GEOFISICA APPLICATA

GEOFISICA APPLICATA

_
iten
Codice
61664
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 8763 SCIENZE GEOLOGICHE (L-34) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE GEOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Geofisica Applicata indaga la distribuzione delle proprietà fisiche nella parte solida più superficiale della Terra con metodi non invasivi. Costituisce una parte fondamentale nell'esplorazione delle risorse energetiche, minerarie e idriche e trova applicazioni geotecniche ed ambientali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo dell’insegnamento è di fornire le conoscenze di base relative agli aspetti applicativi della geofisica di esplorazione e monitoraggio. Cenni sull’elaborazione del segnale geofisico e sui principali metodi di indagine del sottosuolo. Strumentazione  e parametri fisici misurati. Introduzione al processing ed interpretazione dei dati.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze generali della Geofisica Applicata necessarie nella professione di geologo e nelle ricerche scientifiche negli ambiti delle Scienze della Terra.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • conoscere e descrivere le principali tecniche della Geofisica Applicata;
  • selezionare i corretti metodi di studio per risolvere problemi specifici;
  • interpretare i risultati delle misure e rappresentarli in termini qualitativi e quantitativi;

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento sono necessarie le seguenti conoscenze di base della Geofisica della Terra Solida: 1) proprietà elastiche ed elettromagnetiche dei materiali naturali, 2) tipi e modalità di propagazione delle onde elastiche ed elettromagnetiche

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali. Essendo previsti test di apprendimento la frequenza alle lezioni è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la presentazione e la discussione dei seguenti argomenti

1) Definizione di segnale geofisico e classificazione. Campionamento di un segnale analogico. Segnali nel dominio del tempo e delle frequenze. Modelli geofisici.

2) Metodi di resistività: resistività elettrica; potenziale e linee di corrente in mezzo omogeneo e non omogeneo; resistività apparente; strumentazione; sondaggi elettrici verticali; profili elettrici; tomografia elettrica; interpretazione.

3) Metodi sismici a rifrazione: velocità onde sismiche, rifrazione, riflessione, diffrazione; dromocrone; equazioni di Zoeppritz; strumentazione.  Dromocrone per rifrattore piano orizzontale, piano inclinato, non piano; metodo reciproco generalizzato, metodo del fronte d'onda; tomografia a rifrazione.

4) Metodi elettromagnetici a bassa ed alta frequenza. Principi generali, metodi nel dominio delle frequenze e del tempo. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni, le dispense utilizzate e altro materiale didattico saranno disponibili su AulaWeb al termine di ogni ciclo di lezioni.

Testi di riferimento consigliati:

J. M. Reynolds. An Introduction to Applied and Environmental Geophysics. John Wiley and Sons.
W. M. Telford, L. P. Geldart, R. E. Sheriff . Applied Geophysics. Cambridge University Press.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

EGIDIO ARMADILLO (Presidente)

MASSIMO VERDOYA

GABRIELE FERRETTI

DANIELE SPALLAROSSA

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali. Essendo previsti test di apprendimento la frequenza alle lezioni è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

INIZIO LEZIONI

Per inizio lezioni ed orari consultare il seguente link:

http://www.distav.unige.it/ccsgeo/orario-lezioni

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una parte parte scritta e una orale.

L'esame scritto comporta lo svolgimento di esercizi relativi alle metodologie di indagine geofisica affrontate nel corso. L'esame scritto è superato se lo studente ha ottenuto un voto maggiore o uguale a 18.

L'esame orale consiste nell'esposizione di un argomento a scelta dello studente e nella risposta a domande poste dal docente su argomenti trattati durante l'insegnamento.

Il voto finale è dato dalla media aritmetica tra il voto della prova scritta e della prova orale. La prova orale può essere sostenuta sia nello stesso appello della prova scritta sia negli appelli successivi pubblicati sul sito di UNIGE. Saranno disponibili 3 appelli nella sessione invernale (gennaio-febbraio) e 3 appelli nella sessione estiva (giugno, luglio, settembre).

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.

L’esame scritto verificherà l’effettiva acquisizione delle conoscenze dei metodi di indagine e la capacità di applicarli a casi concreti.

L’esame orale verterà sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze teoriche. Sarà anche valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni è fortemente raccomandata.