STORIA ECONOMICA

STORIA ECONOMICA

_
iten
Codice
57136
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
8 cfu al 3° anno di 8776 SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-16) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce una panoramica sulla crescita e sullo sviluppo economico nel lungo periodo e in prospettiva comparata, concentrandosi sui fattori strategici responsabili della crescita economica moderna.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha come obiettivo principale di analizzare l’evoluzione dell’economia europea e internazionale in un’ottica di lungo periodo al fine di fornire le basi metodologiche e culturali utili per una consapevole interpretazione della realtà economica attuale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscenza e comprensione: gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un’efficace capacità di comprensione dei meccanismi di funzionamento dei sistemi economici in un’ottica comparata e di lungo periodo.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere problemi riferiti al contesto economico attuale come risultato dell’evoluzione storica che lo ha caratterizzato.

Autonomia di giudizio: gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite in campo storico-economico con autonoma capacità di valutazione nei diversi contesti applicativi.

Abilità comunicative: gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della storia economica per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendimento: gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della storia economica nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare o nella prosecuzione degli studi.

PREREQUISITI

Nessuno.

Modalità didattiche

​Lezioni frontali, eventuali seminari di approfondimento su tematiche specifiche.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I principali aspetti trattati durante il corso saranno i seguenti:

- Il punto di partenza: la rivoluzione neolitica

- Prima dell'industria: le società preindustriali

- L'alba dell'industria moderna: l'Inghilterra nel XVIII secolo

- Modelli di sviluppo: i Second Comers

- Dalla prima globalizzazione alla seconda guerra mondiale

- Lo sviluppo economico moderno dal 1945 al 1979

- La seconda globalizzazione e le sue crisi.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

C.M. Cipolla, Uomini, tecniche, economie, Bologna, Il Mulino, 2013.

E. De Simone, Storia economica. Dalla rivoluzione industriale alla rivoluzione informatica, Milano, Franco Angeli, 2014.

I testi suindicati sono indispensabili per gli studenti non frequentanti. Gli studenti frequentanti potranno sostituire parte dei testi in oggetto con gli appunti presi a lezione e con i materiali di studio messi a disposizione su Aulaweb. Maggiori chiarimenti al riguardo saranno forniti durante il corso.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: ​Dipartimento di Economia - I livello - studio 1018 Telefono: (+39) 010209 - 5016 Email: zanini@economia.unige.it Orario ricevimento: sino alla ripresa dell'attività didattica il ricevimento avviene su appuntamento da concordare per e-mail.   ​  

Commissione d'esame

ANDREA ZANINI (Presidente)

RICCARDO SOLIANI

LUCIANO MAFFI

LEZIONI

Modalità didattiche

​Lezioni frontali, eventuali seminari di approfondimento su tematiche specifiche.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

STORIA ECONOMICA

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto.

Modalità di accertamento

È previsto un esame scritto nel quale si propone una serie di domande aperte che spaziano da temi di ordine generale ad aspetti più specifici. Nell’insieme la prova è finalizzata a valutare la capacità dello studente di inquadrare e sviluppare adeguatamente gli argomenti, il possesso del lessico disciplinare e il grado di approfondimento delle principali problematiche.