FISIOPATOLOGIA

FISIOPATOLOGIA

_
iten
Codice
68165
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 2° anno di 9293 TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO)
periodo
1° Semestre
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Inoltre si prefigge di insegnare i meccanismi fisiopatologici delle più importanti malattie del metabolismo (diabete), del circolo,del fegato  e del sangue

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire le conoscenze dell’origine e dei meccanismi fisiopatologici che stanno alla base  della patologia umana.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi principali del corso sono fornire allo studente le basi per comprendere i processi patologici dei tessuti e le loro interazioni. I risultati attesi sono la comprensione dei meccanismi che inducono lo stato di malattia e la capacità di coordinare le nozioni del corso in maniera organica.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

La Fisiopatologia  delle più importanti malattie del metabolismo (diabete), del circolo,del fegato  e del sangue

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Verranno fornite agli studenti dispense su Aulaweb che coprono tutti gli argomenti del programma; Fisiopatologia generale: libri di appoggio 1) GM Pontieri, Elementi di Patologia generale, Piccin,

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti possono contattare la docente per mail maidep@unige.it 

Commissione d'esame

DANIELA FENOGLIO

MARIA ADELAIDE PRONZATO (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

le lezione iniziano nel mese di ottobre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Lo studente verrà esaminato sui contenuti di uno dei capitoli di Fisiopatologia generale svolti a lezione  con domande atte a valutare il suo apprendimento, la sua capacità comunicativa e la sua capacità di fare connessioni tra gli argomenti svolti. La conoscenza e la definizione degli elementi base della materia devono essere conosciuti perché l’esame sia considerato sufficiente