RIABILITAZIONE IN ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA I

RIABILITAZIONE IN ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA I

_
iten
Codice
68187
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 2° anno di 9281 FISIOTERAPIA (L/SNT2) GE SAN MARTINO
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/34
LINGUA
Italiano
SEDE
GE SAN MARTINO (FISIOTERAPIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

RIABILITAZIONE IN ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA I

La Disciplina di RIABILITAZIONE IN ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA I  persegue l’obiettivo di fornire allo studente la conoscenza del processo di guarigione del paziente traumatizzato, per definire, dopo un'attenta valutazione di segni e sintomi, un adeguato intervento riabilitativo secondo il modello biomedico e psico-sociale.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

OBIETTIVI FORMATIVI

Principale obiettivo del corso è quello di fornire la conoscenza del processo di guarigione del paziente traumatizzato per definire un adeguato intervento riabilitativo secondo il modello biomedico e psico-sociale. Per raggiungere questo obiettivo risulta importante saper valutare segni e sintomi  del paziente, conoscere le principali scale di misurazione in riabilitazione, saper declinare l’intervento riabilitativo a seconda della storia clinica del paziente. La disciplina conduce lo studente a conoscere principi ed obiettivi della riabilitazione nelle problematiche a carico dell’apparato locomotore per un efficace intervento su edema, dolore, recupero dell’articolarità, della forza muscolare e delle funzioni; inoltre, permette di conoscere ed applicare la Terapia fisica strumentale, e saper osservare i reperti della diagnostica per immagini.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso e dopo un opportuno periodo di studio lo studente sarà in grado di:

  1. conoscere il processo di guarigione del paziente traumatizzato per definire un adeguato intervento riabilitativo secondo il modello biomedico e psico-sociale;
  2. collocare il quesito riabilitativo nella storia clinica del paziente a seconda delle fasi;
  3. conoscere principi ed obiettivi della riabilitazione nelle problematiche a carico dell’apparato locomotore: edema, dolore, recupero dell’articolarità, della forza muscolare e della funzione, compresa stazione eretta e deambulazione;
  4. comprendere l’importanza della formulazione del progetto riabilitativo individualizzato e della valutazione della sua efficacia;
  5. conoscere le principali scale di valutazione clinica;
  6. saper osservare i reperti della diagnostica per immagini per identificare indicazioni e controindicazioni all'esercizio terapeutico;
  7. conoscere effetti biologici, indicazioni e controindicazioni della Terapia Fisica.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali per un totale di 20 ore.

Le lezioni frontali saranno tenute nelle 5 sedi del Corso di Laurea dai rispettivi  docenti nominati e verranno erogate attraverso l’utilizzo di slide e filmati esplicativi. Il rapporto numerico Studenti/Docenti permette un confronto diretto fra insegnante e discente e la possibilità di utilizzo di metodologie didattiche collaborative, discussioni guidate sulla riabilitazione delle patologie ortopedico/traumatologiche/reumatologiche, lavoro in piccoli gruppi.

 

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le fasi principali del trattamento in Ortopedia e Traumatologia:

  • Premesse metodologiche:
    a. Collocare il quesito riabilitativo nella storia clinica del paziente: riabilitazione dopo trattamento conservativo o chirurgico, training pre-operatorio nei trattamenti di elezione, gestione degli esiti, programma domiciliare ecc.

          b. La documentazione: letteratura, linee guida e protocolli riabilitativi

          c. Saper osservare i reperti della diagnostica per immagini per identificare indicazioni e controindicazioni all'esercizio terapeutico.

  • I principali nodi in riabilitazione ortopedica e traumatologica:
  1. La fase successiva all’immobilizzazione e l’immediato post-operatorio: gestione dei tessuti molli e prevenzione di edemi, aderenze e retrazioni; tempi e modalità della mobilizzazione precoce; prevenzione delle complicanze
  2. La fase del recupero dell’articolarità, del movimento attivo e del carico: prevenzione e trattamento delle rigidità articolari.
  3. La fase del rinforzo e della ripresa delle normali attività: programmi e protocolli per il recupero di forza e destrezza.
  4. La fase del trattamento dell’instabilità articolare.
  5. La gestione degli esiti funzionali: preparazione a re-interventi, ADL e ausili, prevenzione delle deformità.
  • La Terapia Fisica Strumentale: conoscere azione fisica e terapeutica, principi di scelta e utilizzo della terapia fisica:
    a. Elettroterapia
  • Elettrostimolazione: Muscolo Innervato e Denervato: Correnti interferenziali, Kotz, Stimolazione elettrica funzionale (S.E.F.), Correnti rettangolari.- triangolari – esponenziali   
  • Correnti Antalgiche: definizione e utilizzo secondo i principi neurofisiologici (Gate control)

