MICROBIOLOGIA AMBIENTALE

MICROBIOLOGIA AMBIENTALE

_
iten
Codice
65592
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
5 cfu al 2° anno di 9916 SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI (L-32) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/19
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE AMBIENTALI E NATURALI )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire le conoscenze di base della composizione del mondo microbico, evidenziando le principali caratteristiche strutturali, funzionali, ecologiche e il ruolo degli scambi genici nei batteri. Particolare riferimento all’ambiente marino ed alle tecniche e ai saggi per lo studio delle comunità microbiche

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Scopo dell'insegnamento è quello di fornire agli studenti le conoscenze di base relative alla biologia dei microrganismi ambientali, al loro ruolo ecologico e al loro potenziale impiego nelle campo delle biotecnologie microbiche. Sono anche trattati i metodi di studio e le tecniche diagnostiche necessarie per la caratterizzazione e il riconoscimento dei principali gruppi di microrganismi ambientali e per lo studio delle loro attività

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone esclusivamente di lezioni frontali. La frequenza alle lezioni è fortemente consigliata. Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

La composizione del mondo microbico. Confronto tra eucarioti e procarioti. Caratteristiche strutturali e funzionali della cellula batterica. La divisione batterica. Classi nutrizionali dei batteri e reazioni energetiche. La curva di crescita; effetto dell’ ambiente sulla crescita batterica; strategie di sopravvivenza dei batteri allo stress. L’ endospora. Caratteristiche principali degli scambi genici nei batteri e loro studio nell’ ambiente marino. Genetica dei microrganismi, trasferimento genico orizzontale (coniugazione, trasduzione, trasformazione). Archea: classificazione, principali caratteristiche e ruolo ecologico. Virus: caratteristiche principali (struttura e ciclo replicativo); ciclo litico e ciclo lisogeno dei batteriofagi. I virus nell’ ambiente ecologia e tecniche per il loro rilevamento. Caratteristiche generali dei microrganismi eucarioti. Tecniche di sterilizzazione. Saggi colturali e non colturali per lo studio della presenza, della concentrazione e delle attività microbiche nell’ambiente. Ruolo ecologico dei microrganismi. Interazioni dei microrganismi con animali, piante e altri microrganismi. Biofilm microbici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine di ogni ciclo di lezioni.

I libro sotto indicato è suggerito come testo di appoggio, ma gli studenti possono comunque utilizzare anche altri testi di livello universitario. Il testo consigliato è disponibile e consultabile presso la biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N.

Micheal T Madigan et al 2016. Brock, Biologia dei microrganismi, Microbiologia generale, ambientale e industriale. Pearson Editore (Milano), ISBN-10: 889190094X, 848 pp.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sara concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

LUIGI VEZZULLI (Presidente)

BIANCA SPARATORE (Presidente)

CARLA PRUZZO

MARCO GIOVINE

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone esclusivamente di lezioni frontali. La frequenza alle lezioni è fortemente consigliata. Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

INIZIO LEZIONI

A partire dal 19 febbraio 2018 (II Semestre)

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è orale e consiste nella risposta a domande poste dal docente su argomenti trattati durante l'insegnamento.  Saranno disponibili 3 appelli nella sessione invernale (gennaio-febbraio) e 3 appelli nella sessione estiva (giugno, luglio, settembre).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.

L’esame orale verterà sugli argomenti trattati a lezione e avrà lo scopo di valutare non solo se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma anche se ha acquisito la capacità di richiamare le nozioni teoriche applicandole a semplici contesti concreti. Sarà anche valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
13/09/2019 10:00 GENOVA Orale
26/09/2019 10:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni è fortemente raccomandata.