RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

_
iten
Codice
68128
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 3° anno di 9281 FISIOTERAPIA (L/SNT2) GE SAN MARTINO
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/26
LINGUA
Italiano
SEDE
GE SAN MARTINO (FISIOTERAPIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La riabilitazione cognitiva fonda i suoi presupposti teorici sulle proprietà plastiche del cervello; dall’analisi del comportamento possono essere programmati interventi riabilitativi specifici per le funzioni che risultano compromesse.

La maggior parte degli interventi si basa su ipotesi di riorganizzazione funzionale e di apprendimento

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali forme di disturbo delle funzioni cognitive e corticali superiori (demenze, afasie, aprassie, agnosie, disturbi dello schema corporeo) ed essere in grado di valutarne l’impatto sui processi riabilitativi neuromotori, nonché apprendere i principali approcci riabilitativi miranti a consentire un recupero delle funzioni neuropsicologiche alterate.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La riabilitazione neuropsicologica è lo studio delle opportunità riorganizzative assunte dal cervello che è stato leso; parte dal presupposto che le capacità neuroplastiche del nostro cervello, presenti

dopo la lesione, siano guidabili per ottimizzare il trattamento riabilitativo orientato al raggiungimento del massimo grado possibile di autonomia e di indipendenza attraverso il recupero e/o la

compensazione delle abilità cognitive e comportamentali compromesse; tale provvedimento risulta essere finalizzato, pertanto al miglioramento della qualità della vita del paziente ed al reinserimento

dell’individuo nel proprio ambiente familiare e sociale. “Mazzucchi 1999”

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali per un totale di 10 ore (1 CFU)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso fornisce le premesse per la comprensione delle metodologie di riabilitazione cognitiva.

1. Recupero delle funzioni cerebrali
2. Plasticità cerebrale
3. Recupero funzionale e disturbi neuropsicologici
4. Prognosi del recupero funzionale dei disturbi neuropsicologici
5. Test neuropsicologici e recupero funzionale
6. Analisi delle possibilità applicative (es. paradigma del paziente affetto da esiti di trauma cranico)
7. Afasiologia
8. Riabilitazione dei disturbi da riduzione del campo visivo
9. Il disturbo emiattentivo e la sua riabilitazione
10. Riabilitazione dell'aprassia costruttiva
11. I disturbi dell'attenzione: trattamento
12. Le alterazioni della funzione: aspetti metodologici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Oltre al materiale didattico (slide) , possono essere consigliati dai Docenti ulteriori articoli di approfondimento

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: c.zat@asl1.liguria.it

Ricevimento: Gli studenti potranno contattare il docente all'indirizzo e-mail: carlo.serrati@hsanmartino.it. Il ricevimento è su appuntamento. 

Ricevimento: Gli studenti potranno contattare il docente all'indirizzo e-mail: carlo.serrati@hsanmartino.it. Il ricevimento è su appuntamento. 

Ricevimento: g.corvaglia@asl2.liguria.it

Commissione d'esame

LEONARDO COCITO (Presidente)

MAGDA RIZZARDI

MARIA LAURA INGLESE

CARLO SERRATI

CRISTIANA GHIRARDI

TIZIANA TASSINARI

CARLA ZAT

SUSANNA FRASCONI

ALESSANDRA CAMPUS

ELENA CARABELLI

GIUSEPPE CORVAGLIA

ELISABETTA CRISTIANI

ROSARIA ANDREOTTI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali per un totale di 10 ore (1 CFU)

INIZIO LEZIONI

I semestre III anno

ESAMI

Modalità d'esame

 

L’esame è orale; esso sarà diretto principalmente a valutare un'appropriata conoscenza degli argomenti trattati nel modulo.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno comunicati nel corso delle lezioni.

L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e comunque su tutti quelli specificati nel programma, e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare criticamente i problemi neuropsicologici che verranno posti nel corso dell'esame.

ALTRE INFORMAZIONI

L'esame può essere sostenuto se sono stati superati tutti gli esami del 2° anno.