica e dei relativi dispositivi.Acquisire le basi della fisica dell’elettricità e del magnetismo con particolare riguardo a tutte le nozioni indispensabili per il lavoro del tecnico sanitario di radiologia medica.Acquisire le basi per la conoscenza dei fenomeni fisici, biologici e fisio patologici, le conoscenze dei principi di funzionamento delle strumentazioni diagnostiche e dei campi radianti ionizzanti e/o non ionizzanti da queste prodotti, al fine di acquisire tutte le conoscenze necessarie per consentire una corretta ottimizzazione fisico dosimetrica durante l’esecuzione dell’indagine diagnostica. Inoltre acquisire le nozioni di fisica connesse con le usuali tecniche di diagnostica per immagini: ecografia, RM, TC, SPECT e PET.Acquisire consapevolezza sui meccanismi di funzionamento delle macchine, sulle potenzialità diagnostiche e sull’entità dei rischi a carico sia dell’operatore che del paziente.Saper individuare, sulla base delle nozioni di fisica apprese, caso per caso, il percorso diagnostico e la modalità di esecuzione dell’esame che ottimizzino ilrapporto beneficio/rischio, tenendo anche presenti determinati vincoli di tipo finanziario.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del corso lo studente deve possedere approfondite conoscenze

 

  1. sul funzionamento delle varie apparecchiature utilizzate nella diagnostica per immagini;
  2. sul come utilizzarle in maniera corretta per la propria sicurezza e per quella del paziente;
  3. sui vantaggi e sulle limitazioni di ogni tipo di macchina;
  4. sul come operare, caso per caso e tra le opzioni possibili, la scelta del percorso diagnostico piu' idoneo.

Modalità didattiche

Il corso viene svolto nel primo semestre del II anno mediante lezioni frontali che si avvalgono anche della proiezione di presentazioni su schermo.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Caratteristiche generali dei fenomeni ondulatori. Acustica. Ultrasuoni e relative applicazioni in diagnostica. Modalita' ecografiche. Diagnostica Doppler. Onde elettromagnetiche. Radiazioni ionizzanti e non ionizzanti. Raggi X: produzione e proprieta'. Interazioni X con la materia ed effetti sulla diagnostica.

Imaging 3D. Tomografia assiale computerizzata (TAC). Prestazioni. Elementi di uno scanner TAC. Tecniche diagnostiche di medicina nucleare: SPECT e PET. Prestazioni e costi. Risonanza magnetica nucleare (MR). Obiettivi della MR. Com- ponenti principali di uno scanner MR. Modalita' T1, T2, PD, BOLD. Trattografia.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale e slide pubblicate su Aulaweb

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

DANIELA REMBADO

SERGIO RIGHI

MICHELA PIERGENTILI

ORNELLA FERRANDO

MASSIMO BARBERIO

SERGIO DESERI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso viene svolto nel primo semestre del II anno mediante lezioni frontali che si avvalgono anche della proiezione di presentazioni su schermo.

INIZIO LEZIONI

Primo semestre di ogni anno accademico

ESAMI

Modalità d'esame

La verifica dell'apprendimento avviene in forma scritta (domande a risposta multipla) nell'ambito delle verifiche programmate per il Corso Integrato di cui il modulo fa parte.

Il corso integrato prevede la calendarizzazione di 5 appelli annuali scritti.

Per l'A.A. 2016/2017 sono: 

18 gennaio 2017 ore 15 (aula da verificare)

15 febbraio 2017 ore 15 (aula da verificare)

14 giugno 2017 ore 15 (aula da verificare)

12 luglio 2017 ore 15 (aula da verificare)

13 settembre 2017 ore 15 (aula da verificare)