ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE ADATTATE

ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE ADATTATE

_
iten
Codice
67139
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
5 cfu al 2° anno di 8747 SCIENZE E TECN. ATTIVITA' MOTORIA PREV. E ADATTATA (LM-67) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-EDF/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE E TECN. ATTIVITA' MOTORIA PREV. E ADATTATA)
periodo
Annuale
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Al termine del corso lo studente acquisisce le conoscenze scientifiche e didattico-formative nel campo delle patologie internistiche per le attività motorie,  in particolare nel settore della medicina interna e malattie dell'apparato respiratorio, con specifico riferimento alla clinica, i e trattamento motorio

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo didattico A.F.A. si prefigge lo scopo di preparare dal punto di vista teorico e metodologico lo studente ad un corretto approccio motorio nel vasto ambito delle malattie internistiche, attraverso: -l’analisi del correlato motorio delle principali malattie, -l’efficacia della risposta motoria sulle malattie stesse, -il recupero di migliori performance fisiche ottenuto con percorsi motori appropriati d ogni categoria di pazienti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

• Essere in grado di progettare, condurre e gestire le attività fisico-motorie, con attenzione alle specificità di genere; • Avere competenze di livello avanzato per poter operare nell’ambito delle attività motorie a fini ricreativi, di prevenzione, del mantenimento e del recupero della migliore efficienza fisica nelle diverse età; • Avere un’approfondita conoscenza delle metodologie e delle tecniche dell’educazione motoria per i disabili; 

Modalità didattiche

Lezioni frontali con power point e lezioni in aula multimediale per approfondire il concetto di recerca metodologica nell'ambito delle scienze motorie 

PROGRAMMA/CONTENUTO

il contenuto del corso darà agli studenti conoscenze approfondite: sulle modificazioni e sugli adattamenti funzionali derivanti dall'esercizio fisico; sui metodi di valutazione dello stato di efficienza fisica e di programmazione dell'esercizio (sia per soggetti sani che per individui disabili o con limitazioni funzionali); sulle metodologie e le tecniche educative, comunicative e psico-motorie.

Gli studenti devono conoscere i benefici ed i rischi della pratica delle attività motorie in relazione alle diverse tipologie di soggetti; oltre aver appreso altresì i possibili correlati farmacologici più frequentemente utilizzati a scopo profilattico e terapeutico nelle malattie causa di disabilità, per poter conoscere gli effetti di queste sulle risposte ai test di esercizio; le procedure per fare fronte a situazioni di emergenza cardio-respiratoria, che possono insorgere in relazione ad un test di esercizio. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense fornite dal docente 

Metodologia della ricerca per le scienze motorie e sportive   J.R.Thomas - J.K.Nelson - S.S.Silverman
L'allenamento ottimale
Libro di Jürgen Weineck

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordare tramite recapito emilio.grasso@fastwebnet.it 3382889482

Commissione d'esame

SABRINA PAOLINO (Presidente)

ITALO PORTO (Presidente)

EMILIO GRASSO (Presidente)

VITO BRUSASCO (Presidente)

PIETRO AMERI (Presidente)

MANRICO BALBI (Presidente)

GIAMPAOLO BRICHETTO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con power point e lezioni in aula multimediale per approfondire il concetto di recerca metodologica nell'ambito delle scienze motorie 

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto, Orale

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
09/09/2019 10:00 GENOVA Orale
23/09/2019 10:00 GENOVA Orale