PETROGRAFIA MOD 1

PETROGRAFIA MOD 1

_
iten
Codice
65581
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
5 cfu al 2° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Petrografia riveste un ruolo fondamentale nelle Scienze Geologiche, poiché consente di acquisire le competenze di base necessarie a classificare e comprendere i processi di formazione dei diversi tipi di rocce, magmatiche, metamorfiche e sedimentarie, costituenti la litosfera terrestre. Il primo modulo è incentrato sul processo magmatico, ed in parte sul processo sedimentario. Il secondo modulo si occupa dei processi diagenetici delle rocce sedimentarie, e dei processi metamorfici.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire le conoscenze di base per lo studio dei processi di formazione delle rocce. Argomenti trattati saranno: i) genesi e classificazione delle rocce magmatiche e sedimentarie, ii) la petrologia del processo magmatico, con particolare riferimento alla cristallizzazione magmatica e alla genesi dei magmi in relazione agli ambienti geodinamici. Il corso include inoltre lo studio delle rocce in sezione sottile al microscopio polarizzatore ed escursioni sul terreno.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste (lezioni frontali e attività in laboratorio e sul terreno) consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze generali di Petrografia delle rocce magmatiche e sedimentarie, necessarie per affrontare studi nel campo della professione geologo e ricerche scientifiche negli ambiti delle Scienze della Terra.

 

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • conoscere, descrivere e classificare i principali tipi di rocce magmatiche e sedimentarie;
  • saper distinguere e identificare i costituenti minerali e le strutture delle rocce magmatiche e sedimentarie, utilizzando sia le competenze teoriche sia le abilità pratiche e metodologiche acquisite durante le attività di laboratorio;
  • saper collegare la composizione e struttura delle rocce magmatiche e sedimentarie a specifici ambienti geologici e processi endogeni ed esogeni, per definirne i processi di formazione ed evoluzione;
  • produrre relazioni tecniche per la corretta descrizione di campioni di roccia a scala macroscopica e microscopica.

 

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, di esercitazioni teorico-pratiche sul terreno e in laboratorio. Essendo previsti test di apprendimento, attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite, attività pratiche e metodologiche, la frequenza a lezioni ed esercitazioni di laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali. In particolare saranno sviluppati:

  • esercitazioni a gruppi per il riconoscimento macroscopico delle rocce sedimentarie e magmatiche utilizzando campioni della collezione didattica di rocce del DISTAV;
  • esercitazioni con posto individuale al microscopio ottico in luce polarizzata trasmessa per la descrizione e classificazione delle rocce sulla base della loro composizione mineralogica e struttura, utilizzando sezioni sottili della collezione didattica del DISTAV;
  • esercitazioni sul terreno per l’osservazione e la comprensione delle rocce sedimentarie e magmatiche in affioramento.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule attrezzate con microscopi e illuminazione specifica del DISTAV.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la presentazione e la discussione dei seguenti argomenti:

  • Inquadramento dei processi petrogenetici in relazione agli ambienti geodinamici e la Tettonica delle Placche;
  • Classificazione composizionale e tessiturale delle rocce magmatiche:
  • Modalità della cristallizzazione magmatica. Sistemi a due componenti (Ab-An; Fo-Fa; Di-An).
  • Sistemi a due componenti con parziale immiscibilità allo stato solido: sistema dei Feldspati alcalini (Or-Ab);
  • Sistemi binari con composto intermedio. Fusione congruente ed incongruente. (Ne-Qz-Ab; Fo-Qz-En);
  • Sistemi ternari eutettici. Sistemi ternari peritettici: il sistema An-Fo-Qz e il sistema Fo-Di-Qz;
  • Cenni sui processi di genesi dei magmi basici. Fusione parziale del mantello;
  • La classificazione chimica dei basalti. Il tetraedro dei basalti;
  • Evoluzione dei magmi basici: le serie magmatiche;
  • Serie magmatiche ed ambienti geodinamici;
  • Il sistema granitico. Anatessi crostale.
  • Le rocce sedimentarie silicoclastiche e carbonatiche;
  • Genesi delle dolomie e delle evaporiti

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine di ogni ciclo di lezioni/esercitazioni di laboratorio.

I libri sotto indicati sono suggeriti come testo di appoggio, ma gli studenti possono comunque utilizzare anche altri testi di livello universitario. I testi consigliati sono disponibili e consultabili presso la biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N.

 

L. Morbidelli 2010 Le rocce e i loro costituenti, Bompiani Ed. 470 p. ISBN 8888620818
J.D.Winter – Principles of Igneous and Metamorphic Petrology, Prentice Hall ISBN-13: 978-0-321-68132-4

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sarà concordato direttamente con il docente.

Commissione d'esame

MARCO SCAMBELLURI (Presidente)

ELISABETTA RAMPONE (Presidente)

LAURA GAGGERO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, di esercitazioni teorico-pratiche sul terreno e in laboratorio. Essendo previsti test di apprendimento, attività per l’applicazione delle conoscenze acquisite, attività pratiche e metodologiche, la frequenza a lezioni ed esercitazioni di laboratorio è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali. In particolare saranno sviluppati:

  • esercitazioni a gruppi per il riconoscimento macroscopico delle rocce sedimentarie e magmatiche utilizzando campioni della collezione didattica di rocce del DISTAV;
  • esercitazioni con posto individuale al microscopio ottico in luce polarizzata trasmessa per la descrizione e classificazione delle rocce sulla base della loro composizione mineralogica e struttura, utilizzando sezioni sottili della collezione didattica del DISTAV;
  • esercitazioni sul terreno per l’osservazione e la comprensione delle rocce sedimentarie e magmatiche in affioramento.

Le esercitazioni di laboratorio si svolgono in aule attrezzate con microscopi e illuminazione specifica del DISTAV.

 

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno dalla prima settimana di Marzo 2019.

Per inizio lezioni e orario consultare il seguente link

http://www.distav.unige.it/ccsgeo/orario-lezioni

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è unico ed integrato per i due moduli. Per i dettagli sulle modalità, si rimanda alla scheda principale.

Modalità di accertamento

L’esame è unico ed integrato per i due moduli. Per i dettagli sulle modalità di accertamento, si rimanda alla scheda principale.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni e alle correlate esercitazioni di laboratorio è fortemente raccomandata.