TECNOLOGIA DEI MATERIALI E CHIMICA APPLICATA

TECNOLOGIA DEI MATERIALI E CHIMICA APPLICATA

_
iten
Codice
56945
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/22
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
Annuale
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire gli elementi necessari alla comprensione delle proprietà meccaniche, funzionali e della durabilità dei materiali. Fornire i criteri per la scelta dei materiali con particolare riferimento ai materiali per impieghi strutturali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Fornire gli elementi necessari alla comprensione delle proprietà meccaniche e funzionali e della durabilità dei materiali. Fornire i criteri per la scelta dei materiali con particolare riferimento ai materiali per impieghi strutturali. Lo studente acquisirà la capacità di scegliere il materiale sulla base delle caratteristiche del progetto e di affrontare i problemi di degrado dei materiali.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, esercizi in aula  (60 ore)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le classi dei materiali: i materiali utilizzati nelle costruzioni, proprietà meccaniche e proprietà funzionali. Fondamenti chimico-fisici delle proprietà dei materiali: legami chimici e strutture cristalline, microstruttura. Proprietà meccaniche: modulo elastico, limite elastico e resistenza dei materiali. Relazioni tra proprietà e microstruttura.

Introduzione alla Termodinamica chimica e ai diagrammi di fase.

Materiali metallici: Acciaio, produzione e trattamenti termici, proprietà meccaniche, saldabilità.

Leghe non ferrose per l’edilizia e l’architettura.

Cenni al processo produttivo dei materiali ceramici tradizionali e vetri. Proprietà e impieghi dei materiali ceramici.

Materiali leganti: gessi, calci e cementi, meccanismi di presa e indurimento. Proprietà e composizione del calcestruzzo fresco e indurito.

Fattori di degrado del calcestruzzo e delle malte.

Corrosione dei materiali metallici.

Materiali polimerici e compositi: cenni al processo di produzione, proprietà meccaniche e funzionali, viscoelasticità, uso nel settore delle costruzioni.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Slides delle lezioni, disponibili su AulaWeb o fornite agli studenti durante il corso
W.F. Smith e J. Hashemi, Scienza e Tecnologia dei materiali, Mc Graw-hill
Vito Alunno Rossetti, Calcestruzzo. Materiali e Tecnologie Mc-Graw-Hill.
L. Bertolini, Materiali da Costruzione, Volume primo, Citta' Studi Edizioni, seconda edizione 2010.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appunatamento tramite e-mail a Rodolfo.Botter@unige.it o per telefono al n° 0103536036 Prof. M.Paola Carpanese: su appuntamento tramite e-mail <Carpanese@dichep.unige.it> oppure tel 010 3536020

Commissione d'esame

RODOLFO BOTTER (Presidente)

GIOVANNI PAOLO RAVA

ANDREA GIACHETTA

FAUSTO NOVI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, esercizi in aula  (60 ore)

INIZIO LEZIONI

Trattandosi di un corso del primo anno l'nizio delle lezioni dipende dalla data acui saranno disponibili i risultati del test di ingresso.

Presumoibilmente la data di inizio per l'anno accademico 2017-2018 sarà  mercoledì 18 ottobre.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

TECNOLOGIA DEI MATERIALI E CHIMICA APPLICATA

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame finale consiste in una prova orale con lo scopo di valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi. Durante la prova verranno rivolte al candidato due domande una su un argomento a scelta del candidato ed un'altra su un argomento a scelta dell’esaminatore. 

Modalità di accertamento

L'esame è progettato per verificare la conoscenza da parte dello studente delle pricipali caratteristiche dei materiali usati nel contesto delle costruzioni e la comprensione delle relazioni tra composizione chimica, struttura e microstruttura, parametri del processo produttivo  e le proprietà meccaniche e funzionali dei materiali. Sarà valutata inoltre l'abilità dello studente nell'operare una scelta tra materiali differenti in relazione all'obiettivo di realizzare un semplice dispositivo.

ALTRE INFORMAZIONI

Docente: Rodolfo Botter

Settore scientifico disciplinare: INGIND22

Crediti : 6