ANATOMIA UMANA

ANATOMIA UMANA

_
iten
Codice
66898
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
5 cfu al 2° anno di 8756 BIOTECNOLOGIE (L-2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/16
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BIOTECNOLOGIE )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il modulo di Anatomia Umana dell’insegnamento di Anatomia e Fisiologia Umana e Laboratorio si tiene nel primo semestre del secondo anno.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di Anatomia Umana si propone di fornire le basi di anatomia microscopia necessarie alla comprensione dei meccanismi che regolano le funzioni dei tessuti, gli organi e apparati del corpo umano. L’organizzazione del corso è basata su lezioni frontali interattive. L’obiettivo è definire al meglio la possibilità di correlare specifiche funzioni a specifiche modalità di organizzazione strutturale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si propone di fornire i concetti fondamentali dell’organizzazione del corpo umano e le basi di neuroanatomia e anatomia microscopica dei diversi organi necessarie alla comprensione dei meccanismi che regolano le funzioni dei diversi sistemi del corpo umano. L’organizzazione del corso è basata su lezioni frontali interattive che fanno uso di supporti visivi. L’obiettivo è definire al meglio la correlazione tra le modalità di organizzazione strutturale di organi e sistemi e le relative funzioni. Il laboratorio permetterà di migliorare ulteriormente la comprensione dell’anatomia microscopica mediante la visione di preparati istologici dei diversi organi.

Modalità didattiche

L’attività didattica prevista dal corso sarà costituita da lezioni frontali, durante le quali, con l’impiego di supporti visivi, verranno illustrati e discussi con gli studenti tutti gli argomenti di cui si richiede la conoscenza al momento della verifica finale. Verrà anche svolta attività pratica.

PROGRAMMA/CONTENUTO

ARGOMENTI DI ANATOMIA GENERALE. Terminologia anatomica, termini di posizione. Concetti fondamentali di anatomia topografica. Organizzazione generale degli organi cavi e pieni.

APPARATO LOCOMOTORE. Generalità sulle ossa. Generalità sulle articolazioni. Concetti fondamentali su scheletro assile e scheletro appendicolare. Generalità sui muscoli. Muscolo diaframma.

APPARATO TEGUMENTARIO. La cute. Annessi cutanei.

NEUROANATOMIA. Organizzazione generale del sistema nervoso. Le meningi e i ventricoli. Il midollo spinale: configurazione esterna ed interna. I nervi spinali. Il tronco encefalico: configurazione esterna ed interna. Principali nuclei del tronco encefalico. La lamina quadrigemina. La formazione reticolare. I nervi cranici. Il cervelletto: configurazione esterna ed interna. Nuclei e corteccia cerebellare. Il diencefalo: organizzazione di talamo e ipotalamo; cenni su subtalamo ed epitalamo. Il telencefalo: configurazione esterna (lobi, scissure e circonvoluzioni). Struttura della corteccia telencefalica. I nuclei telencefalici. Organizzazione della sostanza bianca. Generalità sul sistema limbico. L’ippocampo. Suddivisione funzionale del telencefalo. Il compartimento afferente. Generalità sui recettori. I recettori della sensibilità esterocettiva generale e propriocettiva e le vie della sensibilità generale. I recettori e le vie della sensibilità specifica: recettori olfattivi e via dell’olfatto, calici gustativi e via del gusto, occhio e vie ottiche, orecchio e vie acustiche e vestibolari. Il compartimento effettore. Vie del controllo motorio: via corticospinale. Nuclei della base. Sistema nervoso viscerale: ortosimpatico e parasimpatico.

APPARATO CARDIOVASCOLARE. Organizzazione generale dell’apparato cardiovascolare. Il cuore. Il pericardio. La struttura dei vasi. Il sistema linfatico. Gli organi linfatici primari: midollo osseo rosso, timo. Gli organi linfatici secondari: linfonodi, milza e MALT.

APPARATO ENDOCRINO. Organizzazione generale dell’apparato endocrino. Morfologia e struttura dei seguenti organi: ipofisi, tiroide, paratiroide, surrene, pancreas endocrino.

APPARATO RESPIRATORIO. Organizzazione generale dell’apparato respiratorio. Le vie respiratorie. Il naso esterno, le cavità nasali. I seni paranasali (cenni). Morfologia e struttura dei seguenti organi: rinofaringe, laringe, trachea e grossi bronchi, polmoni. Le pleure.

APPARATO DIGERENTE. Organizzazione generale dell’apparato digerente. Morfologia e struttura dei seguenti organi: cavità buccale, orofaringe, laringofaringe, esofago, stomaco, intestino tenue: duodeno, digiuno e ileo, intestino crasso: cieco, colon e retto. Morfologia e struttura di fegato e pancreas.

APPARATO URINARIO. Organizzazione generale dell’apparato urinario. Morfologia e struttura dei reni. Morfologia e struttura delle vie escretrici urinarie.

APPARATO GENITALE MASCHILE. Morfologia e struttura dei seguenti organi: testicolo, vie spermatiche, prostata.

APPARATO GENITALE FEMMINILE. Morfologia e struttura dei seguenti organi: ovaie, vie genitali. Ciclo ovarico. Ciclo uterino. La mammella.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per l’insegnamento di Anatomia e Fisiologia Umana:
Gerard J Tortora e Bryan Derrickson
Principi di Anatomia e Fisiologia Umana
Editrice Ambrosiana

Modulo “Anatomia Umana”
Per approfondire la parte di Anatomia Microscopica:
M.H. Ross, W. Pawlina. Istologia. Testo e atlante. Con elementi di biologia cellulare e molecolare. Casa Editrice Ambrosiana.
A disposizione (scaricabili da AulaWeb) le presentazioni Keynote in formato PDF.

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è sempre disponibile al ricevimento degli studenti, compatibilmente con i propri impegni professionali e previo appuntamento tramite email (fghiotto@unige.it)

Commissione d'esame

SILVIA GIOVEDI' (Presidente)

FABIO GIUSEPPE GHIOTTO (Presidente)

ANNA FASSIO (Presidente)

FABIO BENFENATI (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

L’attività didattica prevista dal corso sarà costituita da lezioni frontali, durante le quali, con l’impiego di supporti visivi, verranno illustrati e discussi con gli studenti tutti gli argomenti di cui si richiede la conoscenza al momento della verifica finale. Verrà anche svolta attività pratica.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Lo studente deve dimostrare di conoscere la morfologia e la struttura delle diverse parti del corpo trattate a lezione e come queste ne determinino il funzionamento.