MINERALOGIA

MINERALOGIA

_
iten
Codice
57251
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 2° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
1° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Mineralogy deals with the morphological and structural characteristics of minerals, their properties and their genesis.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo dell’insegnamento è di fornire le conoscenze di base relative agli aspetti morfologici, strutturali, con riguardo anche alle interazioni con i raggi X, e cristallochimici dei minerali. In base a tali aspetti viene data una classificazione e descrizione dei minerali più importanti, in particolare delle rocce, e delle loro proprietà chimiche e fisiche, con particolare riguardo per quelle ottiche. Viene affrontato sia l'esame macroscopico dei minerali che l'analisi mediante il microscopio polarizzante in luce trasmessa finalizzato all'acquisizione di un metodo di studio sistematico dei minerali trasparenti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscere la struttura, la cristallochimica e la classificazione dei minerali; conoscere i principali minerali e la loro distribuzione; conoscere le proprietà fisiche dei minerali;  identificare i minerali che costituiscono le rocce sia a scala macroscopica che in sezione sottile.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento è necessario aver sostenuto l’esame di principi di Chimica Generale ed inorganica e Laboratorio.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di alcune lezioni frontali e di una parte di laboratorio teorico-praticoLe lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali. Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la presentazione e la discussione dei seguenti argomenti:

1) PRINCIPI DI CRISTALLOGRAFIA MORFOLOGICA E STRUTTURALE

Definizione di minerale. Stato amorfo e cristallino. Reticolo di traslazione. Cella elementare. Leggi della cristallografia e indici di Miller. Proiezione stereografica. Elementi di simmetria di rotazione e di rotoinversione. Sistemi cristallini e classi di simmetria. Analisi delle principali morfologie cristalline. Reticoli di Bravais. Elementi di simmetria di rototraslazione e slittopiani. Gruppi spaziali. I raggi X e le loro applicazioni. La diffrazione secondo Bragg. Il metodo delle polveri e il diffrattometro.

2) PRINCIPI DI CRISTALLOCHIMICA

Legame chimico nelle strutture cristalline. Disposizioni compatte di atomi. Esempi di minerali con struttura compatta o quasi compatta. Poliedri di coordinazione. Regole di Pauling. Isomorfismo. Polimorfismo.

3) CLASSIFICAZIONE E DESCRIZIONE DEI MINERALI PIÙ IMPORTANTI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI MINERALI DELLE ROCCE.

Classificazione chimica dei minerali. Descrizione delle caratteristiche morfologiche, strutturali, cristallochimiche e fisiche dei minerali più importanti per diffusione, in particolare delle rocce, con maggiore riguardo alla classe dei silicati e alla loro classificazione cristallochimica.

PROPRIETA’ FISICHE DEI MINERALI: CARATTERI, PROPRIETA’ SCALARI E VETTORIALI.

Proprietà fisiche dei minerali: proprietà scalari e vettoriali. Densità (peso specifico), punto di fusione, fragilità, elasticità, durezza e scala di Mohs, sfaldatura, piezoelettricità, proprietà magnetiche, colore.
 

PRINCIPI DI OTTICA CRISTALLOGRAFICA.

Fenomeni luminosi nei mezzi trasparenti otticamente isotropi ed in quelli anisotropi: riflessione, rifrazione, assorbimento, birifrazione. Indicatrici ottiche ed il loro uso nell'esame dei minerali al microscopio polarizzante. Osservazioni in luce parallela e convergente.

ESERCITAZIONI

Riconoscimento di simmetria delle forme di modelli di cristalli. Osservazioni macroscopiche dei minerali con particolare riferimento alle proprietà fisiche. Studio delle proprietà ottiche al microscopio polarizzante di minerali trasparenti. Osservazioni in luce parallela e convergente.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

C. KLEIN MINERALOGIA Zanichelli, Bologna, 2004.
F. MAZZI & G.P. BERNARDINI CAROBBI MINERALOGIA 1 - Fondamenti di cristallografia e ottica cristallografica USES, Firenze, 1988.
C. CIPRIANI & C. GARAVELLI CAROBBI MINERALOGIA 2 - Cristallografia chimica e mineralogia speciale USES, Firenze, 1987.
W.A. DEER, R.A. HOWIE & J. ZUSSMAN Introduzione ai minerali che costituiscono le rocce Zanichelli, Bologna, 1994.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sarà concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

CRISTINA CARBONE (Presidente)

SIRIO CONSANI

ROBERTO CABELLA

DONATO BELMONTE

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di alcune lezioni frontali e di una parte di laboratorio teorico-praticoLe lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali. Le esercitazioni di laboratorio sono mirate all’applicazione pratica delle conoscenze teoriche acquisite durante le lezioni frontali.

INIZIO LEZIONI

Per orari consultare il seguente link:

http://www.distav.unige.it/ccsgeo/orario-lezioni

 

 

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale preceduta da prova pratica di ottica cristallografica e prove pratiche di valutazione intermedie..

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.

ALTRE INFORMAZIONI


La frequenza regolare è fortemente raccomandata in particolare per le esercitazioni sui campioni macroscopici e su sezioni sottili.