METODOLOGIE PER LO STUDIO DELL' ARTE CONTEMPORANEA (LM)

METODOLOGIE PER LO STUDIO DELL' ARTE CONTEMPORANEA (LM)

_
iten
Codice
65058
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 1° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea con particolare attenzione alle ricerche degli ultimi decenni e, specificamente, alle pratiche performative e alla intermedialità. È previsto il coinvolgimento di critici, artisti e studiosi del settore. La riflessione teorica sarà integrata dal laboratorio Corpi e parole. Storie e metodologie delle pratiche performative  che permetterà di acquisire 1 CFU Altre Attività e di sostituire parte della bibliografia d'esame.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Affrontando problematiche di carattere generale e temi specifici relativi all’arte del Novecento e del presente, il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici necessari per condurre studi specialistici nel settore dell'arte contemporanea.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le nozioni e gli strumenti metodologici necessari per la corretta analisi e la comprensione dell'arte del XX secolo, della complessa fenomenologia delle opere contemporanee, delle attuali linee di sviluppo della ricerca artistica e delle logiche che regolano in cosiddetto "sistema dell'arte contemporanea".

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà sapere illustrare in modo puntuale, e con un lessico appropriato, le linee di sviluppo dell'arte del XX e XXI e interpretare criticamente le opere in rapporto al loro contesto storico e culturale; dovrà dimostrare di avere compreso i problemi di metodo che lo studioso della disciplina deve affrontare per orientarsi tra l'evoluzione dell'arte contemporanea in termini storici e il pluralismo estetico che contraddistingue gli esiti delle ricerche condotte dagli artisti dalle avanguardie ad oggi; dovrà essere in grado di costruire autonomamente percorsi di senso, in termini sia tematici che problematici, tra le varie correnti; dovrà presentare un elaborato in forma scritta nel quale dovrà dare prova di sapere selezionare temi e problemi adatti ad essere oggetto di approfondimento, individuare le fonti adeguate, costruire una bibliografia di riferimento, e argomentare in modo originale e con proprietà di linguaggio il tema che ha scelto di prendere in esame.

PREREQUISITI

Solida conoscenza dell'evoluzione storica dell'arte del XIX e XX secolo.

Modalità didattiche

Lezioni frontali articolate con il supporto di materiale multimediale e concepite per favorire il confronto sui temi affrontati. Sono previste visite didattiche esterne, anche fuori Genova, e incontri con artisti e specialisti del settore.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea con particolare attenzione alle ricerche degli ultimi decenni e, specificamente, alle pratiche performative e alla intermedialità.
 

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea con particolare attenzione alle ricerche degli ultimi decenni e, specificamente, alle pratiche performative e alla multimedialità.

Autorappresentazione come narrazione nell'arte del XX e del XXI secolo.

 

 

 


 

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

C. BERTOLA, Curare l'arte, Electa 2008, pp. 12-38.

L. LECCI, Arte Concettuale, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 35-75.

D. QUARANTA, Video e Media digitali, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 253-283.

P. VALENTI, Body Art, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 159-197.

E. CRISPOLTI, Come studiare l’arte contemporanea, Donzelli, Roma 2010.

A. DEL PUPPO, L'arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino, 2013.

Ulteriore bibliografia sarà indicata durante lo svolgimento del corso.

Gli studenti non frequentanti dovranno integrare la bibliografia indicata con lo studio dei saggi di  Hal Foster (La psicanalisi nel modernismo e come metodo); Benjamin H. D. Buchloh (La storia sociale dell'arte: modelli e concetti); Yve-Alain Bois (Formalismo e Strutturalismo); Rosalind Krauss (Poststrutturalismo e decostruzione); David Joselit (Globalizzazione, reti e aggregati come forme) in H. FOSTER, R. KRAUSS, Y-A BOIS, B.H.D. BUCHLOH, D. JOSELIT, Arte dal 1900. Modernismo, Antimodernismo, Postmodermismo, III edizione, Zanichelli, Bologna 2017.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1_ I testi soprindicati dovranno essere integrati dallo studio di tre saggi a scelta tra quelli di  Lea Vergine, Nicolas Bourriaud, Angela Vettese, Klaus Honnef, Paco Barragàn, Walter Guadagnini, Marco Scotini, Filippo Maggia, Domenico Quaranta, Valerio Terraroli e di almeno dieci schede dedicate ad artisti contemporanei contenuti nel volume L'arte del XX secolo. 2000 e oltre. Tendenze della contemopraneità, a cura di Valerio Terraroli, Skira, Milano 2010.

