SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE E TECNICHE CROMATOGRAFICHE

SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE E TECNICHE CROMATOGRAFICHE

_
iten
Codice
73159
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
4 cfu al 3° anno di 9293 TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (L/SNT3) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO)
propedeuticita
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La disciplina “Qualità” fornisce strumenti di gestione dei sistemi organizzativi e suggerisce un metodo di approccio che ha quale elemento propulsivo “l’imparare dall’errore” . La gestione dei processi  puo’ essere effettuata seguendo il modello circolare che è alla base dei SGQ. 

Tecniche Cromatografiche e Sistemi di Rivelazione. Principi di Spettrometria di Massa

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

• Tecniche cromatografiche e Principi di spettrometria di massa

Gascromatografia liquida – spettrometrioa di massa

Validazione di un metodo cromatografico

Applicazione di metodi cromatogrfici nel labortorio biomedico.

Comprensione della separazione cromatografica

Saper valutare la risoluzione  cromatografica

Saper distinguere i vari tipi di tecniche cromatografiche

Comprensione dell’uso della tecnica HPLC

Comprendere la scelta e l’uso dei vari sistemi di rivelazione in cromatografia

Acquisizione del concetto di standard esterno e standard interno

Fornire la capacità di applicare la tecnica cromatografica

Fornire le basi teoriche relative di Chimica-fisica dei fluorocromi e la loro interazione con la luce (principi di Ottica).

•Capacità di scelta ed uso del corretto fluorocromo e sua applicazione in citofluorimetria 

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Acquisizione di concetti  fondamentali  per la gestione dei Sistemi Qualità: sistema dinamico- processi di miglioramento- imparare dall’errore- aderenza alle norme di riferimento per l’Accreditamento Istituzionale Regione Liguria  e per la norma UNI EN ISO- metodi di analisi del rischio clinico.

Fornire le basi teoriche relative alla Cromatografia e alle Tecniche Cromatografiche e Sistemi di Rivelazione

Intodurre principi di Spettrometria di Massa

Principi fondamentali di Gascromatografia e Gascromatografia-spettrometria di massa

 Principi fondamentali di Cromatografia liquida-spettrometria di massa

Procedura di Validazione di un metodo cromatografico

Illustrare Applicazioni di metodi cromatografici nel laboratorio biomedico

Fornire la capacità di eseguire metodiche di analisi cromatografiche in HPLC  

Modalità didattiche

Le lezioni tendono al coinvolgimento costante degli studenti . I contenuti delle lezioni sono  su slide del docente.

Lezioni frontali in aula con presentazioni di slide proiettate e simulazione di applicazioni pratiche.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Evoluzione della Qualità:  I teorizzatori Deming-Juran-Crosby - La leadership - Orientamento al cliente - Comprendere e migliorare i  Processi – Il Ciclo di Deming - Lavoro di squadra - I costi della Qualità

Il modello Ligure che disciplina l’Accreditamento delle strutture sanitarie: Accreditamento Istituzionale - Modelli organizzativi ISO – Principali innovazioni introdotte dalla Norma UNI EN ISO 9001:2015 rispetto alla precedente revisione - Peculiarità della revisione settembre 2015 rispetto alla revisione 2008 - Gli Audit - Modalità di conduzione di un Audit - Verifica dell’efficacia delle azioni correttive

Rischio Clinico: L’errore - Il comportamento umano - Classificazione degli errori - Strumenti di Analisi degli Eventi: SEA*-RCA**-FMEA***- Audit Clinico - *Significant Event Analysis (SEA) -**Root Cause Analysis (RCA) -***Failure mode effect analysis (FMEA)

Ruolo dell’ Ufficio Qualità in un’Azienda Sanitaria

Gestione del Sistema Qualità in un Laboratorio Analisi

 

Cromatografia: introduzione

Gascromatografia

Rivelatori in Gascromatografia

Gascromatografia-spettrometria di massa

Cromatografia liquida-spettrometria di massa

Metodi quantitativi in cromatografia

Validazione di un metodo cromatografico

Applicazioni di metodi cromatografici nel laboratorio biomedico 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Manuale per Accreditamento Istituzionale delle Attività Sanitarie della Regione Liguria, ai sensi del D.P.R. 14 gennaio 1997 e della L.R. 30 luglio 1999 n° 20.
Decreto Presidente della Repubblica 14/01/1997 (pubbl. sul supplemento ordinario alla G.U. n. 42 del 20 febbraio 1997). Approvazione dell’atto di indirizzo e coordinamento alle regioni e alle province autonome di Trento e Bolzano, in materia di requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per l’esercizio delle attività sanitarie da parte delle strutture pubbliche e private.
Joint Commission, Introduzione ai principi del miglioramento della qualità
Norma ISO  UNI EN 9001:2015
Novaco F., Damen V., La gestione del rischio Clinico, Centro Scientifico Editore
Rasmussen J, Duncan K. & Leplat J., New Technology and human error. 1987

Reason J., Human error; Cambridge university Press. Edizione italiana: L’errore umano; Editore Il Mulino, Bologna BMJ 2000

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve gli studenti  previa comunicazione ed accordi con il docente all’indirizzo email: Ubicazione: IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST- Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro- Unità Operativa Gestione del Rischio Clinico, Qualità, Accreditamento e URP- sede Padiglione B, piano 1 Telefono: 010 555 8087 Indirizzo email: antonella.filanti@hsanmartino.it

Ricevimento: Il docente riceve gli studenti  previa comunicazione ed accordi con il docente all’indirizzo email: daneiele.reverberi@hsanmartino.it

Ricevimento: Su appuntamento tramite contatto e-mail Dipartimento Ricerca Traslazionale, Medicina di Laboratorio, Diagnostica e Servizi U.O.C. Laboratorio Analisi IRCCS Istituto Giannina Gaslini Via Gerolamo Gaslini 5, 16147 Genova Email: LauraBarbagallo@gaslini.org Cellulare: 3332646054

Ricevimento: Su appuntamento e tramite contatto e mail del docente simonetta.canepa@galliera.it

Commissione d'esame

DANIELE REVERBERI

SIMONETTA CANEPA

LAURA BARBAGALLO

ANTONELLA FILANTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni tendono al coinvolgimento costante degli studenti . I contenuti delle lezioni sono  su slide del docente.

Lezioni frontali in aula con presentazioni di slide proiettate e simulazione di applicazioni pratiche.

INIZIO LEZIONI

Marzo 2017 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE E TECNICHE CROMATOGRAFICHE

ESAMI

Modalità d'esame

Test di valutazione  in forma scritta con quesiti a risposta multipla.

 

Modalità di accertamento

Si valuta l’apprendimento dei concetti base espressi nel programma didattico.E’ richiesta la conoscenza e definizione degli elementi base delle Tecniche Cromatografiche e Sistemi di Rivelazione.