METEOROLOGIA E CLIMATOLOGIA

METEOROLOGIA E CLIMATOLOGIA

_
iten
Codice
71772
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso risponde alla crescente domanda di formazione in un settore strategico qual è quello legato ai fenomeni atmosferici con enormi implicazioni anche a carattere socio-politico oltre che economico (si pensi al tanto dibattuto "riscaldamento globale"). Obiettivo principale del corso è; fornire le basi fisico-matematiche della disciplina al fine di accendere nello studente uno spiccato senso critico che gli permetta di affrontare problemi così delicati con rigore scientifico e metodologico.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si concentra sullo studio dei fenomeni atmosferici e del loro riflesso sulla vita quotidiana(si pensi al tanto dibattuto "riscaldamento globale"). Nella fattispecie lo Studente sarà in grado di:

  • conoscere e descrivere i principali fenomeni meteorologici;
  • selezionare i corretti metodi di studio per risolvere problemi specifici;
  • interpretare i risultati analitici derivanti dall'uso di strumentazione meteorologica;
  • valutare criticamente i dati raccolti durante attività di monitoraggio al fine di predisporre correttamente le previsioni meteorologiche;
  • produrre relazioni scientifiche e/o professionali;
  • interpretare correttamente i segnali "meteorologici" che l'ambiente intorno a noi ci manda;
  • valutare obbiettivamentele e con senso critico le informazioni meteorologiche ricevute.

Modalità didattiche

Il Corso si compone di Lezioni frontali in aula, Seminari effettuati da Personale del Centro Meteo di ARPAL, e Visita-lezione presso Centro Meteo-Idrologico della Regione Liguria (CMIRL).

Prova d'esame : orale.

Qualora gli Studenti lo desiderino, al termine del Corso, prima della Prova orale di esame avranno la possibilità di effettuare una prova scritta per verificare le conoscenze acquisite durante il Corso stesso: questa prova sarà, poi, oggetto di discussione e di confronto con i Docenti (la prova scritta, per i soli studenti dell'Anno Accademico in corso, è assolutamente facoltativa e libera).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Forza di Coriolis. Spirale di Ekman. Atmosfera. Costante solare. Albedo. Bilancio termico. Bilancio radiativo. Temperatura dell’aria. Bilancio del calore dell’oceano. Pressione atmosferica. Umidità nell’aria. Nubi. Precipitazioni. Nebbia e foschia, smog.

Esempi di applicazioni di tipo meteorologico e/o climatologico ai campi dell’ingegneria del vento e dell’enegia eolica, realizzati mediante tecniche sperimentali e numeriche. I meccanismi di sollevamento forzato e convettivo delle air parcel. Processi adiabatici reversibili e pseudoadiabatici reversibili e irreversibili in atmosfera. La temperatura potenziale e il dry adiabatic lapse rate (DALR). La temperatura potenziale equivalente e il saturated adiabatic lapse rate (SALR).

L’environmental lapse rate. I radiosondaggi. Il concetto di stabilità statica in atmosfera basata sul metodo locale. L’atmosfera in condizioni stabili, la frequenza di Brunt-Vaisala, le nubi lenticolari e le onde di gravità.L’atmosfera in condizioni instabili. I diagrammi termodinamici dell'atmosfera. Determinazione del lifting condensation level (LCL) e del level of free convection (LFC).

Gli indici temporaleschi (CAPE, Whiting, Lifted Index). Determinazione del convective condensation level (CCL), Stau e föhn, inversioni termiche. Il processo di nucleazione omogenea nelle nuvole. Definizione e ruolo dei nuclei di condensazione per la formazione delle cloud droplets. La nucleazione eterogenea e l'effetto del soluto. I processi di crescita delle gocce di pioggia nelle nuvole calde: la crescita per condensazione e per collisione-coalescenza. Esperimento di creazione di una nuvola in bottiglia. Il processo di Bergeron nelle nuvole fredde e la formazione dei fiocchi di neve. Tipologie di precipitazioni: pioggia, frozen rain, sleet, neve, grandine. La classificazione internazionale delle nuvole. L’atlante delle nuvole del WMO e la loro codifica internazionale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Durante l'anno verranno caricati su AulaWeb i PowerPoint delle lezioni e materiale didattico vario a carattere e tematiche Meteorologiche.

Libri consigliati:

- Francesco Fantauzzo (1976), Dalla brezza all'uragano (meteorologia moderna) ;

- M. Giuliacci, A. Giuliacci, P. Corazzon (2010), Manuale di meteorologia .

- Stefano Gallino (2015), Il Meteo per la vela - Manuale per la regata e la crociera

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Previo contatto e-mail o telefonico con i Docenti (Marco Capello, http://www.distav.unige.it/drupalint/user/67)

Ricevimento: Su appuntamento, telefonando al numero (+39) 010 353 2509 o inviando una e-mail (massimiliano.burlando@unige.it)

Commissione d'esame

MASSIMO VERDOYA (Presidente)

MARCO CAPELLO (Presidente)

MASSIMILIANO BURLANDO

GABRIELE FERRETTI

EGIDIO ARMADILLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il Corso si compone di Lezioni frontali in aula, Seminari effettuati da Personale del Centro Meteo di ARPAL, e Visita-lezione presso Centro Meteo-Idrologico della Regione Liguria (CMIRL).

Prova d'esame : orale.

Qualora gli Studenti lo desiderino, al termine del Corso, prima della Prova orale di esame avranno la possibilità di effettuare una prova scritta per verificare le conoscenze acquisite durante il Corso stesso: questa prova sarà, poi, oggetto di discussione e di confronto con i Docenti (la prova scritta, per i soli studenti dell'Anno Accademico in corso, è assolutamente facoltativa e libera).

INIZIO LEZIONI

Per inizio lezioni e orario si prega di consultare http://www.distav.unige.it/ccsambnat/orariolezioni

ESAMI

Modalità d'esame

Prova d'esame : orale.

Qualora gli Studenti lo desiderino al termine del Corso, prima della Prova orale di esame, avranno la possibilità di effettuare una prova scritta per verificare le conoscenze acquisite durante il Corso stesso: questa prova sarà, eventualmente, oggetto di discussione e di confronto con i Docenti durante la sessione di esame (la prova scritta, per i soli studenti dell'Anno Accademico in corso, sebbene consigliata, è assolutamente facoltativa e libera).

Modalità di accertamento

L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni e durante i seminari/visita studio, e avrà lo scopo di valutare se lo studente abbia raggiunto un livello adeguato di conoscenze ed abbia acquisito la capacità di collegare tutte le informazioni teoriche applicandole a situazioni reali (previsioni meteorologiche). Verrà altresì valutata la proprietà di linguaggio e la conoscenza della terminologia scientifica e tecnica corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

Si consiglia di seguire le lezioni.