2_ Relativamente al modulo dedicato all' Autorappresentazione come narrazione nell'arte del XX e del XXI secolo è richiesto lo studio dei seguenti testi:

A. BOATTO, Narciso infranto. L'autoritratto moderno da Goya a Warhol, Laterza, Roma -Bari, 2005

P. VALENTI, "You can't see yourself": su alcuni presupposti teorici della funzione dello specchio nella ricerca artistica tra performance e videoarte, in L'IMMAGINE RIFLESSA, a. XXVI, 2017, 1-2 (gennaio-dicembre), pp. 223-247, ISSN: 0391-2973

Ulteriore bibliografia sarà indicata durante lo svolgimento del corso.

3_ Gli studenti che frequenteranno il laboratorio Corpi e parole. Storie e metodologie delle pratiche performative nell'arte contemporanea potranno sostituire i seguenti saggi con un testo a scelta tra quelli indicati dal prof. Cesare Viel (si veda il programma del laboratorio):                                     

L. LECCI, Arte Concettuale, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 35-75.

D. QUARANTA, Video e Media digitali, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 253-283.

P. VALENTI, Body Art, in V. Terraroli (a cura di), L’arte del XX Secolo. 1969-1999. Neoavanguardie, postmoderno e arte globale, Skira, Milano 2008, pp. 159-197.

4_ Gli studenti non frequentanti dovranno integrare la bibliografia indicata con lo studio dei saggi di  Hal Foster (La psicanalisi nel modernismo e come metodo); Benjamin H. D. Buchloh (La storia sociale dell'arte: modelli e concetti); Yve-Alain Bois (Formalismo e Strutturalismo); Rosalind Krauss (Poststrutturalismo e decostruzione); David Joselit (Globalizzazione, reti e aggregati come forme) in H. FOSTER, R. KRAUSS, Y-A BOIS, B.H.D. BUCHLOH, D. JOSELIT, Arte dal 1900. Modernismo, Antimodernismo, Postmodermismo, III edizione, Zanichelli, Bologna 2017.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì dalle ore 11 alle ore 13.

Commissione d'esame

PAOLA VALENTI (Presidente)

MATTEO VALENTINI

ALBERTO TERRILE

LEO LECCI

MATTEO FOCHESSATI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali articolate con il supporto di materiale multimediale e concepite per favorire il confronto sui temi affrontati. Sono previste visite didattiche esterne, anche fuori Genova, e incontri con artisti e specialisti del settore.

INIZIO LEZIONI

20 FEBBRAIO 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L’esame si svolgerà in forma orale; sarà richiesto un approfondimento, da presentare all’esame in forma tesina corredata da immagini, note e specifiche indicazioni bibliografiche, su un argomento affrontato nell’ambito del corso (le norme editoriali da seguire per la stesaura dell'elaborato saranno caricate in Aulaweb).

N.B. L'elaborato scritto costituisce parte integrante dell'esame e della valutazione dello studente: si terrà conto delle motivazioni sottese alla scelta dell'argomento, della capacità di organizzare il discorso, dell'originialità nella trattazione e negli spunti critici, della qualità delle fonti usate e dei riferimenti bibliografci, della correttezza e della chiarezza espositiva.

I materiali relativi alle lezioni saranno messi a disposizione di tutti gli studenti iscritti al termine del corso e caricati su Aulaweb.

L’esame si considererà superato con la sufficienza se sarà dimostrata la conoscenza e la comprensione delle questioni metodologiche che orientano uno studio consapevole dell'arte contemporanea,  in riferimento alla bibliografia indicata e ai materiali proiettati a lezione; per raggiungere una valutazione superiore sarà necessario dare prova di una puntuale, personale e consapevole rielaborazione dei contenuti appresi e di aver utilizzato riferimenti bibliografici appropriati, oltre a quelli indicati nel programma del corso; la soglia dell’eccellenza sarà raggiunta dimostrando spiccate capacità di elaborazione e di giudizio critico.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
18/09/2019 09:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

L'elaborato dovrà essere inviato per posta elettronica alla docente e agli assistenti (dottoressa Anna Costantini, annacostantini@fastwebnet.it; dottor Matteo Valentini, matteo.valentini@edu.unige.it) almento 10 giorni prima della data in cui si intende sostenere l'esame e dovrà poi essere presentato all'appello in forma cartacea.