         b. Vibrazioni Meccaniche: Ultrasuoni

         c. Radiazioni Elettromagnetiche: Marconi, Onde radar, Infrarossi, Ultravioletti A - B - C, Soft Laser, Campi magnetici                                      

         d. Onde d’urto e Tecar: terapia resistiva e capacitiva

         e. Cenni di Crenoterapia e Talassoterapia

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Le Slides utilizzate durante  le lezioni e altro materiale didattico (quali tutorial di approfondimento, dispensa elettronica) saranno fornite dai Docenti; possono , inoltre, essere consigliati dai Docenti libri, articoli e riviste scientifiche.

In generale, gli appunti presi durante le lezioni ed il materiale fornito dai Docenti sono sufficienti per la preparazione dell'esame.

Vengono suggeriti come testi/articoli di supporto:

 - Valobra " Trattato di Medicina Fisica e Riabilitazione " Ed. UTET

- Gialanezza, D'Alessandro, Santoro "Terapia Fisica Pratica" Ed. Marrapese Roma

- Ferrari S, Pillastrini P, Testa M, Vanti C. “La riabilitazione postchirurgica del paziente ortopedico - Sezione I Principi  Generali”  Elsevier 2010

- Porter S. - Tidy’s Manuale di Fisioterapia - EdiErmes

- http://www.who.int/classifications/icf/training/icfbeginnersguide.pdf

 

Vanno bene anche altri testi di carattere universitario, purchè siano edizioni pubblicate negli ultimi 5 anni.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: focacci.a@libero.it

Ricevimento: Gli studenti potranno contattare il docente all'indirizzo e-mail:  dgaraventa@asl4.liguria.it . Il ricevimento è su appuntamento.  

Ricevimento: Il ricevimento è su appuntamento. Gli Studenti potranno contattare il docente all’indirizzo e-mail: a.robutti@asl2.liguria.it

Ricevimento: alberto.piacenza@gmail.com

Ricevimento: Il Docente riceve su appuntamento, preso con richiesta via mail: carla.buffa@asl5.liguria.it     ​  

Ricevimento: Su appuntamento, previo contatto per email (elisapelosin@gmail.com)

Commissione d'esame

SUSANNA ACCOGLI (Presidente)

ALBERTO PIACENZA

ELISA PELOSIN

SABRINA PAOLINO

AURORA PRATESI

DANIELA RASO

GIORGIO ZANASI

ALESSANDRO ROBUTTI

GIANLUCA RISSO

PATRIZIA MONTEFORTE

LUIGI MOLFETTA

ANTONELLA FOCACCI

ALBERTO EMINENTE

NADIA FOLEGANI

DANIELA GARAVENTA

LEONARDO INCERTI VECCHI

CLAUDIA GIORGINI

MARCO MEZZASALMA

CARLA BUFFA

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali per un totale di 20 ore.

Le lezioni frontali saranno tenute nelle 5 sedi del Corso di Laurea dai rispettivi  docenti nominati e verranno erogate attraverso l’utilizzo di slide e filmati esplicativi. Il rapporto numerico Studenti/Docenti permette un confronto diretto fra insegnante e discente e la possibilità di utilizzo di metodologie didattiche collaborative, discussioni guidate sulla riabilitazione delle patologie ortopedico/traumatologiche/reumatologiche, lavoro in piccoli gruppi.

 

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni saranno svolte nel periodo che va da ottobre a dicembre.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è orale; esso sarà diretto principalmente a valutare un'appropriata conoscenza degli argomenti trattati nel modulo.

Saranno disponibili 2 appelli di esame per la sessione invernale (gennaio - febbraio)  e 5 appelli per la sessione estiva (giugno, luglio e settembre).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno comunicati nel corso delle lezioni.

L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e comunque su tutti quelli specificati nel programma, e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare criticamente i problemi fisioterapici in campo traumatologico e ortopedico che verranno posti nel corso dell'esame. Lo studente dovrà anche dimostrare di avere acquisito la capacità di descrivere i processi fisioterapici in modo chiaro e con una terminologia corretta.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Pre-requisitI:

Conoscenza dei fondamenti di Anatomia e Patologia