APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI I

APPARECCHIATURE E TECNICHE DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI I

_
iten
Codice
68242
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
8 cfu al 1° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT (L/SNT3) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT)
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La conoscenza dell'anatomia radiologica è alla base della preparazione del TRSM , perchè permette di riconoscere i criteri per valutare la correttezza delle varie tecnologie e proiezioni usate nella radiologia tradizionale ed i principali dettagli anatomici visibili . Nel corso vengono considerati sia le competenze tecniche diagnostiche che gli elementi di patologia e semeiotica radiologica in funzione della scelta del tipo di proiezione da effettuare .

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le basi dell’anatomia radiologica della scatola cranica e del massiccio facciale, dell’apparato toraco-addominale, Cardio-circolatorio e muscolo-scheletrica. Conoscere le apparecchiature e le tecniche radiologiche tradizionali e comprendere le diverse tecniche di diagnostica, anche dal punto di vista tecnologico, sia in elezione che in urgenza. Acquisire una buona autosufficienza operativa in tutte le manovre di diagnostica tradizionale con la consapevolezza della tipologia di strumentazione utilizzata e del proprio ruolo nella definizione di una corretta diagnosi radiologica. Conoscere l’aspetto professionale delle prestazioni e le specifiche responsabilità del operatore nell’espletamento della propria attività professionale. Acquisire le principali conoscenze su: • suddivisione delle regioni corporee • stratificazione dei piani • diverse regioni del corpo • suddivisione delle cavità cranica, toracomediastinica, addominopelvica • topografia e reciproci rapporti di viscere, vasi e nervi in esse contenuti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscere le basi dell’anatomia radiologica della scatola cranica e del massiccio facciale, dell’apparato toraco-addominale, cardio-circolatorio ( per quanto visibile senza l'uso di mezzo di contrasto) e muscolo-scheletrico.

Saper riconoscere rapidamente i dettagli anatomici che permettono di valutare la correttezza della proiezione  o della localizzazione della radioscopia richieste.

Avere un’ampia conoscenza delle proiezioni radiografiche in uso , anche collegate al tipo di patologia ricercata, sia in elezione che in urgenza.

Modalità didattiche

Lezioni frontali ( 20 ore)  utilizzando file  con software Keynote  e Power point  con immagini radiografiche e filmati ed il software  "3D ATLAS OF ANATOMY Sistema scheletrico"  che permette la visualizzazione tridimensionale  dei segmenti scheletrici

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Significato ed importanza dell’anatomia radiologica nel lavoro del TRSM .

Limiti  della percezione visiva delle forme nel loro riconoscimento.

Caratteristiche geometriche  dell’immagine radiologica tradizionale  e suoi limiti diagnostici, anche in rapporto a metodiche più complesse.

Riconoscimento dei punti di repere e dei piani cranici sulle radiografie.

Criteri per valutare la correttezza delle varie proiezioni usate in radiologia tradizionale ed i principali dettagli anatomici visibili

Elementi di patologia e semeiotica radiologica in funzione della scelta del tipo di proiezione da effettuare

 

Proiezioni trattate:

 

Proiezioni più comuni del cranio :

• Fronte naso

- PA con tubo radiogeno dritto

(Steenhuis) o obliquato (Caldwell)

- AP

• Latero laterale

• Mento naso (PA o AP con varie

angolazioni del fascio radiogeno)

• Naso in laterale

• Orbita

• Arcata zigomatica

 

Proiezioni meno usate del cranio :

1. Worms-Bretton

2. Towne

3. Valdini

4. Hirtz

5. Basetta

Proiezioni per la rocca petrosa:

1. AP transorbitaria

2. Stenvers

3. Mayer

4. Schuller

Proiezioni per lo studio della mandibola

 

Proiezioni per la colonna vertebrale

Proiezioni per gli arti superiori ed inferiori, bacino , coste e diaframma.

Proiezioni per lo studio della componente cardio/polmonare del torace e per lo studio degli organi addominali

 

Odonotostomatologia:

1) Esami endorali

2) Ortopantomografia  ed introduzione a cone-bean e dental-scan

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I file delle lezioni, necessari e sufficienti per l'apprendimento  della materia, sono rivisti e migliorati ogni anno e vengono forniti in formato PDF agli studenti gratuitamente durante il corso.

Il contenuto delle lezioni fa riferimento  ai seguenti libri

F.Mazzuccato: Anatomia radiologica. Piccin

E.A.Zimmer Manuale di tecnica radiologica CEA

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Riceve su appuntamento: paolo.marino@hsanmartino.it

Ricevimento:    Si riceve previo appuntamento all’indirizzo mail:  enzo.decicco@hsanmartino.it

Ricevimento: Su appuntamento previo contatto telefonico o via email.

Commissione d'esame

FEDERICO COLOMBO (Presidente)

PAOLO MARINO

ENZO DE CICCO

ROBERTA CORVISIERO

ERMANNO CICCONE

MARCO CECCHELANI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali ( 20 ore)  utilizzando file  con software Keynote  e Power point  con immagini radiografiche e filmati ed il software  "3D ATLAS OF ANATOMY Sistema scheletrico"  che permette la visualizzazione tridimensionale  dei segmenti scheletrici

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni hanno inizio nel secondo semestre di solito nei primi giorni di marzo

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è integrato e, come da regolamento, prevede il superamento da parte dello studente, nella stessa sessione e/o comunque secondo le modalità previste dai Docenti,  di tutti i moduli previsti nel C.I. stesso.

Durante il corso possono essere previste prove di valutazione "in itinere"  le cui modalità verranno comunicate di volta in volta dal Docente.

Come da regolameto, essendo di norma esami orali, sono previsti 5 appelli durante l'Anno Accademico di cui  2 appelli nella sessione invernale (gennaio- febbraio)  e 2 appelli per la sessione estiva (giugno,luglio) e 1 appello nella sessione autunnale (settembre).

 

 

Modalità di accertamento

La modalità di accertamento della preparazione dello Studente viene di norma effettuata in forma orale.

L’esame orale verterà sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di integrare le nozioni delle diverse materie per eseguire correttamente le proiezioni richieste.

Ulteriori dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso delle lezioni.

Nello specifico l'esame di anatomia radiologica  verterà  su:

Valutazione di immagini di proiezioni radiografiche a computer.

Riconoscere di quale segmento anatomico si tratti, quale proiezione  è, se è stata eseguita correttamente ed in base a quali criteri, riconoscimento dei dettagli anatomici presenti.

 Quali radiogrami eseguire nel sospetto di alcune patologie più frequenti ( perforazione intestinale, frattura collo omero, controllo protesi d'anca ecc..)

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
18/07/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
05/09/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
18/07/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
05/09/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
18/07/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
05/09/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
18/07/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale
05/09/2019 15:00 GENOVA Scritto + Orale