CHIMICA BIOORGANICA

CHIMICA BIOORGANICA

_
iten
Codice
62273
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
3 cfu al 1° anno di 9015 BIOLOGIA MOLECOLARE E SANITARIA (LM-6) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BIOLOGIA MOLECOLARE E SANITARIA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende ampliare ed approfondire le conoscenze di Chimica Organica per una migliore conoscenza della Chimica dei processi biologici; lo studente potrà così comprendere che le reazioni che avvengono nei sistemi viventi seguono le stesse regole di reattività e decorrono con gli stessi meccanismi delle reazioni che avvengono in laboratorio

Modalità didattiche

lezioni frontali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Termodinamica. Velocità di Reazione. Teoria dello Stato di Transizione. Processi di trasferimento di gruppi acilici e loro ruolo nei sistemi viventi. Enoli ed anioni enolato. Formazione di legami C-C (condensazioni aldolica e di Claisen, sintesi acetacetica e malonica). Reazioni “organiche” in processi biologici: glicolisi, ciclo di Krebs; demolizione e sintesi degli acidi grassi; sintesi steroidi. Cenni di spettroscopia NMR e di spettrometria di massa.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

McMurry, Chimica Organica Un approccio biologico, Zanichelli, Bologna.

Diapositive messe a disposizione dal docente (aulaweb) 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento

Commissione d'esame

ANNALISA RELINI (Presidente)

LARA BIANCHI (Presidente)

CINZIA TAVANI

RANIERI ROLANDI

MASSIMO MACCAGNO

ORNELLA CAVALLERI

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni frontali.

INIZIO LEZIONI

Dal 13 Novembre 2017 (I Semestre)          

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Esame orale che è sempre condotto da una Commissione costituita da almeno due docenti di ruolo (o in casi limitati da un docente di ruolo e da un cultore della materia designato tale dal CCS) ed ha una congrua durata. La Commissione è in grado di verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento ponendo domande diversificate inerenti al programma effettivamente svolto durante le lezioni del corso. Quando gli obiettivi formativi non sono raggiunti, lo studente è invitato a verificare meglio le sue conoscenze ed eventualmente ad avvalersi di ulteriori spiegazioni contattando il docente titolare del corso di insegnamento. 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
06/09/2019 09:00 GENOVA Orale
06/09/2019 10:00 GENOVA Orale
20/09/2019 09:00 GENOVA Orale
20/09/2019 10:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Frequenza consigliata.