TECNICHE ANALITICHE AVANZATE

TECNICHE ANALITICHE AVANZATE

_
iten
Codice
90656
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 2° anno di 9018 SCIENZE CHIMICHE (LM-54) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE CHIMICHE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire agli studenti la conoscenza teorica delle più recenti tecniche impiegate nelle diverse fasi del processo analitico e la loro applicabilità in diversi ambiti reali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone di fornire agli studenti la conoscenza teorica delle più recenti tecniche impiegate nelle diverse fasi del processo analitico e la loro applicabilità in diversi ambiti reali.

In particolare verranno affrontate tecniche innovative di trattamento del campione per l’analisi di microinquinanti organici in matrici complesse finalizzate alla successiva analisi strumentale. Obiettivo globale del corso è portare lo studente ad acquisire una capacità critica nella scelta delle diverse soluzioni analitiche possibili, utilizzando anche le conoscenze recepite nei precedenti corsi di chimica analitica.

PREREQUISITI

E' consigliabile aver già sostenuto l'esame di CHimica analitica strumentale

Modalità didattiche

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, anche se fortemente consigliata. Il corso alternerà lezioni frontali in lingua italiana a lavori di gruppo. Potranno inoltre essere organizzate attività di gruppo volte a favorire un approccio attivo nella soluzione di un problema analitico.

Slides delle lezioni e ulteriore materiale didattico disponibili su Aulaweb.

PROGRAMMA/CONTENUTO

La ricerca bibliografica per la soluzione di un problema analitico.

Metodi innovativi di preparazione del campione: Solid Phase Micro Extraction, QuEChERS, micro e nanoparticelle magnetiche, Stir Bar Sorptive Extraction, campionatori passivi.

Tecniche strumentali avanzate: GCxGC e UPLC.

Metodologie per l’analisi di contaminanti emergenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Holler / Skoog / Crouch, CHIMICA ANALITICA STRUMENTALE, EDISES 2009

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni lavorativi, su appuntamento.

Commissione d'esame

MARINA DI CARRO (Presidente)

EMANUELE MAGI (Presidente)

MARCO GROTTI

MARIA CARMELA IANNI

LEZIONI

Modalità didattiche

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, anche se fortemente consigliata. Il corso alternerà lezioni frontali in lingua italiana a lavori di gruppo. Potranno inoltre essere organizzate attività di gruppo volte a favorire un approccio attivo nella soluzione di un problema analitico.

Slides delle lezioni e ulteriore materiale didattico disponibili su Aulaweb.

INIZIO LEZIONI

I semestre 2018, data pubblicata sul sito del CCS

ESAMI

Modalità d'esame

Gli studenti che intendono sostenere l'esame devono prenotarsi almeno due giorni prima su:   https://servizionline.unige.it/studenti/esami/prenotazione

L'esame è solo orale, ha una durata di circa 30 minuti e prevede domande su argomenti  specificati nel programma dettagliato che viene illustrato agli studenti e depositato su AulaWeb, insieme al materiale proiettato a lezione ed altro materiale di approfondimento. Lo studente dovrà dimostrare di avere raggiunto gli obiettivi formativi sia esponendo oralmente gli argomenti, sia scrivendo eventuali reazioni chimiche, formule, grafici e schemi relativi alle domande. Se la commissione riterrà che tali obiettivi non siano stati raggiunti, lo studente verrà invitato a ritirarsi. 

Modalità di accertamento

L'esame orale, condotto da due docenti di ruolo e della durata minima di 40 minuti, è volto a valutare la conoscenza degli argomenti trattati durante il corso, riportati nel programma dettagliato depositato su Aulaweb, tenendo anche in considerazione le attività svolte durante il corso stesso.

Mediante l’esame orale, la commissione è in grado di verificare con accuratezza il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento.  Se questi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e, se necessario, ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente.

ALTRE INFORMAZIONI

URL ORARIO LEZIONI

www.ctc.unige.it