FILOSOFIA DELLA STORIA

FILOSOFIA DELLA STORIA

_
iten
Codice
65146
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 2° anno di 8455 FILOSOFIA (L-5)
9 CFU al 2° anno di 8459 STORIA (L-42)
9 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78)
6 CFU al 2° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (FILOSOFIA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Corso del secondo anno che ha come scopo delineare  i caratteri basilari delle filosofie della storia moderne nel loro differenziarsi dalle concezioni della storia dell'antichità.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Rendere consapevoli gli studenti delle strutture di base delle moderne filosofie della storia (concezione lineare e concezione ciclica del tempo, idea di ‘pienezza’, escatologia cristiana e idea di progresso) attraverso lo studio di apposite monografie e soprattutto attraverso la lettura testi classici particolarmente significativi

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento si propone:

a) di introdurre le categorie  di base su cui si fondano tutte le filosofie della storia moderne attraverso la lettura di una serie di monografie specialistiche

b) di verificare la presenza di queste categorie all'interno di alcuni grandi 'classici 'del pensiero filosofico o religioso moderno attraverso una lettura critica dei testi stessi

c) di mettere in condizione gli studenti di maneggiare in maniera autonoma i 'classici' presentati.

Lo studente alla fine del corso, indipendentemente dal fatto che utilizzi il corso per 9 (utilizzo ottimale)  o 6 CFU, dovrà quindi possedere :

1) una conoscenza adeguate dei testi previsti dal programma  - monografie e  'classici' (9 CFU) o solo 'classici'(6 CFU)

2) una comprensione critica adeguata degli stessi testi

3) una capacità di porre a confronto e  fra loro i testi

5) l'elaborazione di  una posizione personale nei confronti dell'intero tema del corso

 

PREREQUISITI

Si tratta di un corso del secondo anno che presuppone la frequenza al corso di introduzione alla  filosofia morale del primo anno e/o un minimo di conoscenze storiche.

Modalità didattiche

Lezioni frontali e letture commentate di testi da parte del docente.   La frequenza al corso è consigliata.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

L'individualismo moderno e l'origine delle ideologie dell'antimodernità attraverso l'analisi del pensiero di G. Vico e di Giacomo leopardi, letto essenzialmente come filosofo

.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Il programma si incentrerà su due punti:
1)la struttura di base della filosofia della storia attraverso l'analisi di alcune idee chiave: la concezione ciclica del tempo  e l'idea di pienezza, la concezione lineare del tempo  e la prospettiva escatologica, l'individualismo moderno e l'idea di progresso (CFU 3)
2) L'individualismo moderno e l'origine delle ideologie dell'antimodernità attraverso l'analisi del pensiero di G.V. Vico e di Giacomo Leopardi, letto essenzialmente come filosofo  (6 CFU)

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu:

G. B. Vico Principj di scienza nuova d'intorno alla comune natura delle nazioni   III ed. (qualsiasi ed. integrale)

G. Leopardi, Operette morali (qualsiasi ed. integrale)

G. Leopardi La Strage delle illusioni (scelta di passi dallo Zibaldone), a cura di A. Ferrari, Adelphi 1994

(Le parti da approfondire  saranno indicate nel corso delle lezioni.  Gli studenti  non frequentanti dovranno leggere integralmente almeno due  delle opere segnalate).

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Per quanto riguarda il punto 1)
una monografia a scelta fra le seguenti:
A. Lovejoy, La grande catena dell'essere ( Feltrinelli 1980)
K. Lowith,  Significato e fine della storia, (Mondadori)
P. Zweig, L'eresia dell'amore di sè, (Feltrinelli 1980)
L. Dumont Homo Aequalis, (Adelphi  )


per quanto riguarda il punto 2)

G. B. Vico Principj di scienza nuova d'intorno alla comune natura delle nazioni   III ed. (qualsiasi ed. integrale)

G. Leopardi, Operette morali (qualsiasi ed. integrale)

G. Leopardi La Strage delle illusioni (scelta di passi dallo Zibaldone), a cura di A. Ferrari, Adelphi 1994

(le parti da approfondire  saranno indicate nel corso delle lezioni.  Gli studenti  non frequentanti dovranno leggere integralmente almeno due  delle opere segnalate)


 

DOCENTI E COMMISSIONI

Daniele Rolando

Mercoledì e Giovedì mattina  dalle 10 alle 12 in  via Balbi 30 int. 23 sia per studenti che per laureandi

Commissione d'esame

FRANCO MANTI

VALERIA OTTONELLI

MIRELLA PASINI

DANIELE ROLANDO (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali e letture commentate di testi da parte del docente.   La frequenza al corso è consigliata.

INIZIO LEZIONI

20 Febbraio 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Un colloquio orale esaustivo su tutti i i testi in programma

Modalità di accertamento

Nel corso del colloquio  lo studente dovrà dimostrare

1) una conoscenza ampia dei testi in programma

2) una comprensione adeguata degli stessi testi

3) la capacità far interagire fra loro i testi letti

4) il possesso diuna posizione personale sulla tematica del corso

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
12/06/2019 09:30 GENOVA Orale
26/06/2019 09:30 GENOVA Orale
17/07/2019 09:30 GENOVA Orale
11/09/2019 09:30 GENOVA Orale