TECNICHE ISTOLOGICHE

TECNICHE ISTOLOGICHE

_
iten
Codice
68481
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
4 cfu al 2° anno di 9293 TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/46
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il Corso è indirizzato alla formazione dei futuri TSLB attraverso lezioni teoriche e tirocini pratici in laboratorio.Il Corso di Tecniche Istologiche tratterà i seguenti argomenti riguardanti la Prima fase del Processo Istologico.Dalla PreAnalitica all'Accettazione del campione Cito-Istologico.La Fissazione e colorazione del campione Cito-Istologico.Il Rischio Chimico e Biologico in un Laboratorio di Anatomia Patolgica.La sicurezza dei Dati Personali.Consegna al patologo dei vetrini allestiti.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

1- Il Campionamento e la verifica del materiale cito-istologico, il controllo delle conformità della richiesta e la predisposizione del campione allo stadio successivo; 2- Gestione della prima parte della fase analitica Istologica mediante l'utilizzo di metodi e tecnologie appropriate (fissazione e utilizzo dei Processatori Istologici/Citologici) nel rispetto delle raccomandazioni e dei requisiti di qualità adottati dal laboratorio;  3- Gestione del processo diagnostico in conformità al sistema qualità per partecipare attivamente allo sviluppo dei sistemi per il controllo della validità dei test e delle analisi di laboratorio; 4- Conoscenza dei principi disciplinari, etici e deontologici della professione di tecnico di laboratorio nelle situazioni assistenziali previste dal progetto formativo ed in relazione alle responsabilità richieste dal livello formativo; 5- Definizione delle decisioni in coerenza con le dimensioni legali, etiche e deontologiche che regolano l'organizzazione sanitaria e la responsabilità professionale; 6- Organizzazione delle attività di diagnostica di laboratorio attraverso la definizione di priorità, l'utilizzo appropriato delle risorse a disposizione, delegando ai collaboratori le attività di competenza, assicurando continuità e qualità assistenziale; 7- Conoscenza dell'uso di strumenti informatici in relazione ad utilizzi dedicati durante le procedure di Accettazione del Campione (Gestione corretta delle Anagrafiche e delle Prestazioni di Laboratorio, conoscenza della Sicurezza per il Paziente anche in riferimento alla Privacy).

 

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Acquisizione delle conoscenze relative al processo cito-istologico dei tessuti biologici pervenuti in esame:

1. Composizione, finalità operative e risorse umane e strumentali di cui dispone un'unità di Anatomia Patologica.

2. Conoscenza delle Procedure e delle fasi lavorative per l'Accettazione del Campione Cito-Istologico.

3. La Fissazione del materiale Cito-Istologico.

4. Rischio Chimico e Rischio Biologico in Anatomia Patologica

5. Sicurezza e Protezione dei Dati Personali (Privacy)

 

Modalità didattiche

Lezioni Frontali e interattive mediante Slide e prove scritte in itinere.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. Composizione, finalità operative e risorse umane e strumentali di cui dispone un'unità di Anatomia patologica.

2. Conoscenza delle procedure e delle fasi lavorative per l'accettazione dei campioni:
2.1 Il ruolo del T.S.L.B. Nell'accettazione
2.2 Riconoscimento del materiale (caratteristiche delle varie tipologie di materiale)
2.3 Verifica della corretta informazione clinica
2.4 Gestione di un sistema di schedatura e codifica del materiale
2.5 Uso dei Sistemi Informatici Gestionali per i Laboratori di Anatomia Patologica
2.6 Introduzione ai concetti di 'Tracciabilità e Rintracciabilità' in Anatomia Patologica (Rischio Clinico)
2.7 Introduzione ai concetti di 'Privacy e Security' (nozioni di base).

3. La FISSAZIONE
3.1 Significato e descrizione delle fasi di preparazione dei campioni
3.2 Fissativi fisici
3.3 Fissativi Chimici. Generalità sulle metodiche di fissazione chimica
3.4 Fissativi Primari
3.5 Miscele Fissatrici
3.6 Fissativi in relazione al loro uso.


4. Rischio Chimico e Rischio Biologico in Anatomia Patologica
(focalizzando l'attenzione alle fasi del processo riguardanti l'accettazione e la fissazione). Descrizione dei rischi per la salute ai quali è esposto l'operatore che lavora in Anatomia Patologica. Individuazione delle diverse procedure e delle misure preventive di protezione.

5. Sicurezza e Protezione dei Dati Personali (Privacy).

6. Campionamento

7. Taglio al microtomo

8. Valutazione aree di criticità tecnica in citologia

9. Sistema gestione delle qualità

10. Definizione di citologia

11. Fasi di processo del materiale citologico

12. Fissazione e colorazione dei materiale citologici

13. Citologia su strato sottile (Thin prep)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Cardillo MR – Nozioni di tecniche diagnostiche di Anatomia Patologica – Antonio Delfino Editore, Roma, 2009.

Ruco L, Scarpa A – Anatomia Patologica, Le basi. – UTET, Torino,2007.

Daniel S, Zanin T – Manuale di tecnica cito-istologica – Documentazione scientifica editrica, Bologna, 1997.

Valdes-Da Pena M, Huff DS – Manuale delle autopsie perinatali – Piccin, Padova, 1989

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Chiedere Informazioni utilizzando la seguente mail: mariangela.lanata@galliera.it Ospedali Galliera Laboratorio di Anatomia Patologica

Ricevimento: A disposizione previo contatto e:mail simonetta.ferrando@asl3.liguria.it

Ricevimento: A disposizione previo contatto e:mail laura.zito@hsanmartino.it  Dott. Laura Zito  Ospedale Policlinico San Martino Pad. 15 II piano Anatomia Patologica    

Commissione d'esame

LUCA MASTRACCI

ROBERTO PIZZAFERRI

LAURA ZITO

MARIANGELA LANATA

FEDERICA GRILLO

SIMONETTA FERRANDO

ROBERTO FIOCCA

EZIO FULCHERI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni Frontali e interattive mediante Slide e prove scritte in itinere.

INIZIO LEZIONI

Mercoledì 8 Marzo 2017.

ESAMI

Modalità d'esame

Prova Orale - Tre domande con risposta discussa. E' presente una commissione di tre Docenti

Modalità di accertamento

Rilevazione della correttezza generale dei concetti di base della materia, delle definizioni teoriche e delle applicazioni metodologiche di ogni fase di accettazione, processazione e consegna dei materiali. Verifica delle capacità gestionali e di prevenzione dei rischi chimico-biologici presenti in tutte le fasi di lavorazione in anatomia patologica. Si richiede anche l'acquisizione di conoscenze in materia di riservatezza dei dati sensibili dei pazienti.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
25/07/2019 08:30 GENOVA Orale
26/09/2019 08:30 GENOVA Orale